Comune, se ne va anche Donato Acquaviva

Comune di notte

Sempre meno dipendenti presso il Comune di Cassano delle Murge e soprattutto sempre più Posizioni Organizzative (ovvero i Funzionari) scoperte.

Nel giro di qualche settimana, infatti, saranno ben due le partenze dal Municipio cassanese: da lunedì 16 settembre Donato Acquaviva si trasferirà presso l’Università degli Studi di Bari dove ha chiesto di trasferirsi al termine di una serie di colloqui con altri enti (ad esempio Trani).

Già Comandante della Polizia Locale poi defenestrato durante l’Amministrazione Gentile, il dott. Acquaviva ha ricoperto diversi incarichi dirigenziali presso il nostro Comune fra cui Responsabile dell’Ufficio Legale e Contenzioso, Affari Generali, Turismo e cultura occupandosi poi per diversi anni, come Dirigente, di imprese, commercio, Gal.

Ha spesso, poi, sostituito il Segretario Generale con funzioni di vice-Segretario.

Da tempo, però, i rapporti con l’Amministrazione Di Medio si erano logorati: non ultimo, l’episodio del ritardato invio a 1.417 contribuenti delle lettere di contestazione sul mancato pagamento delle tasse locali, ritardo che in qualche modo viene attribuito anche alle mancate attività dell’Ufficio diretto da Acquaviva.

Da qui la decisione dell’ex Comandante di andarsene da Cassano e tornare nella sua Bari.

“Radio Municipio”, la radio libera dei dipendenti comunali, parla poi di un altro importante “addio”, quella di Isabella Liguigli, potente capo della Ragioneria comunale che entro ottobre lascerà Cassano per trasferirsi anch’essa a Bari.

Di straforo, anche la dott.sa Liguigli è finita nel tritacarne della Commissione speciale d’indagine che ha cercato di capirne di più sugli avvisi di pagamento spediti in ritardo ma la sua “sfortuna” è cominciata, spiega sempre “Radio Municipio”, quando si sarebbe opposta al pagamento – pare non dovuto – di alcune retribuzioni per l’ing. Domenico Satalino, cosa che l’ha messa in diretto contrasto con l’Amministrazione comunale.

A fine ottobre, salvo nuovi arrivi, saranno solo tre (dagli otto di quando cominciò il governo Di Medio I) i funzionari in Comune: oltre a Satalino, sono rimasti il vice-Segretario Colucci e il Comandante della Polizia Locale Tommaso Ciccarone.