Martedì 16 Ottobre 2018
   
Text Size

I residenti di via Colamonico chiedono più sicurezza

via colamonico grande

Chiedono più sicurezza i residenti di via Colamonico, dopo l'ennesimo grave incidente stradale accaduto l'altro giorno (leggi l'articolo) su quella strada. 

Una soluzione potrebbe essere quella di posizionare rallentatori e segnaletica di avvertimento per chi proviene da Santeramo e dalle strade adiacenti che spesso percorre quel tratto ad alta velocità.

Sul problema, il gruppo consiliare "Siamo Cassano" ha presentato al Sindaco Maria Pia Di Medio una interrogazione urgente. Ecco il testo:

 

Oggetto: interpellanza ex art. 40 del Regolamento del Consiglio Comunale su pericolosità via Colamonico

Premesso:

Già da tempo tutti i residenti di via Colamonico, via f.lli Rosselli e vie adiacenti, uniti a molti cittadini residenti in altre zone di Cassano  hanno segnalato nel tempo alle diverse amministrazioni che si sono succedute,  la forte  pericolosità del tratto di strada che va da via Colamonico  ang via Sergente Giustino al tratto che si incrocia con via costone di Bruno.

Questo tratto di strada è attraversato da tre curve pericolose, nonché da una forte pendenza che, nella direzione Santeramo verso Cassano rende difficile il controllo delle auto in caso di pioggia o forte velocità.

Tra l’altro durante la precedente amministrazione Di Medio i cittadini residenti nel palazzo prospiciente con le curve raccolsero le firme per poter rallentare in traffico con dossi o semafori in quanto i camion che arrivano a velocità invadono sempre l’altra corsia creando paura nelle abitazioni tanto che i cittadini erano  disposti anche ad acquistare loro i dossi.

che nel tempo in quella curva ci sono stati molti incidenti di cui due mortali.

L’altro giorno alle 10,30 l’ennesimo incidente: una persona che versa in gravissime condizioni è stata soccorsa in prima battuta dai residenti del posto e un infermiere fino all’arrivo dell’ambulanza

Oggi i cittadini residenti in quella zona a cui si è unita tutta la popolazione, atteso che chiunque può percorrere  quel tratto di strada, chiedono cosa sia possibile fare per poter rallentare il traffico in un tratto di strada di proprietà COMUNALE.

Considerato che:

L’Art. 4 del Codice della Strada (Delimitazione del centro abitato) recita al comma 1

Ai fini dell'attuazione della disciplina della circolazione stradale, il comune, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore del codice, avrebbe dovuto provvedere con deliberazione della giunta alla delimitazione del centro abitato.

L’Articolo 179 del regolamento in esecuzione dell’Art. 42 Cod. Str., in merito ai Rallentatori di velocità recita:

Su tutte le strade, per tutta la larghezza della carreggiata, ovvero per una o più corsie nel senso di marcia interessato, si possono adottare sistemi di rallentamento della velocità costituiti da bande trasversali ad effetto ottico, acustico o vibratorio, ottenibili con opportuni mezzi di segnalamento orizzontale o trattamento della superficie della pavimentazione. 

Va rilevato che:

per quanto ci è dato sapere, quel tratto di strada fu classificato durante la prima amministrazione Gentile come Comunale in quanto rientrante nella delimitazione del centro abitato e pertanto, a nostro avvisto, tocca al Comune la gestione della via Colamonico nel tratto ricompreso nella delimitazione di centro abitato

I cittadini si stanno attivando per l’ennesima raccolta firme.

Tutto ciò premesso e considerato, La interpelliamo per sapere:

Se intende accogliere, anche mediante interazioni con altri Enti o Autorità, le istanze dei cittadini in premessa senza attendere l’ennesima raccolta di firme per assicurare la sicurezza stradale nel tratto di via Colamonico che attraversa il paese con forte pendenza e tortuosità mediate l’adozione di sistemi di rallentamento della velocità (detti dossi) costituiti da bande trasversali ad effetto ottico, acustico o vibratorio, ottenibili con opportuni mezzi di segnalamento orizzontale o trattamento della superficie della pavimentazione.

 

 

Commenti  

 
#18 Verità 2018-02-12 17:32
x commento 17

Sig. vigile, il limite c'è ma non è rispettato e quindi chi deve fare le multe per eccesso di velocità dov'è?
Non è assolutamente vero che vengono lasciate auto dai residenti.
Sono ben visibili invece le auto parcheggiate davanti ai locali commerciali aperti da poco dopo il supermercato in cui è presente il segnale di divieto.
Anche questa volta chi deve multare dov'è?
 
 
#17 vigile 2018-02-12 12:32
...vorrei far notare che su quel tratto esiste un limite di velocità di 40 km. orari ben indicato che, se conosciuto e rispettato, sicuramente eviterebbe qualsiasi tipo di incidente. inoltre sull'intero tratto Cassano-santeramo esiste un limite di velocità, quasi sempre 50 km. orari... infine mi piacerebbe sapere in quale modo si sono lamentati i cittadini residenti in via Colamonico, hanno scritto a Zullo??? perché non hanno investito per iscritto il comandante dei vigili, il sindaco, o direttamente questa testata web o meglio ancora striscia la notizia? forse quello che probabilmente vogliono i residenti di via colamonico è solo parcheggiare davanti casa (cosa che comunque puntualmente avviene in barba ai divieti) e la deviazione (questa sì, pienamente legittima) del traffico pesante che però, appena è uscita una mezza idea per farlo, i professori della minoranza hanno subito osteggiato...ma la minoranza non è la stessa a cui si sarebbero rivolti per lamentarsi?????
 
 
#16 Battisti 2018-02-12 11:15
Non ho mai visto Cassano in questo stato di abbandono .piazza Dante e diventata pericolosa. Per attraversare e andare su via Bari e quasi impossibile macchine parcheggiate tra marciapiede e strada che si è costretti ad andare in mezzo alla strada .ma ci pensate alle persone anziane?visto che si trova l'ufficio postale nella zona?strade e marciapiedi a Cassano in un totale stato di abbandono!manca l'interesse per la intera comunità! !!!
 
 
#15 Residente 2018-02-11 22:45
x commento 13

castro avrà sicuramente puntato il dito contro di voi che ahimè non avete nessuna colpa, avete acquistato e amen.
Però come scrive gommista nel commento n°3, tempo fa sul curvone un immenso Autoarticolato di quelli con la motrice che per salire in cabina ci vuole l'ascensore e che si vedono solo in autostrada, ma purtroppo noi cassanesi siamo costretti nel vederli passare anche all'interno del nostro paese da sempre, finì con tutta la motrice e per fortuna il muro evitò che si trascinasse il rimorchio frigorifero con se, nella villa di fianco alla strada che porta in Collina S.Lucia.
La mia domanda a questo punto nasce spontanea:"ma voi che abitate lì, non temete che un mezzo simile qualche volta possa finirvi nella vostra camera da letto?".....io prima di acquistare un appartamento in quel residence ci avrei pensato. Forse castro è questo che voleva scrivere e giustamente sottolinea che adesso è inutile lamentarsi.....anche se ne avete tutto il diritto, io tralasciando la scelta sbagliata condivido la pericolosità del tratto.
 
 
#14 Occhio 2018-02-11 21:24
Bisogna partire da due diversi punti di vista. Primo, aver permesso licenza edilizia x civili abitazioni a ridosso di una strada provinciale,non so da quali atenei provengano gli ingegneri che hanno presentato il progetto, ma ancor di più:le autorizzazioni comunali?Secondo punto,i dissuasori di velocità, con relativa segnaletica adeguata e perché no, con velox soprattutto riferito al rettilineo di via Colamonico, senza usare dossi che arrecherebbero solo problemi aggiuntivi, compresi quelli acustici, potrebbe portare maggior sicurezza agli abitanti e qualche soldino utile all'amministrazione che potrebbe farne buon uso circa il rifacimento delle strade, ecc. Fermo restando che qualcuno vigili un po'di più sugli addetti alla sicurezza stradale.
 
 
#13 X castro 2018-02-11 13:08
Carissimo
Guarda che le case le abbiamo comprate con l'agibilita che il comune rilascia.... Abbiamo pagato gli oneri, le tasse....
E come voi chiedete di chiudere il buco sulla strada x evitare di rompere le gomme noi chiediamo di rallentare sulle curve.

La differenza sta nel fatto che la buca rompe la gomma le curve ammazzano. ..

Ne conclude che risulta la nostra richiesta prioritaria alle altre.
 
 
#12 Residente 2018-02-11 12:09
Il problema non sono le abitazioni, nel il residence ma la strada che è pericolosa, dall' incrocio di via Altamura sino all'incrocio del crocifisso.

