Nessun danno nè emergenze dopo il nubifragio su Cassano

nubifragio

Nessuna particolare emergenza né danni di significativa importanza sul territorio di Cassano dopo il passaggio, ieri pomeriggio e fino a tarda sera, della perturbazione di origine atlantica che ha interessato tutta la dorsale adriatica italiana.

A differenza di altri comuni e territori pugliesi, dove si contano danni alle colture, a strade e patrimonio arboreo con il crollo di centinaia di pini secolari, ad esempio a Castellaneta Marina, nel nostro Comune il nubifragio scatenatosi verso le 18 di ieri ha arrecato molti disagi, soprattutto agli automobilisti ma nessun danno particolare.

Dal Comando di Polizia Locale fanno sapere di non aver avuto segnalazioni di cittadini in difficoltà anche se sarà effettuato questa mattina un sopralluogo nei punti più critici del territorio per verificare di persona se le condizioni sono ottimali, oggi che è tornato il sole.

Occorrerà, adesso, verificare eventuali danni alle campagne anche se non ci sono stati dalle nostre parti gli effetti della “grandine-monstre” che abbiamo potuto osservare altrove.

Ennesima “tenuta”, quindi, anche per il “progetto lame”, il sistema di protezione idraulica dell’abitato che nel corso delle ultime Amministrazione che si sono succedute in Comune è stato finanziato, progettato e realizzato e che oggi si vede chiaramente quanti benefici abbia apportato al centro abitato, dove diverse zone (via Mercadante, via Grumo) erano costantemente allagate e oggi, invece, riescono a far confluire le acque piovane anche quando particolarmente violente come quelle di ieri.