Addio Nino Barberio, Consigliere Comunale per un giorno

barberio

E' scomparso a Santeramo in Colle Vito Erasmo Barberio, 63 anni, Agente della Polizia Locale sia nella sua città natale che nella nostra Cassano, per diversi anni, fino al 2002.

Sempre impegnato nel sociale, profondamente cattolico, era catechista e attivista nell'Azione Cattolica quindi volontario presso la R.S.S.A. "Villa dei Pini" di Cassano. 

Cordoglio per la scomparsa di Nino è stato espresso dal Sindaco di Santeramo Fabrizio Baldassarre: "Erasmo Barberio, per tutti Nino, era un agente di polizia locale speciale, sempre sorridente e disponibile; per me, da sindaco, era il confidente, l’agente, ma ancor prima la persona, che cercava sempre di sostenermi quando percepiva le mie preoccupazioni per le questioni amministrative.  Uomo di profonda fede, era sempre pronto a condividere nella preghiera i problemi di salute dei miei familiari. Lo stesso faceva con tutte le persone in difficoltà.  Premuroso e generoso con tutti non per opportunismo, era fra i pochi in grado di elargire “pacche sulle spalle” di incoraggiamento o di plauso nei momenti di sconforto o in quelli di successo. Umile e professionale allo stesso tempo nel suo lavoro, anche quando faceva le contravvenzioni agli automobilisti indisciplinati, lo faceva con il garbo che lo contraddistingueva. Negli anni ha fatto apprezzare la sua grande umanità e passione lavorativa anche nella vicina Cassano Murge dove ha operato come agente di polizia locale e ha dedicato tempo ed energia ad una esperienza civica come consigliere comunale. La nostra comunità ha perso una persona importante e ne avvertirà moltissimo la mancanza. Mi unisco al grande dolore della famiglia tutta e in particolare della moglie Tina e del figlio". 

Nel maggio 2014 si candidò a Cassano al Consiglio Comunale, con la lista "Rinascita" capeggiata da Vito Lionetti che vinse le Amministrative ma non riuscì a portare in Consiglio Barberio, pur avendo ottenuto 138 preferenze. 

Diventò, però, Consigliere Comunale dopo le dimissioni di Maria Luisa Marazia nell'ottobre 2016 ma ebbe modo di partecipare ad una sola seduta del Consiglio Comunale perchè poi l'Amministrazione Lionetti cadde nel novembre di quello stesso anno.