Lunedì 22 Ottobre 2018
   
Text Size

E' scomparso Donato Lionetti, già vicesindaco cassanese

donato lionetti-iloveimg-cropped

E' morto a causa del freddo, dopo una notte passata all'aperto, Donato Lionetti, 95enne cassanese, già amministratore comunale, uomo politico di sinistra e pioniere dello sport cassanese.

Ieri, nel pomeriggio, con la sua auto era andato alla ricerca del muschio per il presepe che ogni anno realizzava in casa.  Ma, forse per un malore, non è rientrato, anche quando oramai era già buio, mettendo in allarme i familiari.

Le prime ricerche sono state affidate ai Carabinieri Forestali su segnalazione della famiglia ma hanno dato esito negativo; dopo la formale denuncia di allontanamento, si sono mossi anche i Carabinieri, geolocalizzando il suo cellulare nella zona della via di Altamura.

Per tutta la notte i militari hanno perlustrato l'area, molto ampia, trovando la sua auto presso la Foresta Mercadante ma vuota; solo questa mattina, intorno alle 11.00, su segnalazione di un ciclista il corpo dell'uomo è stato individuato: era a Montecucco, una zona impervia della Murgia, ancora vivo seppure in condizioni critiche. Impossibile, quindi, far giungere sul posto una ambulanza per cui è stato necessario far alzare in volo l'eliambulanza dell'Ospedale "Miulli" che in pochi minuti ha raggiunto la località per trasportare al Pronto Soccorso l'anziano cassanese.

Purtroppo non c'è stato nulla da fare: Donato Lionetti è morto poco dopo in Ospedale.

Voci infondate, smentite dai Carabinieri, parlavano di rapina e percosse quale causa della morte dell'uomo. 

Donato Lionetti era nato nel 1922 a Cassano delle Murge. Diplomatosi presso l'Istituto "Calasanzio" di Napoli, tornò a Cassano nel 1949. Appassionato di sport, fu un pioniere nel nostro paese di calcio a pattinaggio. Dirigente della "A. S. Cassano"  - diventata poi "Circito Cassano" che militò nel Campionato di Promozione - fu attivo sostenitore, a fianco di Angelo Centrullo, nel rilanciare il calcio non solo cassaneese. Nel 1981 fondò la "Pat Sport", società di pattinaggio che mietè successi anche a livello nazionale mentre negli ultimi anni il suo impegno si spostò ad Acquaviva con la società "Pattino rossoblù".

La politica era l'altra grande passione di Donato: da sempre iscritto al Partito Comunista Italiano, nel 1952 con la "Lista del Gallo", la prima lista di sinistra a Cassano, fu candidato ed eletto al Comune dove ricoprì la carica di vicesindaco e assessore a Lavori Pubblici e Bilancio. Nel 1956 fu nuovamente rieletto, con  il sindaco Nicola Latorre di cui fu vice. Dal 1960 al 1964, risultò eletto nelle fila del Pci ma quale Consiglieri di opposizione ai governi targati Democrazia Cristiana. Notevole anche la sua partecipazione alle attività della Cgil cassanese.

Grande impegno anche nella vita civile: fu Commissario della Pro Loco cassanese e "inventore" della Sagra della Focaccia" (allora la chiamarono "Festa") nonchè di estemporanee d'arte e di tante iniziativa culturali e turistiche. 

Nel luglio 2011 diede alle stampe il volumetto "Tra calcio e pattinaggio" (Messaggi Edizioni) che racchiudeva l'attività di oltre sessant'anni di attività sportiva.

 

 LE ESEQUIE FUNEBRI si terranno martedì 12 dicembre alle ore 15.00 in Chiesa Madre, partendo dalla Chiesa del Crocifisso.

 

 

 

Commenti  

 
#10 F.C. 2017-12-12 22:36
La tua voglia di vivere e di aiutare gli altri e di essere indipendente e di fare sempre quello che volevi ti ha reso unico tra gli unici, fino alla fine. Ma resto arrabbiato con te perché non dovevi farlo, da te mi aspettavo altro, non sono riuscito a portarti Gabriele. Ti sarebbe piaciuto. Per me venire a cassano è sempre stato un piacere grazie a te, da piccolo e da grande. Non riesco a capacitarmi. Non ci riesco. Lasci un gran vuoto in tutti.
 
 
#9 vo 2017-12-12 14:37
pv ciao zio ti ringrazio di tutto è grazie di avermi dato l opportunità di riscaldatori un po. Poco al tanto calore che ci hai dato in vita. un grande abbraccio .
 
 
#8 Amedeo Venezia 2017-12-12 00:00
Sono costernato per la dipartita terrena di Donato Lionetti . Un politico costruttore di una comunità civica. Capace di anteporre agli interessi personali ed alle ideologie il bene e la crescita della comunità. Ho avuto l'onore di conoscerlo e di apprezzarne le sue grandi qualità umane. Esempio concreto di come si possa essere giovani nonostante l'età anagrafica. Non conosco cosa ci sia oltre ma credo , nella mia fede, che egli appartenga al mondo dei giusti. Un caro ricordo. Amedeo Venezia
 
 
#7 Vito L 2017-12-11 20:51
Ciao Donato..... conosciuto come nonno di 2 miei amici veri e presidente della società di pattinaggio con cui ho gareggiato nella mia adolescenza..... ti sei sempre mostrato una bravissima persona. Riposa in pace ed un abbraccio ai familiari
 
 
#6 L.S 2017-12-11 18:32
TRANI 26 gennaio 2013 premiato dalla Federazione Italiana Coni come rappresentante sportivo regionale,felice di averti scattato una foto,ciao Donato.
 
 
#5 Nla Nuzzaco Lanzolla 2017-12-11 09:57
Ciao Donato riposa in pace.
 
 
#4 M.R. 2017-12-11 09:25
Da una sportiva ad uno sportivo di classe come pochi in questo paese,volevo ringraziarti per la pazienza e la tolleranza con la quale hai affrontato questo periodo storico buio e in declino per quanto riguarda il settore sport e associativo;grazie per la classe e l'eleganza che dalle nostre parti è cosa rara.Evviva lo sport evviva la cultura.Grazie Donato grazie di cuore.
 
 
#3 pino simone 2017-12-10 23:44
Ho trascorso una pessima giornata avendoti costantemente nella mente, ma questa è la nostra vita nell'attesa di un immancabile appuntamento che ci conduce in un luogo ignoto a tutti. Oggi Cassano delle Murge ha perso una persona importante. Desidero il tuo benessere in qualunque luogo in cui ti trovi. Ciao Donato.
 
 
#2 Giuseppe Guida 2017-12-10 23:12
Ciao Donato. Quanti bei ricordi. Eri sempre pronto a dare una mano a tutti e a dispensare saggi consigli. R. I. P.
 
 
#1 Lino Manfredi 2017-12-10 18:24
Caro Donato, ti porterò sempre nel cuore. Conservo ancora un libro sullo sport cassanese con una dedica in cui dicevi: "ad un amico come me malato di sport". La nostra comunità ti deve molto, e spero possa ricordarti per il gentiluomo che sei stato.
Già ti vedo, Lassù, ad organizzare, con l'entusiasmo che hai sempre avuto, l'ennesima associazione. Riposa in pace, amico mio. Che la terra ti sia lieve.
Salutami il tuo amico mest'Giuann.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI