Venerdì 23 Ottobre 2020
   
Text Size

Turismo: nessun "effetto Matera" su Cassano

Via sanges

Impietosi i dati delle presenze turistiche a Cassano delle Murge nel 2019, elaborati da Puglia Promozione, l’Agenzia della regione Puglia per la promozione del turismo.

Secondo i dati dell’Agenzia gli “arrivi” dei turisti italiani nel nostro paese sono stati appena 1.351 e solo 469 quelli stranieri per complessivi 1.534 unità.

Cassano, nella provincia di Bari, risulta essere, cioè, nelle posizioni di coda per il numero complessivo di arrivi visto che siamo superati da paesi senza alcuna o scarsa tradizione turistica come Casamassima (3.140 arrivi in totale), Acquaviva (1.856 arrivi) o Capurso (6.348 arrivi).

Senza parlare del confronto, impietoso, con i Comuni che fanno parte del Parco Nazionale dell’Alta Murgia: dagli oltre 26mila arrivi segnati da Altamura ai 13.600 di Gravina, tutti fanno meglio di noi ad eccezione di Toritto e Grumo Appula.

Considerando, poi, le “presenze” ovvero i giorni di pernottamento nelle strutture alberghiere ed extra-alberghiere, Cassano segna 4.915 per gli italiani e 469 per gli stranieri per un totale di 5.384 presenze. Anche in questo caso si tratta di numeri che lasciano in coda quella che fu “la perla delle Murge”. Acquaviva, per dire, segna 7.915 presenze complessive e Santeramo 14.087.

Negli anni ’70 e ’80 Cassano era tra le poche località “a vocazione turistica” del Barese, riconosciuta anche da atti amministrativi della Regione Puglia (che, ad esempio, concedevano ai negozi di Cassano di restare aperti la domenica mattina oppure oltre l’orario di chiusura normale e di ricevere fondi pubblici regionali).

Poi il crollo, fino ai dati impietosi di Puglia Promozione.

A questo punto si rende più che necessaria, urgente una riflessione su quanto fatto negli ultimi anni per le politiche turistiche cassanesi. O meglio su quanto NON si è fatto: basti pensare alla grandiosa occasione persa con “Matera Capitale Europea della Cultura 2019” (e di cui, ad esempio, Santeramo si è grandemente avvantaggiata) dato che il nostro Comune, invece, non ha probabilmente goduto più di tanto.

Eppure dalle pagine di questo giornale avevamo ripetutamente sottolineato quanto importanza avesse quell’occasione per la nostra Cassano, ad appena 30 km. di distanza dal capoluogo lucano e con una ricettività non sufficienti a contenere tutti gli arrivi da ogni parte del Mondo.

E invece nulla è stato fatto se non una giornata assieme agli altri Comuni dell’Associazione “Cuore della Puglia” che evidentemente non ha portato più di tanto a Cassano.

Che dire, poi, dei soldi a pioggia distribuiti allo IAT, l’Ufficio Informazioni Turistiche o alle inesistenti promozioni delle bellezze di Cassano sul territorio regionale o la trascuratezza con la quale da sempre si considera il “Cammino Materano” che, invece, ha dimostrato essere uno dei pochi volani che riesce a portare nel nostro paese visitatori e turisti?

 

 

Commenti  

 
#20 Perla 2020-06-23 08:08
La perla della murgia è stata ingoiata anni fa. Evidentemente i ricordi sono offuscati perché la colata selvaggia di cemento per la costruzione di residence nel territorio non ha portato alcun beneficio, se non agli stessi costruttori. Quanto agli attacchi, puntuali, allo IAT, chi scrive sicuramente conosce i numeri, ma deve avere l'onestà intellettuale di riconoscere il lavoro svolto dalla gestione degli operatori, di quando l'ufficio era aperto e funzionante.
Concludo con gli elogi al Cammino Materano;
tutto bellissimo, è un via vai che sicuramente riempie di gioia, ma che non porta alcun beneficio economico/turistico.
 
 
#19 volavola 2020-06-18 12:36
Scusatemi se importuno, ora mi taccio. Un saluto.
 
 
#18 Concordo 2020-06-16 18:15
Concordo con flash io, a differenza di quanto indicato nell’articolo, vedo invece un incremento...DELLA DELINQUENZA!
Ma quello che mi angoscia è vedere che i “nostri ragazzi/e” grazie alle numerose iniziative in questo comune ormai sono “orientati” verso attività di alta specializzazione...BULLISMO...DEGRADO...ASSENZA SI SENSO CIVICO.
In poche parole, Cassano sta proiettando i “nostri” ragazzi ad un lavoro per il futuro...IL DOLCE FAR NIENTE...DISTRUGGERE IL NOSTRO PATRIMONIO, LE NOSTRE TRADIZIONI...quello che i nostri nonni hanno creato per anni ora, grazie all’assenza delle Istituzioni, i “nostri” ragazzi stanno distruggendo...
GRAZIE A TUTTI!!!
 
 
#17 Flash 2020-06-16 13:11
il nostro turismo a cassano e la delinquenza...
 
 
#16 cassanese verace 2020-06-16 09:23
Il turismo degli anni 70 e 80, basato sulle seconde case, era insostenibile, si è rivelato sterile e ci ha lasciato in eredità il deprezzamento di tutto il patrimonio immobiliare del paese; LE CASE COSTANO MENO OGGI CHE 20 ANNI FA a causa della iper offerta.
La trasformazione del paese in dormitorio e covo di gentaglia è dovuto al fatto che con poche decine di miglia di euro ci si può mettere un tetto sulla testa.
Il centro storico che dovrebbe essere il motore del paese, rimarrà abbandonato perchè il recupero degli immobili è anti economico rispetto all'acquisto in altre zone, per non parlare dell'acquisto nei borghi.
 
 
#15 michele.cassanese 2020-06-16 07:41
Fin quando il Centro Storico verserà nello stato di totale abbandono attuale i turisti potremo solamente sognarli ed a breve saremo superati anche da Grumo e Toritto!
 
 
#14 Arcangelo 2020-06-16 06:07
I dati in sé non hanno alcun senso.
Vero comunque, anzi palese, che a Mercadante potrebbe anche venire un milione di persone al giorno e la comunità non ci guadagnerebbe comunque una lira (valuta usata non a caso, ma per ricordare i tempi che furono).
Che aggiungere... Complimenti a tutti
 
 
#13 Cassanese_inside 2020-06-16 00:38
Non voglio fare polemica ..ma scusate le cose belle da vedere a Cassano sono il centro storico e le murge , ma purtroppo sono i posti più trascurati e lasciati a loro stessi , le murge piene di rifiuti , il centro storico ..beh inutile rivangare ,è sotto gli occhi di tutti,servivano degli incentivi per far si che Cassano risultasse un comune appetibile per i turisti , per esempio una completa ripulita del centro storico con annessi incentivi a piccoli imprenditori e negozianti ad aprire negozi e botteghe nel centro storico , rispettando il layout del borgo e le tradizioni del paese , completa area pedonale del centro storico , ad imitare il centro storico di alberobello , incentivi a quel turismo verde con piste ciclabili , escursioni ecc.. Nell'articolo si parla della vocazione turistica del paese negli anni 70-80 scusate ma che tipo di turismo era ? baresi che avevano la seconda casa a cassano non hanno portato nulla al paese anzi c'è stata una lottizzazione spregiudicata con benefici per pochi , adesso si vedono i risultati . Le proposte che ho elencato non sono di facile attuazione , ma servono amministratori e imprenditori coraggiosi e sopratutto bisogna che acquistiamo il senso di comunità e il fare squadra ..santeramo ea acquaviva sono avanti eppure non hanno le nostre bellezze
 
 
#12 Numeri 2020-06-15 21:06
Possiamo quantificare precisamente (in termini di euro) questa "pioggia" di soldi per lo IAT? Senza numeri, si rischia di confondere una pozzanghera con un lago. Si può anche capire quale sia stata l'attività di tale servizio a partire da Agosto 2019? In passato ne è stato osannato lo spirito volontario, anche su queste testate. Cosa è successo, da quel periodo? Grazie in anticipo, per i dati

LA REDAZIONE

Le basta scorrere l'archivio di questo giornale.
 
 
#11 Verità 2020-06-15 20:41
Ah, Francavolato vede quello che vedo io, eppure pensavo fossi il solo.
Tutto vero, la marmaglia, i delinquenti e le teste calde malavitose provenienti da quartieri malfamati del capoluogo di regione. Sembra che li hanno messo un cartello "ti trasferisci? Ve a Cassen, ú pais iass carr a tutt"
 
 
#10 Psyco Killer 2020-06-15 20:02
State tranquilli come promesso dalla nostra Sindaca in campagna elettorale avremo il turismo religioso ,che porterà a Cassano migliaia di pellegrini.
 
