Quasi quasi mi faccio...lo staff!

_DSC0031 (1) (1)

Uno stipendio da 1.800 euro (lordi) al mese*: è quanto guadagnerà il componente (unico) dello staff  che la Sindaca di Cassano delle Murge Maria Pia Di Medio vuole far assumere dal Comune alle sue dirette dipendenze (ma sempre a spese dell’Ente).

L’Avviso Pubblico gira da qualche giorno sui siti dei diversi Comuni della Città Metropolitana di Bari dato che la Delibera è stata inviata agli albi pretori della ex provincia barese per darne la massima diffusione.

Ma l’Avviso parla chiaro: quella persona (donna o uomo che sarà) dovrà avere la massima fiducia della Sindaca perché sarà lei stessa a sceglierla. Certo: valutando curriculum vitae, titoli di studio, esperienze e conoscenza del territorio e dei suoi protagonisti principali ma alla fine sarà il cosiddetto intuitu personae a prevalere ovvero la discrezionalità da parte della Di Medio che si dovrà scegliere la persona che più le aggrada, al di là delle competenze e delle capacità personali.

Per fare che cosa?

L’incaricato dovrà essere di supporto alla Di Medio (che detiene ancora la delega alla Cultura) nella cura ed organizzazione delle attività di promozione delle identità territoriali e degli eventi culturali; dovrà, cioè, provare a fare quel che nessuno dei cinque Assessori né dei restanti Consiglieri comunali di maggioranza è riuscito a fare finora ovvero coordinare le attività di enti e associazioni, promuoverle, migliorarle e magari guardare un po’ più in là dei confini comunali, attingendo a quelle risorse (regionali e statali) di cui il Comune avrebbe bisogno per fare un salto di qualità nel settore.

Un braccio operativo della Sindaca, insomma, che al giro di boa del mandato (mancano due anni e mezzo alla scadenza) decide di imprimere una svolta alle finora inesistenti politiche culturali del Comune.

L’anno scorso l’Amministrazione ci aveva provato lanciando un Avviso per scegliere un Addetto Stampa che avrebbe dovuto curare l’immagine e la comunicazione del Comune ma a quanto pare i curriculum giunti sul tavolo della Di Medio non erano di buon gradimento e soprattutto – secondo Radio Municipio, la radio interna al Comune - la persona che si aveva in mente di nominare non aveva un requisito fondamentale ovvero l’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti. Pur di non vedersi annullato il bando da parte di qualche ricorrente, la Di Medio fece cadere tutto nel dimenticatoio.

C’è tempo fino al 19 dicembre per presentare domanda e sperare di essere inquadrato come “Istruttore Amministrativo Contabile” (categoria C1) con stipendio tabellare lordo annuo di 22.039 euro a cui, poi, il Comune dovrà aggiungerci oneri previdenziali e assicurativi nonché il Tfr. Il tutto fino alla fine del mandato della Di Medio.

Qui la domanda

 

 + + + + + 

* E' stata pubblicata oggi una nuova versione dell'Avviso che non solo prolunga il tempo per presentare domanda (fino al 19 dicembre) ma modifica il tipo di contratto dunque anche il compenso ovvero il prescelto lavorerà per 18 ore settimanali il che equivale a circa 900 euro al mese di stipendio.