Sabato 11 Luglio 2020
   
Text Size

Controlli dei Carabinieri nel Parco Alta Murgia: venti denunce

coronavirus-controlli

 

Durante il normale servizio di sorveglianza del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, i Carabinieri delle Stazioni Parco di Andria, Ruvo di Puglia, Gravina in Puglia e Altamura, coordinati dal Maggiore Giuliano Palomba del Reparto di Altamura, si sono imbattuti nello scorso weekend in numerosi cittadini in giro nell’area protetta, nonostante la stretta sugli spostamenti prevista dagli ultimi decreti.

Infatti, malgrado le novità relative ai divieti inerenti l’attività fisica e lo spostamento verso le seconde case utilizzate per vacanza inserite nell’Ordinanza del Ministero della Salute del 20 marzo 2020, i Carabinieri Forestali hanno riscontrato la presenza di diversi “gitanti” nel Parco.

Le persone controllate, tutte distanti almeno 10 km dalla propria abitazione, erano intente a svolgere attività motoria, a raccogliere la flora spontanea, quali funghi, asparagi e altre verdure, ed alcune si erano trasferite nelle seconde case.

Venti i denunciati, residenti ad Andria, Minervino Murge, Ruvo di Puglia, Cassano Murge, Altamura, Gravina in Puglia e Toritto, per inosservanza dei provvedimenti dell'autorità emessi per ragione di giustizia, sicurezza, ordine pubblico, igiene, articolo 650 del codice penale, reato punito con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a 206 euro.

 

 

Commenti  

 
#7 inspiegabile 2020-03-29 09:43
Ringrazio la redazione per la risposta, per me da fuori, questo giornale rappresenta l unica fonte di informazione aggiornata, continuate cosi, grazie per il vostro lavoro.


Pur capendo il concetto continuo a non essere d accordo. Speriamo che riusciamo davvero ad evitare la diffusione nel nostro paese altrimenti questi sacrifici anche assurdi saranno stati vani.
 
 
#6 piesse 2020-03-26 08:45
L'italiano medio, spesso nostalgico, piace questo clima di terrorismo. La repressione, i controlli, l'esercito.
Ora a parte che sti provvedimenti sono anticostituzionali, perchè non siamo in stato di guerra ma di emergenza (e sfido che ci sarà una pioggia di ricorsi), il buon senso si è perso per applicare la legge in modo netto. Quando finirà tutto questo vedremo se le forze dell'ordine, la nostra sindaca e tutti i cittadini con il pugno duro avranno il medesimo atteggiamento verso le migliaia di comportamenti fuori legge ai quali quotidianamente abbiamo assistito in paese. Dalle auto sui marciapiedi, ai monnezzari, agli evasori, gli spacciatori, i vandali etc...
Colpevolizzare chi in solitaria sta raccogliendo un fiore, sta facendo una corsetta o sta pisciando sotto un albero solo perchè i pigri, gli incivili e tanti altri SE LA SENTONO DI FRIGGERE chiusi in casa perchè fuori casa non saprebbero che fare a parte fingere di fare la spesa.... ebbene gli si ritorcerà contro. Oggi voi date ll'untore allo sportivo. Domani lo sportivo SI RICORDERA DI VOI.
 
 
#5 inspiegabile 2020-03-25 13:00
Vorrei saper la connessione logica tra virus e prendere la macchina, spostarsi oltre i 10 km..parcheggiare e farsi da soli una passeggiata tra i boschi e ritornare a casa....

Zero possibilita di diffondere o prendere il virus. Zeroooo

grazie in anticipo se qualcuno mi spiegasse dove sta il pericolo in questa follia.

LA REDAZIONE

Forse una spiegazione sta nell'abuso che spesso si fa della libertà e del buon senso. All'inizio dell'emergenza quel che lei dice era possibile ma i controlli hanno evidenziato che in quella macchina non ci si andava da soli ma in due, in tre, ecc. E allora niente per nessuno. Come si dice a Cassano "per il cattivo, patisce il buono".
 
 
#4 esame 2020-03-25 09:59
In prigione!
Questi sono usciti di casa, si sono messi nella propria auto, sono andati in una zona in cui l'essere umano più vicino si trova ad 1km e per questo hanno contribuito a diffondere il virus ... agli asparagi, ai pini ed alle querce.
IMPAZZIMENTO TOTALE!!!!!!!
 
 
#3 Renato 2020-03-25 09:58
Ernst

DEVI STARE A CASAAAAAAA!!!!

Non è momento di andare in giro "ignorando" (ignoranti) quello che sta accadendo.
Non è momento di passeggiate, corse, camminate, bici, non è momento per tante cose, tutte rinviabili a tempi migliori.
Dobbiamo stare a casa a pregare che ci salviamo tutti HAI CAPITO O NO?!!!
 
 
#2 Cittadino 2020-03-25 09:20
Sig.Ernst non è follia della legislazione è follia di chi pensa di andarsene in giro a fare passeggiate campestri, se tutti facessimo così faremmo Pasquetta! Sì deve stare a casa punto e basta!!
Se vi faceste un giro negli ospedali capireste....forse....
 
 
#1 Ernst 2020-03-25 08:27
La follia della legislazione italiana
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.