Lunedì 24 Giugno 2019
   
Text Size

Allerta meteo: neve anche a bassa quota. Comune in pre-allarme

neve a bassa quota

Si avvisa  tutta  la cittadinanza che, nella giornata odierna, facendo seguito alle previsioni meteo per i prossimi giorni, è stato dato  inizio a tutte le attività di pre-allerta previste dal Protocollo Operativo Gestione Emergenza Neve, già coordinato con il responsabile della PM il 31.10.2018 prot. 13791.

In particolare si è provveduto:

-          all’organizzazione degli interventi in seno al coordinamento, presieduto dalla sottoscritta, con gli assessorati interessati, la protezione civile di Cassano, i componenti dell’emergenza radio G-TEC.

-          All’accertamento della disponibilità dei trattoristi locali.

-          A contattare i dializzati autonomi (non dipendenti dal servizio di associazioni di settore)

-          Ad allertare il Servizio di  Vigilanza.

Si comunica pertanto che, nella nottata fra il giorno 1 e 2 gennaio si provvederà allo spargimento si sale sulle strade di comunicazione più importanti, in particolare verso i borghi e gli ospedali.

Inoltre, in caso di nevicata, si attiverà il Centro Operativo Comunale (COC) (con la Prefettura) che sarà ubicato presso i locali della Sala Consiliare, con trasferimento di chiamata dalla Polizia Municipale .

Per le richieste di intervento, in caso di emergenza per neve, si prega di rivolgersi ai nn. 0803211600- 0803211601.

Si invita, ad ogni buon conto, la cittadinanza a mantenere la calma, evitare di uscire se non estremamente necessario, di non intasare le linee telefoniche per la richiesta di informazioni che possono essere reperite con altri mezzi. In caso di emergenza saranno garantiti bollettini informativi ad oras attraverso la cortese collaborazione delle testate giornalistiche e i social (in particolare Municipium)

IL SINDACO

Dott.ssa Maria Pia Di Medio

 

 

Commenti  

 
#24 X dichevilamentate 2019-01-05 22:15
Sicuramente, come dici tu, più dritti di te.

L'ignoranza andrebbe combattuta, è vero, ci sono casi dove però è meglio lasciare stare, questo è esattamente il caso a cui applicare questa"regola"

È per questa mentalità che siete ancora adesso, all'alba del 2019, in queste condizioni, apritevi un po'che c'è un mondo oltre il cartello l: benvenuti a Cassano delle Murge; potreste rimanere sorpresi

Un saluto
 
 
#23 dichevilamentate 2019-01-05 15:27
chi abita nei borghi sa, o avrebbe dovuto sapere, di aver acquistato o preso in locazione case estive, fatte di cartone e frutto di spericolate lottizzazioni che una magistratura meno sonnolenta avrebbe dovuto investigare già decenni or sono, se in inverno ci passano sopra fiumi d'acqua o rimangono isolate con pochi cm di neve, a causa di come e dove son state edificate, non sarà certo responsabilità di questa o quella amministrazione che deve gestire l'emergenza con i pochi mezzi che ha e quindi stabilire delle priorità; avete deciso di andarci ad abitare liberamente e liberamente ne dovete subire gli inevitabili disagi, ci sarà un motivo per cui in paese le abitazioni costano appena appena di più, o pensavate che voi eravate i dritti e tutti gli altri i polli?
 
 
#22 borghettista 2019-01-04 19:16
Comunque, tra strade dissestate (e mi riferisco non solo nel centro del paese ma anche in prossimtà dei supermercati MD e Sigma e quelle nella zona industriale) e problematiche legate al meteo di queste ore non è ammissibile sentire che non ci sono soldi per intervenire a rendere percorribili le strade lasciando da parte i residenti dei borghi, perchè i soldi per creare le strisce pedonali rialzate (forse una 15ina a mio avviso inutili rispetto a problemi molto + seri) ci sono stati. :cry:
 
 
#21 lucio 2019-01-04 13:56
Attenzione alle spese pazze dell' emergenza.Con il gatto e la volpe con le bretelle non si sa mai.
 
 
#20 Lino Manfredi 2019-01-04 11:44
Sono indignato cari concittadini, non capisco perché il Comune non ha provveduto all'installazione di una calotta antineve in cristallo su tutto il territorio Cassanese. Per non parlare poi della temperatura, si potevano installare dei cannoni ad aria calda, soprattutto nelle strade di campagna e nei borghi!!! :lol: :D
 
 
#19 Italiani 2019-01-03 17:45
Ma che teniamo nella capa.mia nonna,le provviste,perché abitate nei borghi. Ma siamo italiani o no? Chi non ha soldi non ha provviste, non può pagare l'affitto in paese e si accontenta di un bugigattolo nei borghi. Omissis il resto. Sono vecchio ed abito nei borghi. Quando nevica, anche se con fatica,spalo quello che posso,rimango lo stesso sepolto vivo. Tanti anni fa vigeva la Solidarietà anche e soprattutto tra sfigati. Spero che al posto del Maugeri facciano un manicomio al meno potremo dire "In questo paese succedono cose da pazzi.
 
 
#18 schfato 2019-01-02 19:40
scusate ma le scuole non aprono il 7 gennaio mi dite che problema c è la neve ci sarà fino a sabato poi arrivono belle giornate almeno cosi dice il meteo parlate sempre prima che succede una cosa non faciatevi la testa prima di romperla state sempre ad attacare il comune il sindaco prima vedete come si svolgono le cose e poi tirate le conclusioni mamma mia che palle
 
 
#17 CAPACCHIONE DI BORGO 2019-01-02 16:49
Mi raccomando sui BBORGHI in caso di EMERGENZA attenti a non far entrare gli spalaneve perché "privati".

Capisco il sale, ma mai capito che vuol dire non soccorrere gente SEPOLTA NELLA NEVE perché il lotto è privato. Eppure l'ambulanza arriva, i pompieri arrivano, i carabinieri arrivano, e pure i vigili arrivano sotto casa a portarti la TARI TARSU e i mazzi vari da pagare.

E pure i candidati alle elezioni, quelli entrano sempre a prendere voti da noi cittadini di serie B!

Se il Comune non entra a gestire le emergenze, vi auguro sin d'ora di spalare ben altro per tutto il 2019.

Firmato, un capacchione qualunque dei BBORGHI.
 
 
#16 Azzurra Mastrangelo 2019-01-02 14:39
x Francos.
Sig. Francos, se le Lei ritiene di possedere il metro di valutazione per giudicare lavoro eseguito da una amministrazione comunale nessuno Le può vietare di poterlo manifestare.
Di certo la nevicata del 2017 con l'amministrazione Lionetti non c'entra niente perchè il mandato di Lionetti è terminato nel 2016. Se Lei vuole informare i cittadini e convincerli di talune inefficienze lo faccia firmandosi e comunicando gli eventi specifici che si sono realmente verificati e che Lei ritiene inefficienti.
 
 
#15 volavolavola 2019-01-02 14:33
praticamente due o tre telefonate
 
 
#14 X lipu 2019-01-02 13:08
Chi abita nei borghi paga le tasse esattamente come te, chi ci abita non è un abusivo e ha la residenza esattamente come te, mi sembra giusto che siano serviti esattamente come tutti
 
 
#13 francos 2019-01-02 12:44
signora Azzura di fatto ha gestito amministrazione Del Re sia quella del 2017 che quella precedente sempre in modo inefficiente
 
 
#12 Pintus 2019-01-02 12:16
Per Commento 9:

Di. Uovo con sto fatto di chiudere le scuole...SE CE TANTA NEVE NN LO MANDARE A PRESCINDERE IL BAMBINO A SCUOLA...e che c....z. Per forza devi aspettare che il sindaco chiuda le scuole? Certo che siamo veramente inarrivabili a cassano..
Speriamo che fa 3 metri di neve e che dura 3 mesi.
In tempo di guerra le nostre nonne, prima dell’arrivo della neve, avevano già fatto le provviste per tutto l’anno...muovete +++ anziché aspettare...
 
 
#11 Azzurra Mastrangelo 2019-01-02 09:41
Risposta per Campanale 66:
Se Lei si riferisce alla nevicata di Gennaio 2017 Le voglio ricordare che il Comune non era già più amministrato dal Sindaco Vito Lionetti da oltre un mese, bensì dal Commissario. Lionetti, come semplice cittadino, insieme a Davide del Re, in quella circostanza si era attivato per contribuire a soccorrere i cittadini cassanesi portando viveri, pellet e quanto necessario sino ai borghi. Lo posso testimoniare perché io personalmente mi sono interessata di far portare il pellet a una mia amica e a farlo è stato proprio il gruppo di volontari che collaborava con Lionetti . Volevo inoltre precisare che la nevicata di gennaio 2017 è definita "nevicata epocale" tanto che con delibera del Consiglio dei Ministri dello 16 giugno 2017 è stato dichirato ufficalmente lo stato di emergenza per la nevicata dal 5 all'11 gennaio in Puglia.
Ora se l'attuale Sindaco ha dimostrato preoccupazione per l'eventuale emergenza neve che potrebbe verificarsi in questi giorni, ben venga e ci auguriamo che lo faccia in modo concreto, e non solo per le emergenze, ma anche per tutte le questioni di pubblica sicurezza.
 
 
#10 X campanale 66 2019-01-02 08:11
Anche io ricordo quella neve ma Lionetti non era più sindaco!
Con la dimedio ci sarebbe stata l’apocalisse.
 
 
#9 chiudete le scuole 2019-01-01 23:59
grazie
 
 
#8 Campanale 66 2019-01-01 20:38
Mi ricordo la fallimentare gestione della neve con amministrazione Lionetti e Del Re.
 
 
#7 Lipu 2019-01-01 20:37
Volevo dire ai brontoloni che in altri paesi i cittadini prendono la pala e tolgono la neve.
In comune non ci sono più soldi.
Inoltre chi ha deciso di abitare nei borghi vi evidenzia che erano case x estate e non per inverno
 
 
#6 ITS ME 2019-01-01 11:39
È inutile, come la fai e fai, c'è sempre chi ha da ridire! ????
 
 
#5 Gianni T. 2019-01-01 10:55
Poveri noi, di nuovo isolati in collina S.Lucia?
La strada è in pessime condizioni, quasi non percorribile, con la neve sarà peggio. Non si vedranno ne le buche ne i tombini AQP che fuoriescono dall'asfalto come funghetti, per lavori cominciati e mai terminati.
Eppure in questa strada ci abita chi governa e governava fino a poche settimane fa. Cose inspiegabili, bah!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.