Domenica 24 Giugno 2018
   
Text Size

Sviluppo sostenibile: la Città Metropolitana si interroga

città-metropolitana-310x206

“Agricoltura Ecosostenibile, dalla Green Economy allo Sviluppo del Territorio” il tema protagonista al meeting istituzionale organizzato dalla Città Metropolitana di Bari, Coldiretti Bari/ Bat e Ass. Comunicaetica MadeinMurgia.org

In occasione del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018 promosso da Asvis – L’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile- presso la sala consiliare della città Metropolitana di Bari si è parlato di come l’Agricoltura dev’essere intesa come chiave di svolta e di sviluppo del nostro territorio, associata a motivi culturali, sociali, ed economici; agricoltura intesa non solo come identità storica e territoriale, ma anche intesa come integrazione tra tradizione e tutela.

La presidente di MadeinMurgia.org Maria Caserta ha ribadito il concetto di rete, fondamentale per operare sul territorio attraverso azioni concrete, replicabili e sostenibili.

Il Consigliere Antonio Stragapede, Delegato alla “Promozione e Coordinamento dello Sviluppo Economico del Territorio Metropolitano” per l’occasione ha detto “La mia volontà è quella di creare una rete su vari territori, sviluppare distretti che prevedano un patto, come quello sottoscritto il 21 Novembre 2017 in occasione dell’Azione Serr, estendendolo ad altre realtà territoriali. L’obbiettivo è incentivare i progetti sull’agricoltura sociale.

Vito Amendolara Delegato Confederale Coldiretti Territoriale e project Leader della Dieta Mediterranea ha relazionato sul tema dell’agricoltura, sicurezza alimentare e Biodiversità dei prodotti agroalimentari identitari del nostro territorio.

Sono intervenuti il Domenico Campanile, Dirigente di sezione del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale della Regione Puglia, Cesareo Troia, Vice Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia che ha evidenziato la strategia del parco che include le “Tre C”, ovvero Conoscenza, Cittadini, Condivisione nell’ottica della biodiversità , ecologia e sostenibilità e tutela del territorio e inoltre Elena Saponaro, Direttore del Museo Nazionale Archeologico di Altamura, del Museo Jatta di Ruvo di Puglia e di Castel del Monte, che ha sottolineato come il nostro paese vanta un patrimonio enogastronomico unico al mondo; per questo il MIBACT ha proclamato il 2018 Anno nazionale del cibo italiano, e dunque per la promozione e sinergia territoriale è importante avere come punto d’inizio la cultura sostenibile.

A seguire  Gaetano Pascale Presidente di Slow Food Nazionale ha relazionato sulla biodiversità del territorio come strumento per la tutela dell’ambiente e come componente principale dell’agricoltura identitaria del territorio italiano, e in rappresentanza dell’Uniba e Di.S.A.A.T. – Dipartimento di scienze agroambientali e territoriali- hanno relazionato il Vicario di Dipartimento, Giuseppe Marsico, e la prof.ssa Angela Gabriella D’Alessandro.

A seguire Vincenzo Vizioli Presidente Aiab Nazionale ha parlato del biologico come modello sostenibile per l’agricoltura e Rachele Invernizzi Vice Presidente FederCanapa ha sottolineato come la Canapa industriale rappresenta una grande opportunità economica ed ecosostenibile per il territorio.

Il Prof. Francesco Palmirotta , Presidente CEA, Centro Educazione Ambientale “Solinio Village” di Cassano delle Murge ha parlato di ecoterapia come ontosofia della propria terra.

Saluti finali da parte del Sindaco di Poggiorsini, Michele Armienti e del Sindaco del comune di Cassano delle Murge, Maria Pia Di Medio.

Il Festival si è concluso con due appuntamenti durante l’arco dell’1 giugno con attività rurali e laboratoriali con gli esperti del Centro CEA Solinio di Cassano delle Murge e con l’introduzione della conoscenza dell’Ecovillaggio del presidente Palmirotta. Hanno partecipato le classi terze dell’Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco di Gravina in Puglia e una rappresentanza di alunni del Liceo Leonardo Da Vinci di Cassano delle Murge pratners del Progetto Murgia Social Km0.

A seguire alle ore 18.00 presso il Comune di Cassano si è tenuto il Tavolo Tematico dal titolo “Agricoltura Ecosostenibile e Biodistretto Aiab”.

Presenti al Tavolo, i delegati dei sindaci Comuni di Sannicandro e Bitetto, Assessori, Consiglieri del Comune di Cassano delle Murge, Centro Cea Solinio, delegato Associazione Ferventazione di Cassano, l’Associazione Comunicaetica Madeinmurgia.org e AIAB Puglia.

Ad Aprire i lavori il Sindaco Maria Pia Di Medio di Cassano delle Murge. Obiettivo del tavolo: creare i presupposti  per la nascita di un Biodistretto Aiab pilota, che verta alla promozione e aggregazione delle realtà Bio dell’area dell’Alta Murgia.

Il Sindaco di Cassano si farà promotore di tale iniziativa, sostenendo pertanto, che dar voce alle realtà silenziose ma importanti del territorio può portare ad uno sviluppo, condiviso, del territorio ed economico, producendo occupazione e integrazione socio-lavorativa.

 

 

Commenti  

 
#1 peppes 2018-06-05 07:06
Avete capito? Il sindaco di Cassano si darà da fare (nel silenzio operoso) a dar voce alle realtà silenziose. Così nessuno saprà nulla. E tutti zitti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI