Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Immigrazione: controlli a tappeto nel centro storico di Cassano

controlli carabinieri

Controlli a tappeto nel centro storico cassanese da parte dei Carabinieri della Stazione di Cassano, per contrastare l’immigrazione clandestina.

Gli uomini del Comandante Maresciallo luogotenente Cosimo Maldarizzi  - coadiuvati dal nucleo cinofili di Modugno e dalla Polizia Locale – nel corso di una vasta operazione di verifica che si è svolta in più riprese nei giorni scorsi, hanno controllato numerose abitazioni, in particolare nella parte più antica di Cassano, dove vivono cittadini immigrati.

Nelle scorse settimane, infatti, sono giunte ai Carabinieri diverse segnalazioni per schiamazzi e assembramenti in alcune zone del centro storico, in particolare piazza Adua e strade annesse: da qui la decisione di verificare documenti e permessi di coloro che abitano quelle case, quasi tutti provenienti dalla Nigeria.

Stando ai risultati dell’operazione, non sono state rilevate irregolarità: tutte le persone controllate avevano documenti in regola e regolare permesso di soggiorno nonché contratti di affitto delle abitazioni registrati presso l'Agenzia delle Entrate.

Verificati, nell’occasione, anche i numerosi ospiti che nelle diverse verifiche si trovavano nelle case dei padroni di casa: anche in questo caso i presenti risultavano regolarmente presenti sul suolo italiano anche se non residenti a Cassano.

I cani antidroga del nucleo cinofili non hanno fiutato presenza di stupefacenti né sono state ritrovate armi o merce rubata.

Verificate anche le condizioni di abitabilità e agibilità dei locali e delle abitazioni ma anche in questo caso non sono state riscontrate anomalie.

Tutto in regola, dunque anche se le indagini proseguono per verificare più approfonditamente la documentazione acquisita in particolare per coloro che hanno richiesto, e in qualche caso ottenuto, l’asilo politico nonché la residenza presso il Comune di Cassano.

 

Foto d’archivio

 

Commenti  

 
#13 Scacarella felice 2017-09-08 20:38
Tutto in regola, bisognerebbe esserne contenti. Ma davvero la prossima volta che vado a Cassano per un po' Di fumo devo rivolgermi ai nigeriani del centro storico?
 
 
#12 per sisi 2017-09-08 13:36
Sisi se lavorano e hanno una vita autonoma e' un discorso.Se poi devono oziare(L'OZIO E' IL PADRE DEI VIZI-DICEVANO ADDIRITTURA I LONTANI LATINI)e di conseguenza delinquere e' un altro paio di maniche.Razzisti si fessi no.E poi bastano i delinquenti italiani che gia' abbiamo!!!!!
 
 
#11 Chierico Vagante 2017-09-08 08:39
Giusto per fissare alcuni concetti, visto che molti fanno finta di non sapere/vedere. Cassano è un feudo di un gruppo criminale radicato in uno scacchiere ben più ampio che è quello della cosiddetta mafia barese. Vi sono dei refenti locali ben noti con tanto di subalterni. Qualsiasi attività illegale e criminale segue le regole e le indicazioni di questi galantuomini: estorsioni alle attività commerciale ed industriale, gioco d'azzardo, usura, prostituzione, traffico di armi, furti di auto e in appartamento, riciclaggio di danaro, ricettazione e per fine (ma non meno importante) traffico e spaccio di droghe. Adesso può essere che le cosiddette "formiche" (nel gergale) siano anche di provvenienza africana (e non solo) ma chi dirige e permette dall'alto tutto questo è cassanese doc. Anche occupare un incrocio per vendere della frutta ha bisogno di una sorta di permesso e percentuale dei suddetti galantuomini.
 
 
#10 volavola 2017-09-08 07:48
Signor/a sisi,ammette quindi che lo spaccio c'è. Secondo lei la colpa è nostra che non sappiamo educarli, non è che sono loro che imparare le nostre leggi e rispettarle perchè già ne abbiamo molti di italiani che non lo fanno.Un saluto.
 
 
#9 volavola 2017-09-08 07:36
Del commento non pubblicato molto probabilmente ne è stato frainteso il senso.Ciò non toglie che è molto strano che sia risultato tutto regolare forse perchè,come riportato nell'articolo,l'operazione è stata fatta in più riprese e quindi a buon intenditore poche parole.Un saluto.
 
 
#8 noncistò 2017-09-07 20:33
sisi hai per caso trovato finalmente un lavoro grazie agli immigrati ? capisco
 
 
#7 sisi 2017-09-07 19:49
Io direi che siete tutti una massa di razzisti!Molti di loro lavorano non sono nullafacenti.Se alcuni di loro spacciano la colpa è anche nostra perché non educhiamo gli stranieri a vivere nel nostro paese...siamo i primi ad essere maleducati!Guardarevi allo specchio prima di giudicare gli altri.
 
 
#6 volavola 2017-09-07 18:10
Italia,paese del Bengodi dove tutto è regolare.Ha ragione la Boldrini dobbiamo apprendere la loro cultura e modo di fare così anche gli italiani saranno tutti in regola.A Redazione,come mai il commento postato in precedenza non è stato pubblicato? Un saluto.

LA REDAZIONE

Perchè - nella sostanza - dava a noi del giornale dei costruttori di false news e così non è, se permette.
 
 
#5 Una cassanede 2017-09-07 16:52
Tutto regolare!!!!! Sta a vedere che in difetto stiamo noi??? Questa è un altra pagliacciata
 
 
#4 Antonio 72 2017-09-07 15:00
Ma come tutti in regola .....per lo spaccio lo vediamo avviene sotto gli occhi forse una soffiata ????che figura
 
 
#3 xy 2017-09-07 11:57
Vai a vedere che questi senza reddito sono piu' in regola degli italiani.Ma da dove prendono i soldi???Vorrei saperlo cosi' vado anch'io!
 
 
#2 gimmy 2017-09-07 11:06
era ora. adesso monitoriamo tutto.
grazie ai carabinieri
 
 
#1 Noè 2017-09-07 09:40
Ahahahahahahahahahahahahahahagagahagahahahahahahahahahahahahahahahahahahah tutto regolare??? Non ci credo proprio
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI