Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Cerchio sciamanico “lo spirito del luogo”

b3f0433c-b880-4080-9580-847d2756023f

Ancora una volta è la Foresta Mercadante a trasformarsi in un meraviglioso teatro di spiritualità e magia animato dai colori della madre terra e dalla musica del vento.

Nascosto tra la folta vegetazione, fa capolino un cerchio suggestivo di alte e rigogliose querce. Rapito da questa splendida nicchia di foresta, l’ Associazione Culturale “L’arte del risveglio” , grazie all’esperienza straordinaria di Artiglio Ueman e con la collaborazione del gruppo Murgia Trekking & More, ha condotto  un cerchio sciamanico di guarigione attraverso la connessione con la saggezza e l’immenso potere della natura.

Artiglio Ueman si è formato in Core Shamanism presso il Centro Studi Sciamanici a Verona con l’immenso Nello Ceccon. Attualmente segue una formazione sciamanica tolteca della famiglia Azzurra con il maestro Agustin Chaman de Armenteras. Artiglio è praticante di Intensi e altri movimenti energetici fisici e respiratori per riequilibrare il corpo energetico e guarire fughe di energie. Nel corso degli anni ha sviluppato proprie tecniche di guarigione transculturali in sincronicità con lo spirito. Conduce cerchi di guarigione, cerimonie, seminari e trattamenti individuali di guarigione. Fa dello sciamanesimo uno stile di vita, impeccabile, in continua ricerca ed in cammino nel mare oscuro dell'infinito ignoto.

L’evento si è svolto nella serata di sabato 9 settembre in Foresta Mercadante( Cassano delle Murge ) ed ha avuto inizio alle ore 18:00 con una breve meditazione camminata.

Il cammino in foresta è stato l’allegoria perfetta di un viaggio interiore di ascolto e profonda connessione. La meditazione dinamica ha coinvolto attivamente i partecipanti che hanno appreso come entrare in un lieve stato alterato di coscienza  mediante il suono ripetitivo dei sonagli ed il tamburo sciamanico che essi stessi hanno suonato, animando la foresta. Proprio gli spiriti della foresta, spiega Artiglio , adorano le particolari vibrazioni e la musica dei sonagli e ciò li spinge ad intraprendere un primo contatto con l’individuo. Un intreccio di anime rafforzato anche da una prolungata concentrazione sul respiro e sul proprio corpo. Durante il percorso è stato chiesto anche di cogliere un sasso a piacere lasciandosi guidare dall’istinto e dal “sentire” l’oggetto come energeticamente compatibile.

b3f0433c-b880-4080-9580-847d2756023f copy

Giunti alla magica location, i partecipanti hanno creato un cerchio lasciandosi guidare dalla disposizione naturale delle querce, allegoria del cerchio sciamanico posto in essere. In seguito Artiglio ha presentato la pratica ponendo particolare attenzione alla visione sciamanica della vita per cui l’intera natura è viva ed animata. Lo sciamano, spiega ancora, vive in sintonia con gli spiriti che animano la natura ed il cosmo ed  il suo compito è armonizzare la vita umana con quella del mondo naturale e con i cicli della terra. Tutte le cose create sono dotate di coscienza e vita ed hanno quindi uno spirito. Dagli spiriti delle piante, degli alberi, delle pietre e del luogo, si può trarre grande saggezza e grandi poteri di guarigione stabilendo connessioni e relazioni importanti.

Durante la presentazione della cultura sciamanica, Artiglio ha mostrato a tutti i suoi tamburi sciamanici descrivendone il potere di accompagnare il viaggiatore nel Mondo Superiore degli spiriti e di chieder loro una guarigione. Bellissimi strumenti tipici del folklore nativo americano dell’epoca precolombiana e realizzati in materiali naturali modellati tra loro.

Il cerchio ha avuto inizio con un primo richiamo agli spiriti dei punti cardinali per poi proseguire con canti aztechi evocativi dei quattro elementi quale terra, acqua, aria, fuoco e danze guidate dal ritmo dei sonagli, anch’esse di origine azteca.

I partecipanti sono poi stati guidati durante la pratica di esercizi energetici per riequilibrare il corpo energetico e per accumulare energia nei 3 principali centri energetici (centro vibratorio – centro della volontà – centro decisionale) attraverso un canale di interazione dei campi energetici interni ed esterni chiamato “punto di unione”, situato all’esterno del corpo in corrispondenza delle scapole. Artiglio ha sottolineato la peculiarità di questo punto nello spostarsi lungo il corpo determinando quindi il punto di vista attraverso il quale l’esperienza dell’individuo prende forma e quindi la percezione del mondo.

Successivamente i protagonisti attivi del cerchio hanno appreso come ottenere una divinazione attraverso un oggetto naturale ed animato quale il sasso raccolto durante il cammino. Non un semplice sasso bensì un oggetto energeticamente animato che comunica al singolo attraverso le forme e colori. Ognuno ha avuto la possibilità di ottenere un responso con la guida dello spirito della pietra e l’ha poi condiviso con il cerchio.

La pratica si è poi conclusa con un viaggio sciamanico nel mondo superiore degli spiriti attraverso il ritmo incalzante e galoppante del grande tamburo sciamanico, con il corpo comodamente disteso a contatto con la terra e gli occhi rivolti al cielo stellato. Durante il viaggio i membri del cerchio hanno stretto un legame d’intesa con il proprio Spirito guida o un Animale di potere, in uno stato alterato di coscienza. A questi ultimi è stata richiesta una guarigione negli ambiti più vari quali le relazioni, lavoro, la psiche ed il corpo.

Con un fragoroso battito di tamburo i partecipanti hanno concluso il viaggio sciamanico per poi ritornare a percepire il proprio corpo. Successivamente il cerchio si è concluso con i feedback dei membri del cerchio i quali poi hanno fatto ritorno al punto di partenza accompagnati da un meraviglioso cielo stellato e misteriosi sentieri notturni.

L’evento si è concluso con una ricca cena vegetariana in natura offerta dai partecipanti e dalle loro ottime pietanze preparate con dedizione e voglia di condividere assieme momenti di allegria e conoscenza reciproca.

 

Commenti  

 
#3 Scacarella Felice 2017-09-19 06:22
Anche noi facevamo cose simili, ma con una tromba a giro.
 
 
#2 sorrido 2017-09-18 15:52
mi spiace contraddirla ma non si tratta di diavolerie o satanismo... ha mai sentitop parlare di fratello sole e sorella luna? si tratta di trarre energia dalla natura tutto qui ;)
 
 
#1 kpaneb 2017-09-14 21:54
Bel modo per attirarsi forze negative delle quali non sarà facile sbarazzarsi! Manco gratis queste diavolerie
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI