Martedì 13 Aprile 2021
   
Text Size

Mercadante "chiusa" a mezzi e pedoni fino a martedì

145029579-24b0013c-3ef7-46b6-b4b1-bf62862b0306

Giornata di controlli serrati da parte delle forze dell'ordine ieri a Cassano delle Murge. Così come in molti Comuni il dispositivo previsto dal Ministero dell'Interno per rafforzare le verifiche degli spostamenti in occasione delle festività pasquali si è tradotto con la presenza di pattuglie congiunte Carabinieri e Polizia Locale ai principali ingressi del paese. Diverse decine i mezzi controllati con centinaia di verifiche su spostamenti giustificabili o meno e in qualche caso non sono mancate le sanzioni, non solo per la violazione delle normative anti Covid ma per quelle al Codice della Strada.

Intanto i contagi continuano a crescere in paese: 144 i positivi conclamati, secondo il bollettino di ieri emanato dalla Prefettura su dati Asl a cui occorre aggiungere altri 90 casi di persone in isolamento fiduciario ed almeno 4 ospedalizzati per un totale di 238 persone. Un numero altissimo  in rapporto alla popolazione residente e soprattutto con un andamento crescente che non cenna a flettere, almeno per il momento.

Anche per questo motivo, così come lo scorso anno, la Sindaca Maria Pia Di Medio con una Ordinanza ha deciso che per i giorni di Pasqua e Pasquetta la Foresta di Mercadante sarà completamente chiusa al traffico sia veicolare che pedonale: tutte le strade di accesso al grande polmone verde saranno chiuse e sbarrate nonchè presidiate dalle forze dell'ordine affinchè non vi sia alcuna possibilità di accedere e dunque creare potenziali assembramenti.

La chiusura interesserà per la giornata di martedì 6 aprile anche la strada cosiddetta "Santermana" che taglia in due la Foresta, a causa delle riprese cinematografiche di un film di produzione italo-americana che ha scelto Mercadante per alcune scene: dalle 7.00 alle 22.00 sarà, dunque, vietato percorrerla.   

Sempre con propria Ordinanza, inoltre la Sindaca ha disposto che nei giorni 4 e 5 aprile 2021 bar, ristoranti, pasticcerie e altre attività artigianali possano svolgere la vendita solo ed esclusivamente a domicilio. 

Infine, ricordiamo le regole previste dal recente decreto governativo valevoli già da questi giorni pasquali:

 

*NIENTE ZONE GIALLE*
Dal 7 aprile sono cancellate le zone gialle e bianche. L’Italia sarà suddivisa in zone rosse o arancioni fino al 30 aprile. Il 20 aprile il governo verifi-
cherà eventuali miglioramenti della curva dei contagi e valuterà eventuali allentamenti.
 
*SPOSTAMENTI* 
In ogni Regione rimane il divieto di circolare già in vigore tra le 22 e le 05, salvo motivi di lavoro, di salute o necessita', da giustificare con l’autocertificazione.
 
Rimane in vigore il divieto di spostamento tra le regioni.
 
 *SCUOLE*
Dal 7 aprile riaprono gli asili nido, le primarie e le classi delle prime medie anche nelle regioni in zona rossa. Per le zone arancioni, frequenza im presenza anche per le classi seconde e terze delle scuole medie.
Le superiori sono fino al 75% in presenza ed il resto in Dad.
 
*VISITE A PARENTI ED AMICI* 
Gli incontri con gli amici sono vietati nelle regioni rosse.
 
 *BAR E RISTORANTI* 
bar e ristoranti. Possibile l’asporto, per i ristoranti fino alle 22, per i bar fino alle 18. Domicilio consentito.
 
*ATTIVITÀ COMMERCIALI* 
In zona rossa restano aperte le attivita' di vendita di generi alimentari, com-
prese quelle site nei centri commerciali. Restano aperte in tutte le zone: i tabaccai, le farmacie, le edicole.
 
*ATTIVITA' MOTORIA* 
Nelle aree rosse, è consentito svolgere attività motoria in forma individuale, nel rispetto del distanziamento sociale, nei pressi della propria abitazione.
 
*PARRUCCHIERI ED ESTETISTI* 
I servizi alla persona restano chiusi in zona rossa.

 

Commenti  

 
#26 Provolone 2021-04-06 19:16
Mi auguro che indignato non faccia le mozzarelle: "andate a cacare" non rende merito alla categoria che osserva protocolli. Trovasse una bestemmia più igienica.
 
 
#25 Comico 2021-04-06 09:52
Se personalmente disapprovo chi sta al banco vendita da solo servendo e maneggiando contanti figurati se mi servo dall'ambulante! Chi lo fa va pure nei negozi suddetti senza problemi... Figurati! Il problema è il covid che si trasmette con il tatto!
 
 
#24 Scacarella Felice 2021-04-06 06:50
Indignato, probabilmente sei tu la titolare che con la stessa mano maneggia soldi e scamorze.
 
 
#23 L’indignato 2021-04-05 12:16
Mi dispiace che la gente che parla di igiene scamorza presa con le mani ecc ecc.... e poi comprano ricotta e mozzarelle dalle macchine che vanno in giro per le strade del paese....almeno nelle attività ci sono dei protocolli igienici da seguire ...... ma andate a cacare
 
 
#22 Difensore 2021-04-03 16:45
Nonostante mi sia speso in diverse occasioni per “difendere i borghi” dal luogo comune dei “trasgressori”, devo ahime’ constatare che c’è qualche mela marcia.
Eppure basterebbe responsabilizzare gli amministratori di condominio, con le forze dell’ordine che passano alle 21.59, alle 22.01, alle 05.01 e così via; non ci vuole molto, sono pochissimi e sempre gli stessi.
 
 
#21 Jeremy 2021-04-03 13:32
Per i commenti 10 e 19. Il Professore non è più corretto del Maestro, ma risulta più elegante stilisticamente. Questo bisogna riconoscerlo....
 
 
#20 Comico 2021-04-03 11:23
Mah credo che familiare sia più elegante mentre l'altra forma è un po' "volgare". Io voto e scrivo come dice il professore per un bel e corretto italiano.
 
 
#19 Maestro 2021-04-03 08:24
Caro Professore,

lei vuole sdrammatizzare, ma inciampa su una cosa simile? La lingua italiana permette entrambe le forme, familiare o famigliare.

Saluti
 
 
#18 Nausea 2021-04-03 06:56
Ci sono positivi in giro. Ci sono positivi certi in giro.
 
 
#17 Pompa 2021-04-02 20:22
Non vanno a Mercadante.Ma vanno sulle Murge. In campagna chi a una casetta chi in un Trullo ma state tranquilli che usciranno per pasquetta..
 
 
#16 Io io 90 2021-04-02 20:00
I gelatai si lamentano della chiusura. Ma siete veramente +++ . Ma cosa pensate che veramente dovete stare aperti per fare assembramenti con i vostri clienti ?...
 
 
#15 ... 2021-04-02 18:52
E la DiMedio che fa? riapre i bar a Pasqua!!!
Si salvi chi può
 
 
#14 ... 2021-04-02 18:07
x domenico
A quanto pare ci sono parrucchieri che lavorano a domicilio. E come al solito chi rispetta le regole è un fesso.
Ma certo soggetti sono avvisati perché a farli beccare manca poco. E poi potranno chiudere definitivamente la loro attività.
 
 
#13 Leggerezza 2021-04-02 17:28
Qua dormiamo ma a che serve fare i posti di blocco a Pasqua e poi x tutto il resto della settimana ognuno fa quello che gli pare,poi i controlli ci sono solo alle feste?Forse si sono svegliati dopo un lungo letargo;lo schifo a questo paese è assai si fanno cene e cenette,fino a tardi e schiavi nessuno ti risponde .Che Schifo.Aivoglia a tenerci il virus.
 
 
#12 #atromb 2021-04-02 17:18
per commento 6
il lavoro di parrucchiere, barbiere ed estetista lo fanno a domicilio......alla faccia del Covid!
toglietevi le banane dagli occhi! Se va bene così o se vi fa piacere così, non lamentatevi, se poi le mettete nel posto più giusto.
Pagliacci!!!!!!
 
 
#11 Sconosciuto 2021-04-02 17:07
Domenica era piena mercadante e noi in cada triste angoscia e certo a pasqua non si puo andare
 
 
#10 Professore 2021-04-02 13:43
.... Stiamo parlando che famigliari non si scrive con gli ma familiari con li . Tanto per sdrammatizzare cittadino deluso :P
 
 
#9 Gighen 2021-04-02 13:41
Potete fare tutti i controlli che volete, le persone si assembrano in casa, o meglio, tra parenti si pranza e si cena come se nulla fosse. Del resto il contagio cassanese sta prendendo il sopravvento proprio per gli assembramenti familiari.
Purtroppo ognuno ha il suo grado di intelligenza e analizza le cose in base a quanti neuroni ha nel cervello.

Per il resto, state a casa e il covid sarà SCONFITTO!!!
 
 
#8 Allibita!!! 2021-04-02 13:36
Con un'attività commerciale alle ore 18:00 chiudo e torno a casa, nel tragitto fino la mia abitazione devo mettermi i paraocchi per non farmi assalire dall'ira vedendo gente a zonzo e senza nessuna preoccupazione di assembramento, mentre io per evitare che i contagi aumentino devo star chiusa, pagare comunque le tasse ed essere beffeggiata da gente incurante che a casa non rimane. Per tre giorni di seguito alle 18 ho provato insistentemente ma invano a chiamare polizia municipale e carabinieri per denunciare le calche per strada, ma i telefoni suonavano invano e a vuoto.... Come è possibile che io vedo tutto ciò è chi dovrebbe vedere tutelarci e vigilare non vede, non vigila, non agisce????
 
 
#7 Scacarella Felice 2021-04-02 12:05
Comico, quanto da te riportato farebbe schifo in tempi normali. Ricordo una commessa(probabilmente titolare del caseificio)prendere soldi e poi la scamorza.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.