Mercoledì 26 Settembre 2018
   
Text Size

Reati non punibili: da domani in vigore il nuovo Decreto

tribunale

Niente pene per reati “tenui” e “non abituali”: una piccola rivoluzione che non mancherà di conseguenze nella vita quotidiana di cittadini, associazioni e imprese, private e pubbliche.

Entra in vigore domani 2 aprile, infatti, il Decreto Legislativo 28/2015 che introduce le condizioni in base a cui sarà evitato il processo penale in caso di imputazioni per reati puniti con una pena base contenuta nel massimo entro cinque anni.

Innanzitutto è necessario che il fatto reato sia caratterizzato dall’esiguità del danno o del pericolo e che il comportamento del colpevole non sia abituale cioè nel caso in cui l’autore sia stato dichiarato delinquente abituale o per tendenza ovvero abbia commesso più reati della stessa indole, anche se ciascun fatto, isolatamente considerato, sia di particolare tenuità.

Esclude la tenuità del fatto la circostanza che l’autore abbia agito: per motivi abietti o futili, con crudeltà (anche in danno di animali), adoperando sevizie, profittando delle condizioni di minorata difesa della vittima (anche in riferimento all’età della stessa), in caso di morte o le lesioni gravissime anche se come conseguenza non voluta.

Ma quali sono in concreto i reati interessati dalla norma?

Ecco un elenco dei reati puniti con pena fino a cinque anni di reclusione.

  •   Abbandono di persone minori o incapaci art.591 c.p. co.1
  •   Abusivo esercizio di una professione art 348
  •   Abuso dei mezzi di correzione o di disciplina art.571 c.p.
  •   Abuso d’ufficio art.323 c.p.
  •   Accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico art.615 ter
  •   Arbitraria invasione e occupazione di aziende agricole o industriali. Sabotaggio art.508 c.p.
  •   Adulterazione o contraffazione di cose in danno della pubblica salute art.441 c.p.
  •   Appropriazione indebita art.646 c.p.
  •   Arresto illegale art.606 c.p.
  •   Assistenza agli associati (anche mafiosi) art.418 co.1 c.p.
  •   Attentato a impianti di pubblica utilità art.420 c.p.
  •   Attentati alla sicurezza dei trasporti art.432 c.p.
  •   Atti osceni art.527 c.p.
  •   Atti persecutori (stalking) art.612 bis co.1
  •   Commercio o somministrazione di medicinali guasti art.443 c.p.
  •   Commercio di sostanze alimentari nocive art.444 c.p.
  •   Contraffazione di indicazioni geografiche o denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari art.517 quater
  •   Corruzione di minorenne art.609 quinquies co.1 c.p.
  •   Crollo di costruzioni o altri disastri dolosi art.434 co.1 c.p.
  •   Corruzione art-318 c.p.
  •   Danneggiamento art.635 c.p.
  •   Danneggiamento a seguito d’incendio art.423 c.p.
  •   Danneggiamento seguito da inondazione,frana valanga art.427 co.1 c.p.
  •   Danneggiamento di informazioni e programmi informatici art.635 bis c.p.
  •   Danneggiamento di sistemi informatici o telematici art.635 quater c.p.
  •   Detenzione di materiale pornografico art.600 quater c.p.
  •   Deviazione di acque e modifiche dello stato dei luoghi art.632 c.p.
  •   Diffamazione art. 595 c.p.
  •   Divieto di combattimento tra animali art.544 quinquies
  •   Esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza artt.392-393 c.p.
  •   Evasione art 385 c.p.
  •   Fabbricazione o detenzione di materie esplodenti art.435 c.p.
  •   False informazioni al P.M. art.371 bis
  •   Falsità materiale del P.U. art.477 c.p.
  •   Favoreggiamento personale art-378 c.p.
  •   Favoreggiamento reale art.379 c.p.
  •   Frode informatica art.640ter co.1-2 c.p.
  •   Frode in emigrazione art.645 c.p.co.1
  •   Frode nelle pubbliche forniture art.356
  •   Frode processuale art.374 c.p.
  •   Frodi contro le industrie nazionali art.514 c.p.
  •   Frode nell’esercizio del commercio art.515 c.p.
  •   Furto art.624 c.p.
  •   Gioco d’azzardo art.718-719 c.p.
  •   Impiego dei minori nell’accattonaggio art.600 octies c.p.
  •   Incesto art.564 1 co. C.p.
  •   Inadempimento di contratti di pubbliche forniture art.355 c.p.
  •   Indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato art 316 ter
  •   Ingiuria art.594 c.p.
  •   Ingresso abusivo nel fondo altrui art.637 c.p.
  •   Insolvenza fraudolenta art.641 c.p.
  •   Interferenze illecite nella vita privata art. 615 bis
  •   Interruzione di pubblico servizio art.331 c.p.
  •   Intralcio alla giustizia art.377 c.p.
  •   Introduzione nello Stato e commercio di prodotti falsi art.474 c.p.
  •   Introduzione o abbandono di animali nel fondo altrui art.636 c.p.
  •   Invasione di terreni o edifici art.633 c.p.
  •   Istigazione a delinquere art.414 c.p.
  •   Istigazione a disobbedire alle leggi art.415 c.p.
  •   Lesione personale art.582 c.p.
  •   Lesioni personali colpose art.590 c.p.
  •   Maltrattamento di animali art.544 ter
  •   Malversazione a danno dei privati art.315 c.p.
  •   Malversazione a danno dello Stato art.316 bis
  •   Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice art.388 c.p.
  •   Manovre speculative su merci art.501 bis c.p.
  •   Millantato credito art.346 c.p.
  •   Minaccia art. 612 c.p.
  •   Occultamento di cadavere art.412 c.p.
  •   Oltraggio a P.U. art.341 bis
  •   Oltraggio a un magistrato in udienza art.343 c.p.
  •   Omessa denuncia di reato da parte del P.U. art.361
  •   Omicidio colposo art.589 c.p. co.1
  •   Omissione di referto art.365 c.p.
  •   Omissione di soccorso art. 593 c.p.
  •   Patrocinio o consulenza infedele art.380 c.p.
  •   Peculato mediante profitto dell’errore altrui art.316 c.p.
  •   Percosse art. 581 c.p.
  •   Possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi art.497 bis co.1.
  •   Procurata evasione art.386 co.1
  •   Procurata inosservanza di pena art.390 c.p.
  •   Resistenza a P.U. art. 337 c.p.
  •   Rialzo e ribasso fraudolento di prezzi sul pubblico mercato o nelle borse di commercio art.501 c.p.
  •   Rimozione od omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro art.437 c.p.
  •   Rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio art.326 c.p.
  •   Rivelazione di segreti inerenti ad un procedimento penale art.379 bis
  •   Rifiuto di atti d’ufficio. Omissione art.328 c.p.
  •   Rissa art.588 c.p.
  •   Simulazione di reato art.367 c.p.
  •   Sostituzione di persona art.494 c.p.
  •   Sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro art.334 c.p.
  •   Sottrazione di persone incapaci art.574 c.p.
  •   Sottrazione e trattenimento di minori all’estero art.574 bis
  •   Stato d’incapacità procurato mediante violenza art. 613 c.p.
  •   Traffico d’influenze illecite art.346 bis
  •   Truffa art.640 c.p.
  •   Turbata libertà degli incanti art.353
  •   Turbativa violenta del possesso di cose immobili art.634 c.p.
  •   Usurpazione di funzioni pubbliche art.347
  •   Uccisione di animali art.544 bis
  •   Uccisione o danneggiamento di animali altrui art.638 c.p.
  •   Vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine art.516 c.p.
  •   Vilipendio delle tombe art.408
  •   Vilipendio di cadavere art.410 co.1
  •   Violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza art 616 c.p.
  •   Violazione di domicilio art.614 c.p.
  •   Violazione di domicilio commessa dal P.U. art. 615 c.p.
  •   Violazione di sepolcro art.407 c.p.
  •   Violazione di sigilli art.349
  •   Violazione degli obblighi di assistenza familiare art.570 c.p.
  •   Violenza o minaccia a P.U. art.336 c.p.
  •   Violenza privata art.610 c.p.
  •   Violenza o minaccia per costringere taluno a commettere un reato art.611 c.p.

 

 

Commenti  

 
#28 Polieri 2018-07-11 11:06
Fatta la legge trovato l'inganno:dello più sono leggi a favore di chi coverna e non dell 'opinione publica.solo nell'italia si modificano e rimoficano le leggi per una convenienza di chi coverna echi amministra sapendo penissimo che loro stessi commettono in parte più quei reati.
 
 
#27 Aniello 2018-03-08 08:57
Il buon Renzi ha fatto un'altra scelta scellerata:depenalizzare una serie di reati tra cui l'art.633 CP ovvero l'occupazione abusiva da parte d' ignoti alla proprieta' privata, forse per facilitare gli extracomunitari o anche gli italiani.Bravo Renzi!Per lui la Costituzione che difende la proprieta' privata e' sempre ignorata.
 
 
#26 maria.grifa@libero.i 2017-11-20 20:44
E' truffa allo stato se una dipendente pubblica in stato di gravidanza a rischio fa un viaggio in aereo ?
 
