Rifiuti, confermato lo sciopero degli operatori

netturbini

Braccia incrociate lunedì 13 luglio prossimo per gli operatori ecologici dell'ATI "Teknoservice-Raccolio-AVS" che effettua la raccolta dei rifiuti a Cassano delle Murge.

Al centro della contesa con l'Amministrazione Di Medio il mancato riconoscimento della "premialità" per i lavoratori relativa al 2017 avendo il comune raggiunto elevati livelli di raccolta differenziata dei rifiuti.

Ma se la percentuale è stata raggiunta - tanto da aver fatto guadagnare al Comune anche premi regionali - il riconoscimento ai lavoratori finora è mancato.

Nei giorni scorsi Amministrazione Comunale, azienda e sindacati si sono incontrati per cercare di capire il da farsi ma la Di Medio e Briano hano spiegato ai rappresentanti territoriali e aziendali di Cgil e Cisl che stando a quanto stabilito dai contratti e secondo ciò che hanno potuto verificare gli uffici comunali "non ricorrono i presupposti per il riconoscimento della premialità richiesta".

Da parte sua la "Teknoservice", rappresentata da Giulia Dicembre, afferma, invece, che "le norme contrattuali prevedono l'erogazione della premialità anche per i Comuni che già partivano con delle percentuali elevate di raccolta differenziata".

Il mancato accordo fra le parti, dunque, ha portato alla rottura del dialogo. Il 13 luglio, dunque, sarà sciopero: il Comune di Cassano invita sia le utenze domestiche che quelle non dimestiche a NON esporre i bidoncini dell'umido perchè non saranno raccolti.