Polisportivo, raccolta firme per svegliare l’Amministrazione

Immagine

 

Ha raccolto in pochi giorni oltre 200 firme, segno che sono ancora tanti i cassanesi che non si rassegnano a vedere un ex gioiello della impiantistica sportiva ridotta in quello stato.

Parliamo del Polisportivo di via Grumo e della raccolta firme on-line promossa da Pierpaola Sapienza – già Assessora allo Sport nella Giunta Comunale Di Medio I – che vuole smuovere dall’apparente sonnolenza l’apparato tecnico e amministrativo del Comune di Cassano delle Murge.

“Questa petizione – spiega la Sapienza - è volta chiedere urgenti interventi da parte della Amministrazione Comunale di Cassano delle Murge nella persona del Sindaco Di Medio, per mettere in sicurezza e rendere fruibili tutti gli ambienti del Polisportivo Comunale di Cassano ormai in uno stato di degrado assoluto, affinché tutte le Associazioni sportive (che per troppi anni hanno anticipato denaro ed energie) e tutti i cittadini possano tornare finalmente a praticare sano sport in una struttura che tutti ci hanno invidiato e che adesso è solo un gigante di argilla abbandonato a se stesso. Questa comunità ha bisogno di azioni concrete!”.

Il dibattito sui social cassanesi nei giorni scorsi è stato molto acceso, in un turbinio di false notizie, cattiva informazione e verità spacciate per tali ma in realtà solo dei “sentito dire”.

Che il Polisportivo versi in pessime condizioni strutturali è vero e non da oggi: sono venticinque anni circa che si cercano soluzioni globali ma senza successo: dal Consorzio di Associazioni Sportive al “project-financing” dal Comune hanno provato di tutto, finendo con buttar via un mare di soldi e riuscendo solo a tamponare qui e là le falle che si aprono.

Ora sono in arrivo 100mila euro – in Comune, dagli Uffici, dicono che l’accredito è questione di giorni… - per adeguare alla normativa antincendio e riqualificare il "PalAngelillo" che ospita le gare di calcio a 5.  Il finanziamento è a fondo perduto e deriva dai Fondi europei POR: approvato lo scorso 27 luglio è stato validato dal Coni e attende di essere realizzato.

Ma nei cassetti del Comune c’è un altro e ben più corposo progetto redatto dopo quelli del 2011 (all’epoca c’era la stessa Di Medio a capo del Comune) e del 2016/2017 (Amministrazione Lionetti).  E’ costato alle casse del Comune “appena” 50mila euro ovvero l’onorario stabilito per la retribuzione dell’ing. Pierino Profeta, un tecnico barese, esperto in impiantistica sportiva che il Comune di Cassano ha incaricato di redigerlo. Il tutto è finalizzato all’ennesimo bando di finanziamento previsto dal Governo a cui il Comune aspira per poter ristrutturare il tutto e procedere al “project-financing”,, pallino mai sopito nella mente della Di Medio ma che difficilmente potrà vedere la luce in una consiliatura alla cui fine manca solo un anno.

Sarà la volta buona, per la prossima Amministrazione?

Per firmare la petizione, clicca qui sotto:

https://www.change.org/p/comune-di-cassano-delle-murge-ri-animiamo-il-polisportivo-di-cassano-delle-murge