 
#9 SP 2020-06-15 19:48
Non avevamo bisogno dei numeri (discutibili) per decretare il fallimento anche sul fronte turismo da parte della Di Medio.
Mi stuzzica però bacchettare il direttore di questa testata per una frase fuori luogo: “contributi a pioggia”. Mi risulta che lo IAT di prima gestione abbia avuto fondi, e non contributi, dopo aver vinto dei bandi e quei fondi sono stati spesi secondo precise direttive regionali. Poi questa amministrazione è stata capace di tenere chiuso lo IAT anche con una nuova gestione e di questi fondi si sono perse le tracce!!!
Il Cammino Materano che ha numeri ridicoli quanto a indotto (quanti dormono in strutture a pagamento?) ha una organizzazione discutibile visto che privilegia alcune strutture a scapito di altre senza una spiegazione. O forse si.
 
 
#8 volavola 2020-06-15 18:02
Giusta analisi quella del commentatore n°1,però lo pregherei di non infierire soltanto sull'attuale sindaco ,che effettivamente la sua parte di colpa la tiene,però è da tenere in considerazione che il declino e l'imbarbarimento del paese è iniziato nella seconda metà anni ottanta con finale colpo di grazia nel novanta con
l'accoglienza degli albanesi al camping.Non ci resta a questo punto che stendere sull'argomento un velo pietoso cercando noi cittadini di contribuire ,nel nostro piccolo, affinchè il futuro sia migliore.Un saluto.
 
 
#7 alcuni ex operatori 2020-06-15 16:23
Gentile redazione, noi ex operatori turistici dello IAT di Cassano delle Murge ci troviamo ANCORA UNA VOLTA ad essere attaccati, ANCORA UNA VOLTA senza la possibilità di un confronto (ricordiamo il boccone amaro ingoiato dopo aver letto il post del 1 agosto 2019, pubblicato sulla pagina istituzionale del Comune, in cui l'organo di governo cittadino ci accusava velatamente di voler offrire un servizio solo per "mero compenso economico"). Vorremmo chiarire alla redazione e ai cittadini che la pioggia di denaro, che non dev'essere stata così intensa, ci ha solo sfiorati. Abbiamo prestato le nostre professionalità e il nostro tempo per due anni, e solo per alcune di queste giornate abbiamo ricevuto un compenso (la maggior parte tramite pugliapromozione) che di certo non ci hanno arricchiti. Abbiamo accolto visitatori, organizzato attività e collaborato alla realizzazione di altre a titolo volontario e gratuito per la maggior parte del tempo. Dopo l'ennesimo attacco ci è sembrato doveroso dire la nostra perchè a furia di tirar frecciate ad alcuni, si finisce col colpire chi si trova per caso sulla linea di tiro.
 
 
#6 Francavolato 2020-06-15 13:29
E per forza! Cassano è ormai solo un covo di 'marmaglia' locale-extracomunitaria e come unica attività proposta c'è la camminata tra i rifiuti dispersi in ogni angolo di territorio. Non mi esprimo per nulla sulla politica degli ultimi anni, non ne vale la pena.
 
 
#5 Verità 2020-06-15 12:39
Incredibile......Casamassima? E cosa hanno da vedere lì, la galleria del Conad? :lol:
 
 
#4 Complimenti 2020-06-15 12:33
Bravi tutti....paese sempre più in basso... grazie ai nostri amministratori....bravi davvero tutti...ottimo lavoro
 
 
#3 Iat? 2020-06-15 11:59
Una domanda alla redazione: Com'è possibile distribuire dei soldi all'Ufficio Informazioni Turistiche, quando questo è perennemente chiuso?

LA REDAZIONE

C'è stato un tempo in cui era aperto, perchè aveva ricevuto soldi. poi ha chiuso di nuovo.
 
 
#2 Cittadino cassanese 2020-06-15 11:56
Tranquilli, con le varie cittadinanze onorarie in discussione, Cassano si riempirà di turisti a breve!
 
 
#1 ... 2020-06-15 11:16
I dati di Puglia Promozione sono discutibili, fatta eccezione per quelli delle presenze alberghiere. Gli altri dati su cosa si basano? Sulle registrazioni presso IAT del territorio? Ma a Cassano è stato fatto chiudere dopo aver fatto credere, durante la festa patronale, che poteva rimanere aperto gratuitamente grazie all'apporto di qualche giovane che è stato usato allo scopo. Dunque dati sottostimati secondo me ma sicuramente disastrosi perché mai nulla è stato fatto da questa Sindaca (con delega al turismo voglio ricordarlo). L'unica cosa che non ha mai mancato di fare è quella di dire che Cassano è un paese turistico. Ma anche qui sbagliando, dati alla mano, visto che lei l'ha reso paese dormitorio. Non so quale sciagura augurare a questa amministrazione che sta arrecando danni che pagheremo per tanti anni (sommando ai disastri del quinquennio 2009-2014). Un immobilismo desolante. Il paese è stato ucciso. E la colpevole è la nostra Sindaca.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.