Venerdì 23 Ottobre 2020
   
Text Size

Coronavirus, Salonia: "ecco i documenti da predisporre"

unnamed

Una sicurezza sui luoghi di lavoro che sia reale e concreta è l’imperativo per le prossime settimane ed i prossimi mesi, quando tutta l’Italia entrerà finalmente – si spera, almeno – nella cosiddetta “fase 2” dell’emergenza sanitaria determinata dalla pandemia.

Se l’andamento dei contagi, infatti, dovesse procedere come nelle ultime settimane, già il prossimo 4 maggio molte attività che finora hanno dovuto sospendere la produzione di beni e servizi potranno riaprire e riprendere a lavorare.

Ovviamente lo si farà gradualmente, come gli esperti consigliano, secondo un preciso programma che consentirà la riapertura di quelle attività a minori rischio per arrivare a quello con il rischio di contagio più elevato, senza mai “abbassare la guardia” nei confronti di un virus che in tante parti del Mondo ha mostrato di essere subdolo e “vendicativo”, con ondate di contagio di ritorno per nulla tranquillizzanti.

Ecco perché attività grandi e piccole, che siano aperte o meno al pubblico, ai clienti, devono necessariamente adottare e trasporre in un documento, misure di sicurezza sul lavoro, come espressamente indicato dall’ Ispettorato Nazionale del Lavoro con nota 89/2020, nonché dalle indicazioni successive dello stesso Ispettorato. Tali misure  devono salvaguardare innanzitutto  la salute dei lavoratori e la loro sicurezza il che significa anche quella delle loro famiglie nonché degli eventuali clienti, fornitori e utilizzatori che dalle piccole attività commerciali al grande negozio e per finire alle fabbriche medio-piccole riprenderanno le attività.

Giuseppe Salonia, cassanese d'adozione, Consulente in sicurezza e salute sui luoghi di lavoro con una trentennale esperienza alle spalle a servizio di piccole e medie aziende, ha elaborato un Documento che risponde a quanto previsto dalle attuali normative e protocolli e consente al Datore di Lavoro, che si trova a dover riaprire la propria attività, di rispettare le norme in materia di salute e sicurezza adeguando la sua azienda a quando stabilito.

 “L’elaborato – ci dice il Consulente – è del tutto personalizzabile, in modo semplicissimo, da parte dell’impresa, dell’esercizio commerciale, della bottega artigiana. Il Documento (e gli allegati) hanno un impianto (diversificato per settore commerciale, produttivo, edilizio) molto semplice perché ho cercato di sintetizzare al massimo quanto prevede la normativa in materi di sicurezza, adeguandola a quanto previsto dalle misure in  contenimento del contagio da coronavirus, previsti  dai vari  protocolli firmati dal governo con i sindacati”.

Un aiuto indispensabile, dunque, per tutti coloro che hanno da poco riavviato la propria attività o che si accingono a farlo e che hanno come bene primario la salute dei collaboratori e di tutti coloro che utilizzano i propri beni e servizi.

Il Documento è messo gratuitamente a disposizione da Giuseppe Salonia “conscio che tutti dobbiamo contribuire a far ripartire il sistema-produttivo evitando speculazioni di ogni genere”, ha spiegato al nostro giornale, suggerendoci di essere in qualche modo partner di questa sua iniziativa: a chiunque faccia richiesta tramite email a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. il Documento sarà inviato gratuitamente, così come i successivi aggiornamenti, senza alcun costo. Basterà indicare nome, cognome e azienda assieme ad un indirizzo di posta elettronica dove spedirlo.

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.