Martedì 23 Ottobre 2018
   
Text Size

All’UniBa l’inchiesta di Paul Scheuermeier su Cassano anni ‘30

Paul Scheuermeier

 

Mercoledì 11 aprile alle ore 15 si svolgerà nell’aula C dell’Università degli Studi di Bari (Palazzo Ateneo, secondo piano) un seminario di studio sulla ricerca linguistico-etnografica effettuata dal dialettologo romanzo Paul Scheuermeier a Cassano delle Murge nel 1930.

Tra il 1930 e il 1935 lo studioso svizzero Paul Scheuermeier, già indagatore dell’Atlante linguistico ed etnografico dell’Italia e della Svizzera Meridionale (AIS), tornò in Italia per una nuova campagna ricognitiva volta a integrare, mediante un questionario speciale, la documentazione etnografica fino ad allora raccolta considerata lacunosa. Tra i punti prescelti compariva anche Cassano delle Murge, unico in Puglia, e assente tra i punti di rilievo iniziali dell’AIS.

L’inchiesta cassanese fu svolta tra il 12 e il 15 aprile del 1930 e si configura come una fonte unica nella documentazione etnografica-linguistica inerente la cultura materiale e la vita contadina agropastorale del centro murgiano nei primi anni del Novecento. Tutta la documentazione riguardante l’inchiesta condotta da Paul Scheuermeier, ovvero 48 fotografie corredate da fogli di accompagnamento (compilati in tedesco e contenenti le didascalie delle foto, con i nomi in dialetto degli oggetti raffigurati e la spiegazione del significato) e 147 schizzi disegnati dal pittore bernese Paul Boesch è conservata presso la sezione Archivio AIS dell’Università di Berna. Si tratta di materiale in gran parte inedito dall’elevata valenza storiografica, etnografica e dialettologica. Sul piano propriamente linguistico, le numerose forme dialettali presenti nei fogli di accompagnamento costituiscono un patrimonio di notevole rilevanza, in quanto diretta testimonianza di un sapere linguistico diacronicamente marcato, poiché risalente al 1930, non più coincidente con quello odierno, e pertanto degno di essere considerato quale prezioso bene immateriale della storia di Cassano.

Il Club per l’Unesco di Cassano, per conto del Museo del Territorio di Cassano e dell’Alta Murgia (MUTEC), si è fatto carico di acquistare i diritti di utilizzo dei materiali cassanesi al fine di renderli noti alla comunità scientifica e al grande pubblico. Primo frutto di questa illuminata iniziativa che evidenzia lo stretto rapporto che si deve auspicabilmente creare tra enti e territorio a favore della cultura è il volume Immagini di vita contadina a Cassano nel 1930- dalla ricerca linguistico-etnografica di Paul Scheuermeier (Bari, Edizioni di Pagina, 2017) in cui studiosi di formazione diversa – storica, antropologica e linguisitica, mettono in luce la novità e l’importanza della ricerca per l’area barese.

Il Seminario, organizzato dai docenti Maria Carosella e Patrizia Sorianello del Dipartimento LELIA, con le quali sia il MUTEC che il Club per l’Unesco di Cassano hanno avviato da mesi una proficua collaborazione, intende dunque presentare i contributi dei vari autori volti a mettere in luce i diversi aspetti dell’inchiesta cassanese, al fine di fornire agli studenti e alla comunità scientifica, non solo notizie in merito alla ricerca svolta dallo studioso svizzero per l’AIS, ancora oggi considerato una fonte unica per ampiezza dei punti di indagine e per mole di dati, ma anche per evidenziare l’importanza del connubio tra istituzioni per la riscoperta e la salvaguardia del territorio. Tale iniziativa si auspica possa avere una ricaduta positiva per la sensibilizzazione della comunità studentesca nei riguardi della ricerca scientifica su territorio ai fini anche delle prospettive lavorative. In questa direzione, il pomeriggio seminariale è stato inserito anche tra le attività del Dottorato di ricerca in Lettere Lingue Arti e dei Corsi di laurea in Lettere.

All’incontro partecipano: il Sindaco di Cassano delle Murge, Dottssa Maria Pia De Medio, Il Presidente per il Club per l’Unesco di Cassano delle Murge Profssa Maria Simone, il Prof Giuseppe Poli (Università di Bari), il Prof. Ferdinando Mirizzi (Università della Basilicata), le Profsse Maria Carosella e Patrizia Sorianello (Università di Bari).

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI