Atto vandalico ai danni del "Cammino Materano"

targa distrutta

Grave atto vandalico ai danni del "Cammino Materano", una delle vie che costellano la Puglia, percorse a piedi ogni giorno da decine e decine di viandanti, che da Bari arriva a Matera passando per Cassano delle Murge.

Proprio nel nostro territorio, una delle targhe che danno il "Benvenuto" a Cassano è stata distrutta, come si vede nella foto. Un chiaro atto vandalico o una goliardata di cattivo gusto che danneggia non solo un bene pubblico ma la credibilità e l'accoglienza di una intera comunità che in questi mesi ha visto crescere esponenzialmente i viandanti, alla scoperta di quel "turismo lento" di cui Cassano è meta quasi obbligata.

"Possiamo costruire il cammino più bello del mondo, ma ogni sforzo sarà inutile se non costruiamo la #cultura del #cammino", il commento dei volontari del Cammino Materano che sui social lanciano l'hastag #nonabbiamopaura.

Dure le accuse nella nota: "Ė evidente che questo ė stato un atto mirato.Le ipotesi sull'autore sono due: o un nota associazione che afferma in modo #mafioso che quello "ė territorio loro" oppure si tratta di una delle tante imprese irregolari che sversano #rifiuti nelle campagne e che si sentono limitate dall'azione di "#vigilanza" che i #pellegrini garantiscono con il loro passaggio.Chiunque sia il colpevole, stia pur tranquillo che#non ci hanno #intimidito e che #non ci #fermeremo, soprattutto ora, soprattutto dopo questo atto vigliacco. Continueremo a strutturare il cammino e ad aprire la#Murgia e il #Sud al mondo, costringendo queste persone a fare i conti con i propri limiti mentali.Altre #mille #frecce sostituiranno quel cartello. Ė una promessa. #nonabbiamopaura ".

Realizzati da Paolo Racano e posizionati in luoghi strategici dal gruppo che a Cassano anima il Cammino, i segnali sono non solo un cordiale benvenuto per i viandanti ma anche una utile indicazione per chi non conosce questi luoghi e vi arriva per la prima volta.