Martedì 27 Ottobre 2020
   
Text Size

GIORNO DELLA MEMORIA: FERMIAMOCI 1 MINUTO

giornomemoria2010



Dall’Assessorato Comunale alla Cultura, gioventù, sport e turismo giunge un invito per la Giornata della Memoria che si celebra il 27 gennaio, reso noto attraverso questa nota.

“Il  27 Gennaio è il giorno della Memoria, istituito con la legge n. 211 del 20 luglio 2000 dal Parlamento italiano che, aderendo alla proposta internazionale, commemora le vittime  dell'Olocausto e l’ onore di coloro che, a rischio della propria vita, hanno protetto i perseguitati.

« La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.»

Sono passati ormai 65 anni ma anche Cassano non vuole e non può dimenticare queste pagine di storia orribili!

Ogni anno tutto il mondo si unisce  in memoria di quella gente deturpata nell’anima con un disegno malefico, una follia etnica  ingiustificata e una ideologia assassina. Milioni di vittime avvolte dal silenzio, dal dolore. Per  superare ogni odio e giungere finalmente alla pace.

Tutti gli uffici si fermeranno per celebrare questa giornata osservando,simbolicamente, un minuto di silenzio alle ore 12,00.

Fallo anche tu!

Commenti  

 
#1 osservatore 2010-01-27 12:42
chi ha applaudito al nazifascismo e chi spesso recita e cita scrittori come i vari marinetti &co ,nella giornata della memoria deve solo stare in silenzio senza dire cosa bisogna fare.
ecco cosa diceva marinetti tra le altre cose nel suo manifesto:
"NOI VOGLIAMO GLORIFICARE LA GUERRA,SOLO IGIENE DEL MONDO-IL MILITARISMO,IL PATRIOTTISMO,IL GESTO DISTRUTTORE DEL LIBERATORE.LE BELLE IDEE PER CUI SI MUORE E IL DISPREZZO DELLA DONNA." tratto da " l'igiene"
per cortesia state zitti, silenzio .....i morti ci ascoltano.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.