I Carabinieri sequestrano azienda cassanese di sacchetti di plastica

carabinieri foto bella

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bari e del Comando Regione Forestale Puglia hanno posto in essere una pervicace e impegnata campagna disposta dal Comando Carabinieri per la Tutela Forestale Agroalimentare di Roma e promossa a livello internazionale dall’Interpol, denominata “30 days at sea”, e indirizzata al controllo:

1) della filiera di produzione importazione distribuzione e smercio di “shoppers” non conformi alla normativa CE;

2) del controllo della gestione aziendale, limiti tabellari e gestione dei fanghi da depuratori urbani.

In questo ambito sono stati effettuati numerosi congiunti controlli ai deputatori ed a diverse aziende produttrici e distributori di “buste” della spesa sicuramente più resistenti allo strappo, ma dannosissime per l’ambiente e la nostra salute.

A Cassano delle Murge, congiuntamente alla locale Stazione Forestale, il Noe di Bari sottoponeva a sequestro una società di produzione sacchetti in plastica dell’estensione di circa 5.000 mq e del valore approssimativo di € 2.000.000,00 (euro due milioni).

Nell’occorso ne veniva deferito a piede libero alla Procura della Repubblica di Bari il legale rappresentante perchè ritenuto responsabile di gestione illecita di rifiuti speciali all’interno della sua azienda.