L'ing. Petruzzellis, ex capo UTC, a Modugno per 30 ore a settimana

ing petruzzellis

 

Non tornerà al ruolo di Funzionario – come pure la Sindaca aveva promesso ad un gruppo di tecnici cassanesi – l’ing. Mimmo Petruzzellis, già a capo dell’Ufficio Tecnico Comunale: per 30 ore a settimana sarà in forza al Comune di Modugno, con il quale l’Amministrazione cassanese ha stipulato una convenzione.

Dal prossimo 1° luglio e fino al 30 giugno 2020, l’ex capo dell’UTC sostituito nei mesi scorsi dall’ing. Domenico Satalino nella Posizione Organizzativa (come, in burocratese, viene denominato il ruolo di Funzionario nella pubblica amministrazione) lavorerà praticamente per il comune modugnese per la quasi totalità della settimana, lasciando anche gli ultimissimi incarichi.

Il “declassamento” dell’ing. Petruzzellis nel febbraio scorso aveva suscitato diverse polemiche sia fuori che dentro il Palazzo Comunale tanto da spingere una delegazione di tecnici cassanesi ad incontrare la Sindaca Maria Pia Di Medio ed a scrivere una lettera-manifesto a sostegno dell’ingegnere, ritenuto persona capace e affidabile.

La “protesta” in qualche modo rientrò, grazie all’intervento di un’autorevole esponente della Maggioranza su alcuni professionisti, convincendoli a desistere perché poi la faccenda sarebbe stata risolta da lì a breve, tant’è che qualche settimana dopo la stessa Sindaca pare abbia rassicurato i tecnici per Petruzzellis sarebbe rientrato nella Posizione Organizzativa scindendo (come in passato) l’Ufficio Tecnico in due aree di competenza ed una delle due, l’Urbanistica, sarebbe stata affidata nuovamente a Petruzzellis mentre a Satalino sarebbero rimasti Lavori Pubblici, ambiente e randagismo.

Così però non è stato (i motivi non li conosciamo) e l’ing. Petruzzellis, che già nel marzo scorso aveva chiesto il trasferimento ad altro Comune, ha pensato di spendere le sua esperienza a Modugno.