Devo aggiungere che nel tratto dal supermercato al nuovo bar è tutto divieto di sosta e fermata, come mai c'è un parcheggio selvaggio e i vigili urbani non fanno nulla?

Per il resto d'accordissimo con emmelunga, tutto vero.
 
 
#11 Resa 2018-02-11 10:10
Dite a Zullo che quando faceva il presidente del consiglio stava già la via di Santeramo...e soprattutto da quando fa il consigliere regionale non risulta un suo impegno serio per realizzare la circonvallazione...per il resto viva lo stato di famiglia.
 
 
#10 Pintus 2018-02-10 22:35
Ma che c....zo li pagate a fare i vigili che non si vedono mai per strada a dirigere il traffico e a LAVORARE...IL VIGILE A CASSANO, A COSA SERVE E CHE RUOLO HA? È gradita risposta...
 
 
#9 castro 2018-02-10 21:53
Commenti, commenti, commenti.
Ma chi ha costruito quel residence sul curvone?
E chi glielo ha permesso?
È questo che i cittadini dovrebbero chiedersi.
Chi ha acquistato l'appartamento non si è guardato attorno?
 
 
#8 Grisù 2018-02-10 18:57
Sindacaaaaa!!!!! svegliati!!
 
 
#7 emmelunga 2018-02-10 16:02
Tutta la strada va tutelata, a iniziare dalla croce fino fuori paese: auto in divieto di sosta dappertutto ostacolano il traffico, la visuale; la mancanza di strisce pedonali visibili rendono pericoloso l'attraversamento per i poveri pedoni; auto che sfrecciano all'impazzata incuranti di incroci,gente che passa;rumorosità al massimo per via di strombazzamenti, musiche ad alto volume mentre si è alla guida, pullman che si fermano agli incroci dove non possono svoltare e restano imbottigliati finchè il furbetto della sosta selvaggi anon arriva, con i suoi comodi, a spostare di pochi metri il veicolo per poi piazzarsi di nuovo in divieto di sosta... Si può scrivere un romanzo sulla indisciplina che regna su via Santeramo. Se i vigili fossero molto più presenti e facessero rispettare il codice della strada( e non solo quello) a suon di multe....forse si potrebbe pensare di mettere un freno a tutto questo. Vogliamo tornare ad essere cittadini contenti di abitare a Cassano.
 
 
#6 Nn ci vuole un genio 2018-02-10 15:44
Basterebbe mettere n.1 autovelox prima del curvone di pecora nera ed uno sul rettilineo che scende verso il centro abitato...il sistema serve a ridurre la velocità e per chi continuerà a correre ad aiutare le casse comunali!!!!
 
 
#5 Panza 2018-02-10 14:18
Speriamoooo

Facciano qualcosa.
Altrimenti scenderemo in piazza municipio a gridare.... fuori.

Noi paghiamo le tasse e loro devono spendere i soldi anche x la nostra sicurezza non solo per i progetti da assegnare ai loro amici
 
 
#4 snokid 2018-02-10 11:57
forse non doveva esistere il residence oppure bisognava realizzare una circonvallazione
 
 
#3 Zenigata 2018-02-10 11:26
La CIRCONVALLAZIONNNNN, i chiacchr só assé!!!!!!!
 
 
#2 Gommista 2018-02-10 11:25
Va bene che quel tratto è particolare ma da competente in materia devo segnalare che a Cassano ci sono molte autovetture in giro con pneumatici che sembrano slick da formula1. Quindi chi deve, effettuasse controlli per il bene e la sicurezza di tutta la comunità (sempre se si è all'altezza di capire l'usura del pneumatico).
 
 
#1 piesse 2018-02-10 10:19
Signori i sistemi di rallentamento FORSE hanno senso per i piccoli veicoli ma a SUV e TIR fanno un baffo...
Ma c'è una questione più grave: i TIR con i CONTAINER quando c'erano i dossi arrecavano forte disturbo al loro passaggio soprattutto nelle ore notturne.
Un paio di autovelox FUNZIONANTI sarebbero un ottimo deterrente.
Poi se il nostro sindaco vietasse il passaggio del traffico pesante dal paese sarebbe cosa buona e giusta visto che la circonvallazione non volle farla.
Comunque appoggio l'idea delle DIMISSIONI di questo sindaco inesistente, indecente, impresentabile.
La vostra buona amministrazione sbandieratela ai vostri nipori quando gli racconterete le favole.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI