Nessuna chiusura ma controlli serrati nei locali

imagoeconomica_1444397_carabinieri_0

Controlli a tappeto e serrati sulle attività commerciali e non solo ma nessuna chiusura entro le 20.30, come ipotizzato in un primo tempo.

E' quanto è stato deciso in una riunione svoltasi in Municipio e conclusasi poco fa fra l'Amministrazione Comunale ed i rappresentanti della categorie commerciali e produttive cassanesi e di cui siamo in grado di raccontare alcune importanti indiscrezioni.

Temendo lo svilupparsi di un focolaio diffuso, la Sindaca Maria Pia Di Medio stava valutando se procedere alla chiusura generalizzata di bar, pub, pizzerie e ristoranti nella prima serata, per evitare assembramenti in particolare fra i giovani.

Ma i nuovi dati dei tamponi processati dalla Asl, le notizie giunte dalla Prefettura sul numero complessivo dei contagi (ad oggi, secondo i dati dell'Azienda Sanitaria barese nel "range" da 11 a 20 e praticamente tutti asintomatici) e un confronto con gli operatori commerciali cassanesi, in particolare del settore "food" hanno indotto l'Amministrazione Di Medio a decidere di non chiudere le attività per le 20.30 ma ci saranno controlli costanti e a tappeto per far sì che sia i dipendenti che i clienti adottino le misure di prevenzione e dunque: distanziamento di tavoli e clienti, uso della mascherina ogni qualvolta sia possibile, misurazione della temperatura per i lavoratori e per i clienti, igienizzazione delle mani.

"Un lavoro di squadra e condiviso", ha detta la Di Medio che ha voluto ringraziare gli operatori commerciali per l'aiuto e l'impegno che hanno fornito per scongiurare la chiusura o la limitazione di orario.

A verificare che tutte le regole vengano rispettate ci saranno Polizia Locale, Carabinieri - forse con rinforzi provenienti dalla Tenenza di Altamura - e altre forze dell'ordine che potranno elevare multe fino a 400,00 euro così come disposte dai DPCM del Governo Conte.

Pare, inoltre, che l'Ordinanza che a breve sarà pubblicata dalla Di Medio contenga anche altre misure di prevenzione in particolare per la popolazione fra cui l'obbligo di usare la mascherina anche all'aperto e non solo, come disposto finora, solo nei luoghi chiusi. 

Altri particolari si apprenderanno non appena l'Ordinanza della Sindaca sarà resa pubblica. 

Cambiano, intanto, le modalità di accesso e gli orari degli Uffici Comunali, secondo quanto disposto dalla Segreteria Generale:

 

Apertura degli uffici al pubblico prevenzione del rischio epidemiologico (1) from redattori