Operatori ecologici di Cassano in sciopero per premio produzione

WhatsApp Image 2020-07-13 at 08.53.59 (1)

Nuovo stato di agitazione degli operatori ecologici cassanesi impiegati nella Teknoservice: per il 7 e l'8 settembre prossimi, infatti, saranno in sit-in dinanzi alla Prefettura e quindi dinanzi al Comune di Cassano delle Murge. 

"Il Coordinatore della F.P. Cgil Bari Settore Igiene Ambientale Antonio De Leo - si legge in una nota del sindacato - diffida l’Ente ad ottemperare agli obblighi dell’appalto al fine di rispettare l’art. 4 del capitolato tecnico legato, appunto, alla premialità per il raggiungimento della percentuale di raccolta differenziata. Si tratta, inoltre, di una richiesta legittima da parte degli operatori ecologici, poiché le maestranze hanno ottemperato alle richieste dell’Ente nell’esecuzione degli obiettivi. Dopo la prima giornata di sciopero del 13 luglio 2020, ad oggi tutti i lavoratori non hanno percepito la premialità nei tempi stabiliti dall’esercizio dell’appalto di igiene urbana, ponendo i dipendenti in uno stato d’incertezza e difficoltà. Insomma, un atto dovuto. Non permetteremo che, ancora una volta, i lavoratori siano l’anello debole del sistema politico-burocratico. Bisogna, in ogni modo, onorare gli impegni assunti e sottoscritti tra le parti. Non - conclude la nota - ci fermeremo, il giorno 7 Settembre, presso la Prefettura di Bari, chiederemmo di essere convocati dalla in Prefettura per un eventuale tavolo tecnico, al fine di evitare disaggi ai cittadini di Cassano".

Astensione dal lavoro e braccia incrociate per rivendicare il premio di produttività legate al raggiungimento degli obiettivi raggiunti in materia di raccolta differenziata: circa 80mila euro che il Comune di Cassano delle Murge ritiene di non dover riconoscere essendo cambiato il contratto di lavoro. 

 

"Le raccolte dei rifiuti previste in tali giornate non saranno pertanto effettuate", avvisa il Comune di Cassano delle Murge con una nota "restando a carico del gestore Teknoservice Srl la comunicazione agli utenti dell’inizio dello sciopero, dei modi e dei tempi di erogazione dei servizi nel corso dello sciopero e delle misure per la riattivazione degli stessi.

Si invitano pertanto le utenze a non esporre i bidoncini delle raccolte nelle giornate di lunedì 07 e martedì 08 settembre 2020".