Consorzi di bonifica: nuova mobilitazione degli agricoltori

consorzio-bonifica-terre-apulia

 E' stata indetta per giovedì 31 gennaio, ad Altamura, la mobilitazione degli agricoltori che rimetteranno in moto i trattori per protestare contro i tributi ingiusti dei Consorzi di bonifica.

La data è stata stabilita nella recente assemblea di Poggiorsini, organizzata dal Movimento Riscatto, dalla Rete dei Municipi Rurali e dal Tavolo Verde Puglia. All'incontro hanno partecipato sindaci e assessori dei Comuni di Altamura, Gravina, Santeramo, Minervino e Spinazzola, oltre ovviamente al primo cittadino di Poggiorsini, Michele Armienti, che ha convocato la riunione.

"Bonifichiamo i Consorzi": sarà questo il "grido di battaglia" di agricoltori e non solo perché sono invitati a partecipare rappresentanti delle istituzioni e i cittadini. Le richieste sono chiare. La prima è "l'annullamento immediato delle cartelle emesse senza servizi corrisposti"; la seconda è rivolta a Governo e Regione per garantire una riforma dei Consorzi in modo tale che siano realmente rappresentati gli agricoltori e le comunità nella gestione del servizio idrico.

Una protesta più che legittima. Anche la Corte Costituzionale ha stabilito che è incostituzionale far pagare dei tributi per servizi che non sono stati resi.