 
#25 Antonio Tallura 2017-06-05 23:46
Sono stato condannato con sentenza definitiva di cassazione in data 22/02/2017 ad un anno di reclusione ai sensi dell art. 640 del c.p..Vorrei sapere se posso rientrare nella depenalizzazione. Faccio presente che l ordine di esecuzione della pena mi è stato momentaneamente sospeso in quanta nei trenta giorni disponibili ho fatto richiesta al tribunale di sorveglianza ad una misura alternativa. In attesa di una v.s. invio cordiali saluti
 
 
#24 galoflori 2017-03-31 23:23
la insolvenza fraudolenta non e più reato ?????
 
 
#23 guidagianvito 2016-09-13 16:18
se un medico di guardia detiene farmaci che risultano guasti senza aver causato danni ed è accusato dall'art 443 c.p.cosa rischia?
 
 
#22 Niko 2016-06-06 17:27
art. 612 c.p. è stato depenalizzato?
 
 
#21 Pasquale 2016-05-17 16:16
Sentenza non definitiva di condanna paer resistenza p.u.. Viene proposto appello.
Quali saranno gli sviluppi?
 
 
#20 libera 2016-05-13 23:18
gradirei sapere se l'art 334 cod penale rientra trai reati depenalizzati grazie per la risposta
 
 
#19 Gianmaria 2016-04-17 23:34
Sono solo disgustato
 
 
#18 Dome74 2016-03-22 22:31
Scusi mal art 337 con Resistenza a PU è stato depenalizzato..??
 
 
#17 fabio2016 2016-03-21 08:16
Salve, Quindi, in base a questa depenalizzazione dell'art. 633 del cp, non è più reato occupare una casa popolare, vero? Se fosse vero, non sarebbe una cosa sbagliata, secondo me. Perchè (un cittadino italiano) che non ha un lavoro e un tetto per colpa di uno Stato incapace e marcio, ha il diritto, almeno, di un tetto dove poter dormire. Con tutti i miliardi che vanno in tasca a poche persone e lobby varie si potrebbero costruire milioni di appartamenti per i meno abbienti. Grazie per eventuale risposta e un saluto a tutti.
 
 
#16 piergiovanni 2016-03-14 17:59
Se erano reati tutta questa sfilza di comportamenti "contram lege"(contro la legge) se ne deduce che i legislatori hanno sprecato il loro tempo.Ora si è proposta questa soluzione quantomeno discutibile e non garantista per il cittadino vittima di uno o più di questi comportamenti, come a dire, prima eri tutelato dalla legge in un certo modo,adesso non più, hanno fatto delle leggi a cui affidarti, ma adesso Noi legislatori (il parlamento) e il Ministro preposto alla firma abbiamo escogitato questa soluzione.Ora di fronte ad uno scempio del genere devi solo accettare.E no così non va bene!!Piergiovanni.
 
 
#15 Ale 2016-03-03 11:58
Ma l'articolo 570 non è più punibile con il carcere
 
 
#14 Morgan 2015-11-06 20:33
Allora atti osceni in lu pubblico non è più punibile
 
 
#13 volavola 2015-04-03 09:39
Avvocato Pierillo, il reato è sempre reato e come tale è da punire indipendentemente che sia la prima o l'ennesima volta.Il male si previene all'origine dopo è troppo tardi."Capito mi hai".Signor Mantegazziani,bentornato,io avrei detto "stramorta da oltre mezzo secolo". Un saluto.
 
 
#12 E. Campanale x Pierillo_123 2015-04-03 08:58
Può essere ma è chiaro che non c'è alcun automatismo. Le "valutazioni" le fa sempre e comunque il giudice.
 
 
#11 Pierillo_123 2015-04-03 08:48
P.S.
all'autrice dell'articolo, mi permetto di far notare che aver semplicemente elencato i reati punibili con pene sino a 5 anni può generere errate valutazioni...alcuni esempi:
- "Atti persecutori (stalking)" è escluso perchè l'atteggiamento persecutorio è atto di per sé reiterato
- I reati contro gli animali non sono generalmente depenalizati perchè i maltrattamenti rientrano di certo nei motivi abietti, futili o crudeli.
- Omissione di soccorso, il codice della strada non è stato cambiato, resta l'obbligo di soccorso in caso di incidente.
ecc, ecc, ecc
 
 
#10 Pierillo_123 2015-04-03 07:25
Invece io approvo questo D.L.: il novello ladro di polli non verrà più equiparato al truffatore incallito; la signora anziana beccata per la prima volta alla cassa del supermercato con una scatoletta di tonno in tasca non sarà trattata alla stregua del ladro di appartamento.
Non fermiamoci ai titoli: depenalizzare non significa non essere giudicato, il fatto rimane sulla carta un reato ma, se le circostanze "sono quelle previste" (verifica il giudice) si passa dalla causa penale a quella civile...la parte offesa potrà comunque opporsi. Nessuna liberalizzazione o "autorizzazione" a delinquere.
 
 
#9 xy 2015-04-02 19:25
mi sono ricordato del film 'ladri di biciclette'dove un furto e' un furto!!e c'era la galera!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI