Martedì 24 Aprile 2018
   
Text Size

Raccontare legalità e ambiente attraverso la fotografia

mostra fotografica liceo

Il reportage fotografico come educazione alla legalità, per denunciare scempi e contraddizioni nonché mostrare le potenzialità di un ambiente ricco di natura e varietà.

Sono questi gli obiettivi del progetto presentato l’altra sera presso la sala conferenze del Palazzo “Miani-Perotti” curato da alcune classi del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Cassano.

Il progetto è stato presentato dal prof. Elio Racano (tutor del progetto) insieme alle prof.sse Dora Luiso (referente  del Gruppo interno per la promozione delle attività espressive) e Maria Teresa Lanzolla (funzione strumentale PTOF). Si tratta del progetto ELLE - Fondi delibera CIPE 138/2000 e s.m. Programma Emersione Puglia - "Interventi di Educazione nella legalità al Lavoro nel territorio pugliese"in prosecuzione degli obiettivi previsti nel Programma Emersione 2001-2012.

Dora Luiso ha presentato il progetto nato in riferimento ad un bando regionale, vinto dalla scuola, su “Interventi di educazione alla legalità”: i progetti attivati dalla scuola hanno visto i ragazzi confrontarsi con diversi linguaggi espressivi;  l’anno scorso, ad esempo, è stato prodotto un cortometraggio che ha vinto anche un concorso nazionale mentre quest’anno è stato organizzato un corso sul linguaggio fotografico, un linguaggio a cui i ragazzi si stanno avvicinando sempre più e che ha consentito loro  di emozionarsi e di emozionare la giuria che ha premiato poi i tre lavori migliori. 

Elio Racano ha parlato nello specifico della realizzazione del progetto intitolato “Luci ed ombre della natura”: il corso, oltre a trattare aspetti tecnici della fotografia, ha visto impegnati i ragazzi in diversi aspetti, dalla realizzazione alla stampa all’allestimento della mostra, ma ha anche e soprattutto affrontato argomenti di tipo sociale ed educativi. Attraverso lo strumento fotografico i ragazzi hanno imparato a Documentare, Denunciare e Difendere.

In tal senso, l’approccio didattico del corso di fotografia è stato mirato in particolare alla rappresentazione di temi naturalistici, evidenziando gli aspetti meravigliosi del nostro territorio ( luce), a volte deturpati da scempi di vario tipo (ombre).

Il corso ha posto i seguenti obiettivi:

  • la documentazione fotografica utilizzata come reportage di denuncia , di tutela ambientale e di educazione alla legalità;
  • La creazione di un osservatorio permanente di contributi fotografici finalizzati alla tutela del territorio;
  • L’acquisizione di abilità tese a dominare la luce attraverso il,mezzo tecnico, sviluppando e potenziando un modello espressivo e comunicativo.
  • Al termine del corso ogni partecipante ha scelto 3 foto, creando così un mini progetto fotografico personale che fosse coerente e collegato alle tematiche affrontate.

    Compito della giuria composta da due esperti esterni, Daniele Brescia e Rossano Percoco, due esperti interni, prof. Raffaele Fiantanese e Prof. Vito Mele, dalla dirigente scolastica prof.ssa Daniela Caponio, dal Dsga Vito Attollino, e dal prof. Elio Racano tutor interno del progetto.

    Sono stati premiati:

    1 posto Giuseppe Nicassio - Giallo distillato

    2 posto Asia Maria Festa - Piccione viaggiatore

    3 posto - Maia Campanale - per l’intero progetto.

     

    Aggiungi commento

    rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

    ULTIMI COMMENTI