Tunisino 34enne muore in incidente a Cesenatico

incidente mortale

Aveva 34 anni ed era residente a Cassano il tunisino morto l’altro giorno in un incidente automobilistico accaduto a Bagnarola, nei pressi di Cesenatico. L’uomo – le cui generalità non sono state diffuse - alla guida di una moto Yamaha TMax, con una ragazza a bordo, si è schiantato a forte velocità contro un Taxi, un Fiat Freemont, che percorreva la medesima strada in senso opposto.

Stando alla testimonianza raccolta dalla Polizia Locale di Cesenatico, il conducente del taxi ha visto la moto da lontano, ha rallentato fino a quasi fermarsi, accostando il più possibile sulla sua destra. La strada è molto stretta, ma il motociclista, visto la velocità molto elevata, non ha centrato lo stretto varco rimasto tra la macchina e il ciglio della strada. L'impatto è stato violentissimo e frontale. Lo scooter, dopo l'impatto, è finito nel fosso a bordo strada, incendiandosi e andando completamente distrutto. Il conducente, 34 anni, è morto sul colpo, sbalzato contro il cofano dell'auto e poi contro il parabrezza. E' rimasto privo di vita, a terra. I soccorritori del 118, intervenuti sul posto con due ambulanze e l'auto medicalizzata non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo.

 

Secondo quanto scrive il sito CesenaToday a bordo della moto c'era anche una ragazza di 18 anni, di Cesenatico, portata con un codice di massima gravità all'ospedale di Cesena. Vista la violenza dello schianto si può considerare miracolata. L'incidente è avvenuto a Bagnarola, frazione di Cesenatico, ed in particolare in via Pisciatello, nei pressi dell'intersezione con via Torri.

Il tunisino viveva a Rimini ma iscritto all’anagrafe del Comune di Cassano; la moto che guidava era sprovvista di assicurazione e il conducente era privo di patente valida in Italia inoltre la Polizia ha scoperto che aveva con sè una cospicua cifra in contanti, superiore ai mille euro, e tre involucri incellophanati e alcune pasticche, circa 80 grammi di eroina.

 

incidente mortale copy

 

Foto: CesenaToday