Covid-19, rinviato l'arrivo dell'Unità Mobile per i tamponi

tampone

Manca l'accordo fra la Asl Bari e il Comune di Cassano su dove collocare l'Unità Mobile che l'Azienda Sanitaria avrebbe dovuto inviare nel nostro paese dall'1 al 3 ottobre e dunque il tutto viene rinviato a data da destinarsi.

Lo comunica in una nota l'Amministrazione Di Medio che spiega come "non si è ancora giunti, con la ASL, all’individuazione di un sito ove ubicare la postazione prevista per l’esecuzione dei tamponi a Cassano, che possa garantire certezza di sicurezza e di sufficiente distanziamento dalle abitazioni onde evitare possibilità di contagi. Si sta procedendo ad esaminare diverse possibilità con l’esecuzione di sopralluoghi".

La presenza dell'Unità Mobile era stata richiesta dal Comune a causa dell'aumento del numero di persone positive al Covid-19 ma soprattutto per i tanti cittadini che necessitavano di sottoporsi al test in seguito ai contatti avuti con i "positivi" e che li costringevano a spostarsi presso altri Comune per effettuare il tampone.  

Inizialmente si era parlato di piazzale Rocco Giustino, nei pressi dell'area mercatale; poi di piazzale Tampoia presso gli Uffici ex Saub ma evidentemente le condizioni di sicurezza per gli operatori e gli spazi individuati non sono stati ritenuti adeguati. 

Il Comune ha dunque proposto altre soluzioni, ora al vaglio della Asl.