Domenica 29 Novembre 2020
   
Text Size

Beccati tre ladri nel parcheggio dell'ospedale "Miulli"

acquaviva1 (1)

I militari della Stazione Carabinieri di Acquaviva delle Fonti, hanno arrestato tre topi di “appartamento” baresi, M.A. 26enne, S.N 27enne e C.B. 25enne, tutti noti alle Forze dell’Ordine.

Era da tempo che i militari stavano monitorando il fenomeno dei furti su auto consumati nel parcheggio antistante il locale Ospedale Regionale Miulli e l’altro ieri i malfattori sono caduti nella rete dei Carabinieri.

I tre, infatti, a borDo di due distinte autovetture, dopo aver ispezionato sia il parcheggio a pagamento che quello gratuito, hanno posto la loro attenzione su un’utilitaria intestata ad una società della provincia di Matera, il cui utilizzatore era presso il Presidio Ospedaliero per accertamenti sanitari.

Dopo aver armeggiato nei pressi della portiera anteriore lato passeggero, un malfattore si è introdotto nel veicolo e si è impossessato del mazzo di chiavi  della citata società, lasciati nel portaoggetti, quindi ha carpito l’indirizzo dell’intestatario del veicolo dal libretto di circolazione, per poi, con un complice, partire su un’auto per raggiungere l’abitazione della vittima e consumare il furto.

Nel frattempo, l’altro componente della banda a bordo dell’altra autovettura è rimasto sul posto per monitorare i movimenti della vittima ed eventualmente avvisare i correi del suo rientro.

Ma la pianificazione del colpo ha subito una brusca inversione di tendenza allorquando una pattuglia dei Carabinieri ha fermato i due ladri immediatamente all’uscita del nosocomio, mentre stavano lasciando il parcheggio gratuito. Nell’auto dei due malfattori i militari hanno rinvenuto attrezzi per lo scasso, guanti e soprattutto il mazzo di chiavi della vittima.

Così, una volta chiarite le intenzioni ed il “modus operandi” utilizzato dai  soggetti, tutti e tre i componenti della banda, sono stati arrestati per il furto commesso sull’auto del cittadino materano,  nonché per il tentato furto alla sua abitazione, sventato sul nascere dei militari della locale Stazione.

I tre dovranno rispondere anche del tentato furto consumato su altre 4 autovetture, sempre parcheggiate nei piazzale dell’ospedale. Tali auto sono state forzate dal terzetto al fine di verificare se all’interno fossero state lasciate dai proprietari le chiavi d’ingresso delle loro abitazioni.

I malfattori sono stati associati presso le rispettive abitazioni, in regime di arresti domiciliari.

 

Commenti  

 
#12 U spagnol 2019-10-31 15:41
Per il commento 11 a cassano non spaccia nessuno ce solo brava gente.
 
 
#11 Cosimo masiello 2019-10-28 19:41
Per il commento n7 i puscer cassanese ci sono ci sono.
 
 
#10 Tonin 2019-10-28 14:33
X pensare

Le chiacchiere so chiacchiere, i maccheroni riempiono la pancia.
Non scrivere senza "pensare". Di Cassano, nato a Cassano, non si sentono certe cose.
Che poi questi forestieri vengono a Cassano a fare i comodacci loro e si mischiano è un'altra storia e quindi quelli come te cercano di " minestrare" facendo passare Cassano, fiore all'occhiello d'un tempo, in un paesaccio.
 
 
#9 pensare 2019-10-25 17:25
per commento 2 e 3. corta..l..avete la memoria corta, ultimamente sono stati arrestati un bel po' di cassanesi...tutti bravi voi, ops vi sta crescendo l'aureola, anzi no pardon .e corna
 
 
#8 Regola 2019-10-24 08:22
x comm. E...

I pusher, qualora ci fossero e lei li ha visti, saranno sicuramente di Bari, trasferiti a Cassano.
Di Cassanesi coinvolti in certe cose e legati ad alcune famiglie malavitose di Bari, non ce ne sono.
Precisate questo cose, non misceliamo il cittadino cassanese onesto e lavoratore con questa gentaglia d l' palazzin d Bar.
 
 
#7 E... 2019-10-23 11:49
Ma ai puscer di cassano quando si decidono
A mettergli i braccialetti ai polsi!!
 
 
#6 kpaneb 2019-10-22 21:51
C'è scritto: " tutti noti alle forze dell'ordine", provo a tradurre: erano già stati arrestati per lo stesso motivo e rimessi in libertà.
 
 
#5 Cosimo masiello 2019-10-22 21:11
Quando prenderanno i corrieri della droga a cassano poveri ragazzi...
 
 
#4 Johnny blue 2019-10-22 20:18
Con quei criminali balordi non si può nemmeno andare tranquilli anche negli ospedali e in altre parti che devono sempre derubare e rovinare la vita altrui Ringraziamo sempre i nostri carabinieri che hanno sventato furti da parte di questi balordi criminali
Augurando che la legge li punisce severamente
 
 
#3 Brav tonin 2019-10-22 20:12
Bravo tonin e' tutto vero ciò hai scritto ormai la nostra cassano è invasa da questa gente poi negli altri paesi come sannicandro,santeramo, bitritto, adelfia e Bitonto non hanno molte simpatie per i baresi e li li mettono a bada
 
 
#2 Tonin 2019-10-22 09:31
Semb Baris, malarazz e noi qui a Cassano siamo pieni. Lo so che in città tra topi, maleducazione, per non parlare dei f'lun che sono pronti a fregarti qualsiasi cosa devi comprare, non si può più vivere, però non sono motivi per cui dovete invadere Cassano.
Trasferitevi anche a sannicandro, bitritto, adelfia ma a Cassano basta, adesso siete davvero troppi.
 
 
#1 Grazie 2019-10-21 17:41
Grazie agli uomini dell'Arma di Acquaviva delle Fonti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.