Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Migliorano le condizioni della 24enne cassanese ferita in un incidente

miulli giorno

Sono in graduale, lento ma netto miglioramento le condizioni della 24enne cassanese vittima, l’altra notte, di un grave incidente sulla strada provinciale n. 18 Cassano-Altamura.

Chi ha potuto parlare con i familiari della donna riferisce che gli interventi chirurgici, cui è stata sottoposta, hanno avuto esito positivo anche se ne dovranno seguire altri nelle prossime settimane data la gravità delle condizioni nelle quali la ragazza era stata ricoverata presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale “Miulli” in codice rosso.

La donna, alla guida della sua auto, rientrava a Cassano da Altamura, quando per cause ancora tutte da delineare è uscita fuori strada, distruggendo l’auto e rimanendo gravemente ferita.

Stabili anche le condizioni del piccolo fatto nascere dai sanitari subito dopo il ricovero della donna, incinta: ora è sotto osservazione presso l'Ospedale Pediatrico "Giovanni XXIII" di Bari ma pare che anche in questo caso le condizioni siano buone.

Vale la pena sottolineare, infine, la grande solidarietà di tanti cassanesi  che fra sabato e domenica hanno voluto donare il sangue presso il “Miulli” dopo gli appelli lanciati da familiari ed amici affinchè non mancasse il sangue necessario alle trasfusioni per le operazioni chirurgiche: decine e decine di giovani e adulti hanno voluto dare il proprio contributo sia a questa concittadina affinchè tutto andasse per il meglio. 

 

Commenti  

 
#6 aa 2017-09-01 14:45
il commento #1 mi sembra alquanto inopportuno. Perchè non ha lodato lei i donatori di sangue? c'è troppa coda di paglia...
 
 
#5 marianna 2017-08-30 10:04
Pasquale, come si dice, fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce. Comunque a parte questo condivido il dolore della situazione. Purtroppo non si puo' tornare indietro, si puo' solo sperare e pregare per il meglio, per questa ragazza, per il suo bambino e per i suoi familiari.
 
 
#4 x #1 2017-08-29 09:08
io ho provato a scrivere e non ci sono riuscito. La gara di solidarietà è indiscutibilmente encomiabile, ma sono rimasto gelato dal contenuto dell'articolo, dall'esperienza della ragazza, dalla situazione del bambino lontano da lei, dal parto che non viene vissuto come momento di gioia ma come ricordo di un trauma, e infine da quella strada che sembra maledetta. Aspettavo che tutti si risolvesse. Forse altri hanno taciuto per gli stessi motivi.
 
 
#3 Cassa nese 2017-08-29 07:29
Una notizia che fa ben sperare.
Forza...ti aspettiamo!
 
 
#2 Spinelli Vito Grazio 2017-08-28 17:43
Pasquale, pur condividendo questo senso di rabbia, quando si viene additati, criticati, spesse volte anche ingiustamente,inutilmente e soprattutto in fuoriluogo,solo perchè non ci piace la persona o il suo "schieramento politico", non mi sembra il caso fomentare un'inutile discussione che inevitabilmente scade a livelli bassissimi di dialettica e rispetto altrui.
In merito a questa tristissima vicenda, gioiamo per la bella notizia e uniamoci ancor di più, e sosteniamo per lo meno moralmente i familiari e soprattutto preghiamo e continuiamo se necessario ad aiutare questa ragazza e il suo piccolo, affinchè tornino presto insieme e a casa.
 
 
#1 pasquale Campanale 2017-08-28 16:43
nessun commento??? fatemi capire, decine di persone hanno partecipato ad una gara di solidarietà donando sangue e non c'è nessuno che lodi queste persone, la parte positiva della nostra comunità????? ah già, in questo caso non c'è da parlare male degli altri o addossare colpe a qualcuno per qualcosa!!!!! quindi niente commenti....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI