Regione, il Tar dà ragione a tre ricorrenti

tre nuovi consiglieri

 Due seggi in meno alla maggioranza di centrosinistra che sostiene Michele Emiliano, a favore del centrodestra e uno in più per il Partito Democratico.

Sono i primi risultati della sentenza con la quale quest'oggi il Tribunale Amministrativo della Puglia ha disposto l'accettazione di alcuni ricorsi rispetto al "premio di maggioranza" nelle elezioni regionali dello scorso settembre facendo passare  a 27 seggi (da 29) il centrosinistra e facendo salire da 15 a 17 il centrodestra.

I due seggi liberati vanno a Vito De Palma, di Ginosa, eletto nella circoscrizione di Taranto per Forza Italia e Antonio Scalera per "La Puglia Domani" ma in Consiglio Regionale entra anche Domenico De Santis per il Pd, fra i più suffragati nelle urne eppure fuori dal palazzo di via Gentile per una serie di "strani" algoritmi elettorali.

A perdere il seggio saranno con ogni probabilità due del gruppo "Popolari" (Mario Pendinelli e Francesco La Notte) e uno della lista "Con Emiliano", forse l'ex vicepresidente Peppino Longo.

Tutto ancora da decidere anche perchè pendono ancora altri ricorsi sulle elezioni regionali passate da parte di altri candidati esclusi, da Mazzarano a Pisicchio che potrebbero ulteriormente ridisegnare la geografia politica in Regione Puglia. 

Già Sindaco di Ginosa nel 2011, Vito De Palma ha 55 anni e dal 2009 è iscritto a Forza Italia; è stato Consigliere comunale per tre mandati e Presidente del Consiglio Comunale di Ginosa. Alle Elezioni Regionali ha ottenuto 3.652 preferenze, il più suffragato per FI nel collegio di Taranto. Lavora come funzionario nell’ufficio Controlli della Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Taranto. 

Consigliere regionale uscente e braccio destro di Emiliano nella passata legislatura, Domenico De Santis è nato a Bari nel 1982. Già segretario regionale pugliese della Sinistra Giovanile, ricopre diversi incarichi a livello regionale nel Pd di cui diventa nel 2017 Vice Presidente Nazionale. Nel collegio di Bari ha ottenuto, nel settembre scorso, 14.945 preferenze, quarto fra i più votati nel Pd.

Anche Antonio Paolo Scalera è stato Consigliere Regionale (per l'UDC) dal 2006 al 2010. Nato a Palagiano (Ta) nel 1964, è impiegato presso lo IACP di Taranto. Già Consigliere comunale a Palagiano e provinciale a Taranto.