Venerdì 22 Giugno 2018
   
Text Size

Evadeva l'iva: nei guai imprenditore cassanese

finanza

I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari, nell’ambito di una vasta ed articolata attività di polizia giudiziaria, diretta e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, hanno individuato un’associazione a delinquere formata da otto persone radicata nella provincia di Bari dedita alla realizzazione di frodi fiscali e truffe.

L’attività investigativa trae origine da alcune anomalie rilevate dalle Fiamme Gialle mediante l’incrocio delle informazioni contenute nelle banche dati in uso al Corpo, che, utilizzate in maniera appropriata, consentono di individuare possibili frodi fiscali in atto e di selezionare soggetti con profili di pericolosità “fiscale”.

E’ emerso, infatti, che due società baresi esercenti l’attività di fabbricazione di imballaggi in materie plastiche, sin dal 2012, effettuavano cessioni di beni senza applicazione dell’IVA in misura sempre crescente ed anomala nei confronti di diverse imprese – con sede nelle province di Lecce, Taranto e Napoli – che dai primi accertamenti non avevano i requisiti per il rilascio delle “dichiarazione di intento”, in quanto “evasori totali”.

I finanzieri, in particolare, hanno scoperto che nessuna delle imprese che emetteva le “dichiarazioni di intento” aveva mai versato alcun centesimo di IVA nelle casse dello Stato.

Dalle indagini eseguite è emerso che le due società baresi erano perfettamente consapevoli della frode fiscale in atto ai danni delle casse dello Stato, per cui sono risultate responsabili dell’omesso pagamento dell’IVA su fatture emesse per oltre 8 milioni di euro.

A tal proposito, è stata data esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo di beni mobili ed immobili finalizzati alla confisca per equivalente di circa 1,7 milioni di euro, pari all’imposta evasa, nei confronti di T.F. un imprenditore sessantenne di Cassano delle Murge, il quale aveva creato “ad hoc” le società utilizzando dei prestanome (S.F. e P.B.) come amministratori, per sfuggire ai propri creditori ed in particolare al Fisco.

L'imprenditore, di cui l'autorità giudiziaria ha diffuso solo le iniziali di nome e cognome era affiancato da due "prestanome" che però non sono di Cassano.

Le attività di sequestro preventivo sono ancora in corso e riguardano conti correnti, beni immobili e mobii intestati alle società e alle singole persone.

Commenti  

 
#54 Franco Campanale 2018-04-20 13:08
Aveva ragione Totò: e io pago!!
 
 
#53 X commento 51 2018-04-19 22:53
Non vanno bene.. i 3 soggetti.. ma siamo in Italia caro signore. Con lo stato che tassa come maggior azionista di un azienda...lei da dipendente non ha idea.. e dopo le sue 8 ore dorme tranquillo.. ma c’è il suo capo che fa le capriole, avvolte anche scendere a questi livelli permette di darle uno stipendio e farla sempre dormire tranquillo con la sua famiglia.
Io non conosco nessuno in Italia che se puo’ non pagare le tasse si fionda.. lei si rende conto quanti parrucchieri vanno in casa ? Quanti negozi non scontrinano? Quanti utilizzano i voicher a lavoro ? Allora inizi a rendersi conto che questa e’ l’italia!!
 
 
#52 per commento 36 2018-04-19 08:25
Lei invece cosa dispensa sempre le solite prestazioni o ha ampliato il suo catalogo?
A proposito la prossima volta non si serva della sua bimba per nascondere chiavette USB. A buon intenditore poche parole.
 
 
#51 per commento 47 2018-04-19 08:18
Gentile Signore, e quindi? In base al suo discorso vanno bene ladri sfruttatori ed evasori? Rilegga quello che ha scritto.
 
 
#50 Dipendente 2 2018-04-01 21:14
Che la signora S.F. fosse una Z.LA era ben chiaro a tutti tanto più al marito. Nel mio paese l’hanno vista crescere tra truffe e ....
 
 
#49 Patrizio T 2018-04-01 13:18
Questi signorotti non sono imprenditori veri ma semplici persone fortunate finché non arriva la finanza.
In bocca al lupo.
Spero che lo stato rientri nei soldi truffati
 
 
#48 trogloditi 2018-03-31 12:44
certo che sto paesotto è riccamente popolato di teste di C, ed hanno anche l'infelice idea di esternarla la loro idiozia; tutti contenti di essere trattati a calci nei denti dal negriero di turno, fateci un favore e tornatevene nelle caverne, anche le nostre fogne sono troppo pulite x certa gente
 
 
#47 Per Commento 46 2018-03-30 21:38
Gentile Signore,
Mi chiedo perché non si licenzia o si trasferisce all’estero o al nord Italia? Sono certo che le pagheranno gli straordinari e le pagheranno un buono stipendio. Oppure conosce un altra azienda nei dintorni che “paga” gli straordinari così bene e i notturni e le ferie??? Me lo faccia sapere perché scenderei subito da Torino pur di trovare qualcuno che paga nel barese. Attendo suoi gentili consigli.
Buon lavoro
 
 
#46 Altro dipendente 2018-03-30 12:59
Commento 36. Signora Stipendio sempre e TUTTO, direi che è proprio che è una c........ta.
Sempre si tutto mai.
In più 50 euro per chiudete 4 anni di notturni sabati e domeniche non pagate Si è vero, accordo sotto minacce e con la complicità di due sindacalisti pagati
 
 
#45 Dipendente 2018-03-28 11:22
x commento 36. Ma lei non sarà mica la signora S.F.? Credo di si, allora ti dico magari ritornasse il signore che penso vorresti dire nel tuo commento la verità e che lui se ne andato quando ha capito che tipi eravate e quando tu ai fatto certe cose con il proprietario....tuo marito sa di cosa parliamo
 
 
#44 il giustiziere 2018-03-25 20:11
sei un mariulo e basta
 
 
#43 cassano for ever 2018-03-25 20:08
Godo.....!!!
Ti sta bene, te la sei cercata, hai fatto il furbino del quartierino da sempre , e finalmente sei stato beccato con le mani nella marmellata; ti piace vincere facile eh? pongi pongi pongi bon
 
 
#42 Zenigata 2018-03-19 23:18
Il mio commento era una risposta al commento 30 di altro imprenditore.
 
 
#41 Lino Manfredi 2018-03-19 20:55
Appreso e condiviso la notizia, posso solo dire: bene, di chiunque si tratti, fosse anche un mio parente stretto, che la giustizia faccia il suo corso sino in fondo. Ribadisco la differenza tra Imprenditori e Prenditori. A questi ultimi va negata ogni possibilità di concorrere sul mercato a danno dei primi. Ribadisco, al di là dei nomi, amicizie e gradi di parentela, un disonesto rimane un disonesto. E chi non è capace di intraprendere con onestà e correttezza, deve fare altro mestiere. Lascio ogni riflessione ad una frase del grande Totò: “ Di notte, quando sono a letto,nel buio della mia camera, sento due occhi che mi fissano,mi scrutano, mi interrogano, sono gli occhi della mia coscienza”.
 
 
#40 Ex dipendente 2018-03-19 20:37
Io ho lavorato alle dipendenze della persona in questione... carattere difficile ma so per certo che di queste cose non le fa... mi sa che il problema gli è arrivato di conseguenza per aver trattato con gente che ha fatto truffe e si è trovato in mezzo al casino... spero per lui che risolve perché a torto e a dritto di gente a lavorare ne ha... e sul territorio l’aria è più che amara...
 
 
#39 fate vomitare 2018-03-19 14:55
che peccato che questi idioti non abbiano dei figli che si spaccano la schiena a 500 euro al mese in nero mentre i magnaccia vanno in giro in mercedes e pascolano nei villoni, meritate calci nel culo più voi che giustificate che questi porci sfruttatori della povera gente, animali
 
 
#38 Salus 2018-03-19 14:00
A Cassano +++MODERATO+++
Redazione pubblichi


LA REDAZIONE

E chi lo dice? Ha una sentenza della magistratura? Ha delle prove? Se sì, le invii a Altrimenti la smetta di postare commenti impubblicabili.
 
 
#37 Zenigata 2018-03-19 13:59
Io so quel che ho letto, tra l'altro ho solo scritto il nome dell'azienda su Google dopo averla letta in un commento ed è venuta fuori la descrizione della ditta con tanto di foto.
Per il resto essendo un paesino, basta farsi un caffè in un bar o andare dal barbiere e le notizie si acquiscono non volendo.

Si, sono un cittadino modello, rispetto le leggi, verso le tasse da quando ho cominciato a lavorare e ne vado fiero e per di più dormo tranquillo a differenza di molti a cui mi sento di consigliare di mettersi in regola, è finito il tempo dei furbi.

Ciò che mi colpisce è che un imprenditore come te prenda le difese di chi ha evaso (almeno per quanto è stato constatato dalla GdF) le tasse che tutti dovremmo pagare affinchè la nostra nazione viva giorni migliori come la Germania o addirittura la Finlandia, entrambe maestre della regolarità e del rispetto delle leggi.
Attento tu, che da acquaviva a cassano ci sono solo 6 km di distanza eheheheh
 
 
#36 LA VOCE DELLA VERITA 2018-03-19 13:12
Tutti dispensatori di saggezza. I detrattori che hanno scritto tante cattiverie non sanno nemmeno cosa vuol dire mandare avanti un'azienda e soprattutto chi si lamenta e chi non ha mai avuto voglia di lavorare nella vita. Anni e anni di lavoro e lo stipendio ogni 15 del mese regolarmente(SEMPRE E TUTTO) e sfido a trovare al giorno d'oggi altri imprenditori che diano a Cesare quel che è di Cesare. Chi dice cattiverie è solo per gelosia. Poi c'è gente che invece di pensare a lavorare in tutte le aziende dove ha lavorato si preoccupava solo di occuparsi dei fatti personali di dipendenti. Purtroppo per questo i nodi prima o poi vengono al pettine e quando è stato pizzicato ha optato per scappare all'estero quando lui durante le ore di lavoro pensava solo a denigrare l'operato di tutti gli altri suoi colleghi e del titolare in primis. Quindi A.M.(per gli amici L.M.) prima di pubblicare sui social di "PRENDITORI" E NON, fatti un esame di coscienza. Per quanto riguarda invece il titolone dei giornali chi vivrà vedrà quale è la verità.
 
 
#35 iNQUISIZIONE BIS 2018-03-19 11:15
Caro INQUISIZIONE ... se hai gli attributi prepara il rogo... e vallo a prendere personalmente.. e fai tutto quello che hai descritto...
Tutto quello che hanno scritto è falso... La dimostrazione l'avrete con il tempo....
Perchè non ti firmi... T.F. ormai è un DIVO... Già lo era dalle Vs. dichiarazioni...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI