Gal, presentato il Piano di Azione: da dicembre si parte coi Bandi

DSCN0001-iloveimg-cropped-iloveimg-resized

Obiettivo dichiarato: “restituire all’Unione Europea, nella rendicontazione 2020, zero euro”.

E’ la promessa del Direttore del Gruppo di Azione Locale “Terre di Murgia”, Pasquale Lorusso che ieri ha presentato il Piano di azione delle attività del GAL a cui appartiene Cassano, presso la sala Consiliare, assieme al Sindaco Maria Pia Di Medio, all’assessore alle Politiche di sviluppo economico del territorio Michele Campanale e all’unico rappresentante cassanese nella “stanza dei bottoni” del Gal, Quirico Arganese nonché del Presidente dell’organismo Onofrio Vicenti.

A disposizione di imprese e Comuni  - ha spiegato Lorusso – ci sono 10 milioni di euro che attraverso i diversi Bandi che il Gal proporrà già a partire da gennaio, dovranno “contribuire a sviluppare un’area basandosi su tre pilastri: turismo, beni culturali e potenziamento delle filiere locali” ha spiegato Arganese.

Folta la partecipazione degli ascoltatori, segno che quelle del Gal sono fra le misure economiche e di sostegno meglio concepite per investire le ingenti risorse che l’Unione Europea mette a disposizione dell’Italia, perché vicine al territorio e alle sue esigenze e senza inutili distribuzioni “a pioggia”.

Cassano, d’altra parte, è stato fra i territorio che meglio hanno saputo sfruttare le opportunità di finanziamento del vecchio Gal “Conca barese” hanno ricordato il Sindaco e l’assessore Campanale dando il benvenuto ai presenti, con decine di progetti di cui hanno usufruito molte imprese agricole, agriturismi e lo stesso Comune di Cassano.

Il Direttore Lorusso ha quindi disegnato lo scenario nell’ambito del quale si distribuiranno i Bandi: sostegno alle piccole imprese agricole, sia singole che associate, anche assieme ad attori del “terzo settore” e del privato sociale”, che dimostrino innovatività e capacità di attrazione; poi i Comuni e solo quelli (non altri enti pubblici) che fanno parte del Gal (Altamura, Santeramo, Cassano, Toritto, Sannicandro, Bitetto) perché sappiano sviluppare, anche in sinergia, politiche di turismo sostenibile e inclusivo.

“Dobbiamo avere la capacità – ha detto Lorusso – di saper spendere tutte le risorse che ci sono state assegnate, anzi dobbiamo essere così bravi da chiederne di aggiuntive alla Regione Puglia: con progetti seri, mirati, sostenibili e che diano valore al territorio”.

Tutte le info e i futuri bandi su: www. galterredimurgia.it 

 

DSCN0010-iloveimg-resized copy copy

DSCN0004-iloveimg-resized copy copy