Furti, rapine e droga: arresti a Cassano

carabinieri a posto di blocco

I carabinieri di Cassano delle Murge, Castellaneta Marina, con il supporto di personale di Taranto, Altamura, Gioia del Colle e San Severo hanno dato esecuzione la scorsa notte a Cassano a un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 9 persone, tutte ritenute a vario titolo responsabili di rapina, furto, ricettazione, detenzione di stupefacenti e porto abusivo di armi in luogo pubblico.

A Cassano sono stati arrestati Elia Caputo (47 anni), Antonio Dinapoli (27), Giambattista Petrelli (38) e Luca Petruzzellis (29) che sono stati condotti in carcere; Giovanni Dinapoli (53 anni) e Gaetano Tunzi (20) sono ai domiciliari; un altro ventenne di Cassano, di cui non sono state rese note le generalità è ancora rciercato.

Assieme a loro Giacomo Lenotti (46, di Acquaviva delle Fonti) è ai domiciliari mentre un 25enne albanese già espulso dal territorio nazionale è ricercato.

L'indagine, denominata Fures, è stata avviata nel gennaio 2018 dopo l'arresto a novembre del 2017 di tre persone a Castellaneta, che si erano rese responsabili di una rapina con sequestro di persona ai danni dei titolari di un'azienda agricola.

I militari erano intervenuti e dopo un conflitto a fuoco avevano ferito uno dei malviventi a un gluteo, ed erano riusciti ad acchiapparlo.

Gli altri due erano stati rintracciati dopo due mesi. Gli investigatori hanno quindi ricostruito una rete di sette furti, commessi a Cassano e a Santeramo in Colle ai danni di esercizi commerciali e abitazioni private (tra cui quella di una persona non vedente).

I malviventi agivano con violenza efferata, ad esempio in una stazione di servizio avevano distrutto porte e suppellettili.

A Bari, poi, si erano resi responsabili di un tentativo di rapina nei confronti di una badante rumena in procinto di tornare nel proprio paese d'origine con alcune migliaia di euro in contanti.

Nel corso dell'operazione odierna sono stati trovati anche 0,5 grammi di hashish, 3 grammi di marijuana e 85 modellini d'auto in miniatura da collezione, probabile provento di furto.