Non si farà più il traliccio a Santa Lucia

WhatsApp Image 2019-07-28 at 12.10.03 (1)

Non sarà più installato sulla Collina di Santa Lucia il traliccio per supportare nuovi impianti di telefonia e trasmissione dati, come da richiesta della multinazionale "Iliad" al Comune di Cassano delle Murge.

Lo ha rivelato ieri sera l'Assessore all'Ambiente Carmelo Briano nel corso della presentazione del Rapporto che la società "Polab" ha realizzato per conto del Comune quale censimento degli impianti sul terrirodio di Cassano.

La vicenda, come si ricorderà, esplose nell'estate scorsa quando alcuni residenti della zona avviarono una petizione per dire "no" al traliccio nel bel mezzo delle case e per di più su una proprietà privata. Oltre ad avversare la presenza del traliccio, i residenti - che intanto si costituirono nel Comitato "Stop 5 G a Cassano" - mettevano in guardia proprio sull'uso di questa nuova tecnologia, in attesa di evidenze scientifiche certe sulla non nocività.

L'Assessore Briano, che fra l'altro ha la sua residenza proprio nella zona, a pochi metri dal sito prescelto dalla multinazionale, si impegnò sin da subito per scongiurare l'installazione della struttura con una serie di atti che impegnarono la Giunta prima e il Consiglio Comunale poi nel dichiarare il "no" al 5G nel nostro territorio, culminato con una Ordinanza che la Sindaca Maria Pia Di Medio.

La nuova antenna sarà collocata, dunque, in un altro sito ovvero sul traliccio che si trova sulla Panoramica che già ospita impianti di telefonia ma soprattutto ripetitori tv. Soluzione contestata da alcuni cittadini presenti in sala secondo cui "quel traliccio è abusivo e illegale, perchè vìola la Legge egionale in materia di installazioni nell'ambito urbano" anche se per quasi 35 anni nessuno se ne occupa.

L