Sabato 21 Settembre 2019
   
Text Size

Niente DUC per Cassano: i commercianti dovranno attendere

duc

Dovranno attendere ancora i commercianti cassanesi per la costituzione del Distretto Urbano del Commercio (DUC).

Al Bando pubblico promosso dalla Regione Puglia, che stanziava risorse per la costituzione e la promozione dei DUC, il Comune di Cassano, infatti, non ha risposto, pare per mancanza di fondi posti a Bilancio.

Proprio in questi giorni le Amministrazione Comunali che vi hanno aderito – ad esempio Santeramo in Colle – stanno ricevendo i fondi (55mila euro, per cominciare) per dare il via ai DUC.

Ma cosa sono i Distretti Urbani del Commercio?

L’espansione dei grandi centri commerciali ha messo in crisi, da diversi anni, il tradizionale sistema di vendita che in Italia è costituita dai negozi di quartiere, dalle piccole botteghe e via di seguito. Un sistema che ha certamente sofferto ma che ha resistito in gran parte, tanto che la tendenza ultima – così come sta avvedendo negli U.S.A. – è quella di ridimensionare le grandi superfici di vendita e guardare più da vicino al negozio sotto casa.

La strada, però, è irta di ostacoli: le grandi catene commerciali possono vantare “spalle larghe” economicamente parlando mentre spesso i negozi devono fare i conti con offerte “fuori mercato” e pratiche aggressive sui prezzi che non si possono permettere.

Ecco nascere, dunque, l’idea di far associare i negozi di un intero comune o anche fra più comuni in veri e propri Distretti per favorire l’aggregazione, incrementare la collaborazione, legare il commercio al turismo, laddove c’è, valorizzare le specificità territoriali, migliorare la qualità degli spazi pubblici e le strategie pubblicitarie e di marketing.

Tutte voci che hanno un costo ma che da soli, i singoli negozi, non sempre possono permettersi di attuarle: da qui l’idea di mettersi insieme, con a capo l’Amministrazione Comunale.

Di DUC, a Cassano, se ne parla da almeno cinque anni: la passata Amministrazione Lionetti individuò come partner il Comune di Sannicandro di Bari ma poi non se ne fece più niente.

Il Bando della Regione promulgato l’anno scorso avrebbe potuto essere una opportunità da cogliere per il nostro Comune ma anche qui uno stop.

“Abbiamo postato i fondi e parteciperemo al prossimo Bando” ci ha detto ieri un Assessore della Giunta Di Medio al quale abbiamo chiesto lumi sulla vicenda.

Nel frattempo i commercianti cassanesi….faranno da soli!

 

Commenti  

 
#5 Libero 2019-07-11 09:32
Comunque i Duc devono essere avviati dai commercianti e associazione al quale aderisce il Comune.
Quindi il lassismo è totale in questo nostro paese.
Mea culpa di tutti
 
 
#4 Joe pesce 2019-07-05 23:14
Scusate ma il Duc di Gioia mi pare sia stato fatto con la consulenza del dr.Arganese commercialista cassanese. Ma parche assessore e sindaco non avete la umiltà di chiedere in casa a chi capisce di più.
 
 
#3 VL 2019-07-05 09:06
L’incompetenza regna sovrana...
 
 
#2 nuncestò 2019-07-04 12:31
ahahahahahahahahahah
 
 
#1 Commerciante 2019-07-04 07:57
Brav all'assessore all'attività produttive, complimenti, sempre attento alle problematiche del paese e dei commercianti. Ma vi rendete conto che andiamo allo sbando?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.