Suicida 65enne cassanese sulla Cassano-Adelfia

carabinieri

Un uomo di 65 anni, originario di Carbonara ma residente a Cassano da diversi anni, si è lanciato dal ponte che scavalca la ferrovia sulla provinciale Cassano-Adelfia.

E' accaduto questa mattina, secondo quanto riferito dai Carabinieri della Stazione di Acquaviva delle Fonti.

Per lui non c'è stato nulla da fare: il volo di oltre 12 metri non gli ha lasciato scampo.

Le ricerche dell'uomo, P. M. le sue iniziali, erano cominciate in tarda mattinata quando - secondo una prima ricostruzione - la moglie ha lanciato l'allarme perchè suo marito era uscito di casa senza cellulare e senza spiegare dove dovesse andare. Ha allertato un suo amico che ha cominciato le ricerche, trovando l'auto, una Citronen "C3", nei pressi del cavalcaferrovia chiusa ma senza alcuna traccia. 

Poco dopo, però, le ricerche hanno dato l'esito temuto. Il cadavere del 65enne era riverso al suolo.

Sul posto sono giunti i militari della Stazione di Acquaviva delle Fonti e una ambulanza ma non c'era più nulla da fare per cui è stato fatto arrivare il carro funebre della ditta cassanese "Francesco Smaldino" che su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Bari ha trasportato la salma presso l'Istituto di Medicina Legale presso il Policlinico di Bari per i rilievi del caso.

A quanto pare l'uomo non ha lasciato alcun messaggio nè si hanno sospetti sulle cause dell'estremo gesto.

I funerali si terranno nei prossimi giorni, dopo che il magistrato avrà disposto il dissequestro del cadavere.