Abusivismo edilizio, Comune parte civile

TOGHE AVVOCATI

 

Per un caso di presunto abusivismo edilizio il Comune di Cassano delle Murge si è costituito parte civile nei confronti di due imputati, originari entrambi di Santeramo in Colle ovvero Vitantonio Lillo e Francesco Lazzazzera.

I due, in concorso fra loro, avrebbero realizzato un manufatto senza alcuna autorizzazione, secondo la Procura della Repubblica di Bari, né amministrativa né ambientale.

Il Comune di Cassano segnalò l’accaduto alla Procura che aprì un fascicolo di inchiesta affidato al sostituto procuratore Domenico Minardi. La costruzione si sarebbe consumata nei pressi della via per Sannicandro, a circa 1,5 km. dall’abitato di Cassano,  all’altezza della strada che conduce alla contrada “Macchie Laudati”.

Per quell’episodio il Tribunale di Bari ha avviato un processo nel quale, appunto, l’ente comunale è parte civile. Per far valere le proprie ragioni presso l’aula di giustizia barese il Comune aveva nominato un proprio legale di fiducia, l’avvocata cassanese Enza Giampietro che però qualche giorno dopo ha dovuto rinunciare in quanto incompatibile con l’incarico ricevuto dalla Sindaca Maria Pia Di Medio (in altro processo, infatti, la Giampietro difende una presunta parte lesa nei confronti proprio del Comune di Cassano delle Murge).

La Sindaca ha quindi nominato come proprio legale l’avv.to Massimo Sapone, con studio in Cassano delle Murge.