Lunedì 22 Luglio 2019
   
Text Size

Cinque anni e dieci mesi per Formigoni. La vicenda del Villaggio

formigoni copy

Se il “Villaggio del Fanciullo”, la struttura costruita negli anni ’50 dal compianto don Battista Armienti, versa nelle attuali condizioni di abbandono, lo dobbiamo anche a lui: il Celeste, l’intoccabile, il più potente ciellino italiano, l’ex governatore della Regione Lombardia quindi parlamentare del centrodestra.

Roberto Formigoni quest’oggi andrà in carcere dove dovrà scontare, almeno sulla carta, 5 anni e 10 mesi per corruzione.

Ieri sera la Corte di Cassazione, pur riducendo di oltre due anni la pena inflitta in Appello dai giudici milanesi, ha comunque certificato che quella di Formigoni con i manager delle due grandi Fondazioni “Salvatore Maugeri” e “San Raffaele” fu corruzione.

Soldi, regali, prebende, viaggi pagati, favori: tutto ciò che chiedeva, a Formigoni veniva dato, per circa 6 milioni e 600mila euro.

Perché poi lui provvedeva, assieme all’Assessore regionale alla sanità lombarda Antonio Simone, ai manager dei due istituti – come Costantino Passerino, un passato anche presso il Centro Medico di Cassano – ed a faccendieri vari, a “restituire” coi soldi pubblici il favore: 200 milioni di euro, calcolano i giudici, rimborsati alle due Fondazioni e non dovuti.

Fra il 1997 ed il 2011 sono tantissimi gli episodi documentati dalla Procura di Milano che nell’aprile 2012 ordina l’arresto di 5 persone: l’ex assessore regionale alla Sanità della Lombardia Antonio Simone, l’uomo d’affari Pierangelo Daccò, Costantino Passerino, dirigente della Fondazione Maugeri, Gianfranco Mozzali e Claudio Massimo, rispettivamente direttore amministrativo e consulenti della Fondazione. Indagato Umberto Maugeri, patron della Fondazione. Sono accusate di aver sottratto circa 61 milioni di euro dalle casse della Fondazione Maugeri, struttura sanitaria con sede a Pavia e specializzata in terapie riabilitative. Sia Maugeri sia Daccò fanno parte di Comunione e Liberazione, come l’allora presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni. 

Nel maggio 2014 prende il via il processo. Secondo i pm di Milano dalle casse della Maugeri sarebbero usciti tra il 1997 e il 2011 circa 61 milioni di euro, e altri 9 milioni da quelle del San Raffaele. Tutti soldi confluiti sui conti delle società di Simone e Daccò, considerati i «collettori» delle tangenti. Formigoni in cambio dei numerosi benefit e del finanziamento illecito per le Regionali 2010, secondo l’accusa, avrebbe favorito la Maugeri e il San Raffaele garantendo rimborsi indebiti (circa 200 milioni solo per la Maugeri).

Dopo i diversi gradi di giudizio, si arriva alla Corte di Cassazione che abbassa la pena a 5 anni e dieci mesi per Formigoni.

 

 

1 copy copy

 

 

(Infografica: Huffington Post)

 

Intanto però, alle nostre latitudini paghiamo le conseguenze di quella vicenda di malaffare. La Fondazione “Maugeri” è sull’orlo della bancarotta e decide di trasformarsi in una società per azioni: entrano nell’asset societario fondi americani e non solo. Anche per questo motivo i vertici di Pavia decideranno di andar via da Cassano delle Murge, spostando il Centro Medico presso la più remunerativa Bari, così come vuole il capo della Regione Michele Emiliano.

Non solo.

Alla Procura di Milano che chiede alla “Magueri” di restituire parte del maltolto, la Fondazione cede, fra altre proprietà,  il “Villaggio del Fanciullo”, struttura multifunzionale che il suo ideatore, don Battista Armienti aveva donato proprio alla Fondazione per farne un centro di eccellenza nelle cure dei bambini (non se ne fece mai niente).

Ora la struttura è nelle mani del demanio, dello Stato e chissà se e quando potrà tornare nella disponibilità dei cassanesi: la Sindaca Di Medio ha ribadito diverse volte che ci sono “enormi difficoltà” perché la struttura possa passare nella disponibilità del Comune di Cassano.

Anche perché occorre pensare ad un progetto valido per poterlo utilizzarlo al meglio. E intanto la struttura deperisce e se non fosse per i Carabinieri Forestali che hanno lì la propria base logistica, il “Villaggio” sarebbe l’ennesimo rudere di cui è costellato il nostro paese.

 

Commenti  

 
#13 Acquario69 2019-02-25 14:22
condivido parola per parola il commento di Bibì. Da inquadrare e appendere in salotto.
 
 
#12 Incazzato 2019-02-24 12:05
Bravo Bibì.
Ma, ahimè, quanto siamo pochi quelli che la pensano come noi!!
Eppure è tutto così chiaro e semplice da capire: ma non sarà proprio per questo che purtroppo rimarremo soli??
Non sarà che è impegnativo seguire la retta via perché richiede di lavorare ed operare onestamente?
PS: boh..., sicuramente più la seconda che la prima ipotesi.
 
 
#10 X certo 2019-02-22 22:19
Un po’ di italiano su su impegnati di più
Le H al posto giusto , i soggetti ecc ecc
Studiare studiare
 
 
#9 xtutti 2019-02-22 19:29
Una cosa è certa se Salvini vola è perché il resto vale meno ----
Riflettete
 
 
#8 babà 2019-02-22 19:03
d'accordo con Bibì, Salvini sta prendendo per fessi i meridionali e gli italiani. E lui è il primo che si fa beffa delle legg dello stato e dei soldi dei cittadini. Io il mutuo di 60mila euro per la casa lo devo restotuire in dieci anni con gli interessi. questo qua un furto di quasi mille volte tanto li restituira in dieci volte il tempo che mi hanno dato a me quelli della banca e pure senza interessi. e mi pare che lui sosteneva le giunte di formigoni e pure quella di galan che è finito in galera pure lui
 
 
#7 Certo 2019-02-22 16:54
Signor Giudici , mi scusi già sono rimasto troppo sul punto del sign certo e va bene per tanto le assicuro che ci resterò , ma del suo concetto è che ho un po’ di vertigini ???? sarà che ho da fare ..... Mah
 
 
#6 Giudici 2019-02-22 15:30
Signor bibi ma lei crede che il signor certo che risponde:” e allora renzi che fa ??” Possa aver la capacità di legger e comprender il suo discorso ?
 
 
#5 Bibì 2019-02-22 15:09
Guardi signor Certo, che io con Renzi non ho proprio nulla a che fare, tanto piu che cercava di inciuciare con Berlusconi. Inoltre la Lega votava sempre a favore di ogni affare e salvataggio pro-berlusconi e tuttora Lega e Berlusconi sono alleati (a volte persino vincenti, come in Abruzzo) in alcune competizioni politiche. Io avevo solo posto una domanda inerente la qualità della classe politica che ha sconquassato l'Italia e di un tale sconquasso (morale e materiale) oggi ne vediamo le conseguenze anche a Cassano.
E Lei su questo punto deve stare, senza deviare ragionamenti.

Ne vuole un altro di esempi, magari un po meno noti ma ugualmente disastrosi? Quel buonuomo di Dell'Utri, uno "stinco di santo", ebbene, collezionava libri preziosi (a volte li regalava ad amici) e li trafugava dal patrimonio della biblioteca dei Girolamini (Napoli): una chicca unica al mondo. Ora chi paga per quella dispersione? Nessuno se ne ricorderà più, eppure quella biblioteca è una perla di inestimabile valore librario mondiale. Del nostro Sud!
Però Berlusconi diceva che Dell'Utri era una vittima! Uno colluso con Cosa Nostra??
E potrei continuare per anni.
Purtroppo Cassano pagherà un prezzo, anche per quel delinquentume politico. E Berlusconi era il leader del partito di Formigoni, quello che lo ha portato sugli scranni della presidenza della regione Lombardia e sulla Presidenza della commissione agricoltura alla Camera. Dov'è l'indignazione del popolo di centrodestra (che certamente è composto per grandissima parte da persone oneste) verso questi personaggi?

Capitolo Salvini: Lei scrive "Salvini non c'entra proprio nulla". Ma i 49 milioni che quest'uomo ha preso perchè non li tira fuori? Perchè patteggia con l'Agenzia delle Entrate di "RESTITUIRE" in comode rate per 86 anni?
Le sembra giusto? Non le sembra anche questa una truffa? E Lei, nell'ipotesi in cui sia un simpatizzante, come mai non si indigna?

P.S.: non la butti su Renzi, un personaggetto insulso, borioso, politicamente opaco, animato solo da una superbia sconfinata. Non ho proprio voglia di difenderlo, pertanto lei resti sul punto.
 
 
#4 Certo 2019-02-22 11:44
Caro sign .Bibi CI TENGO a farle delle osservazioni a proposito cioè che se il tipo in discussione il Formigoni ha preso delle mazzette truffando il popolo Lei e me compresi , non capisco cosa c’entra Berlusconi , la lega della ciurma truffaldina di Bossi le vicende sono separate Per tanto anche Salvini non c’entra proprio in merito Si tenga le sue conclusioni e mi saluti renzi per tanto che la da a vedere
 
 
#3 Giudici 2019-02-22 10:31
Eh , già in piena sintonia con i commenti 1 e 2.
Ci hanno portato la lega e la Lombardia cdx come esempio di virtuosità ed ora anche qui se ne pagano le conseguenze.
Vi accecano con l odio e vi fate abbindolare da promesse smentite il giorno dopo....
Aspettiamo le sentenze per lo scandalo mose a Venezia , le quote latte della padania ( ora si fa finta di stare dalanorte dei sardi ) , i 49 milioni di euro spariti , la laurea falsa di bossi jr, le sentenze del padre che salvini ha fatto senatore per prender i voti dei suoi fedelissimi...ecc ecc
C’è un detto : più la ruzzolisc la m e r d , e Kiu ven a gall....
 
 
#2 Bibì 2019-02-22 09:42
Caro Cassanoweb, grazie per questa ricostruzione ... ma tanto chi votava Berlusconi e Lega allora non avverte nemmeno un grammo di ravvedimento per quel voto scellerato ... e voterà allegramente Lega alle prossime occasioni. Ora cosa c'è da vendere? La Tav in cambio del no all'autorizzazione a procedere per Salvini? Ok, affare fatto! Tanto domani anche Salvini, come dice il commento n. 1, avrà 72 anni ... e Cassano o l'Italia avranno qualcosa in meno
 
 
#1 Certo 2019-02-22 08:52
..... ABBIAMO FATTO LA SCOPERTA DELL’ACQUA CALDA , PECCATO SOLO CHE ORMAI AH 72 ANNI
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.