Venerdì 22 Ottobre 2021
   
Text Size

Scuola, vaccinato con prima dose l’85% dei 16-19enni

vaccini giovani

 

Pronti a tornare a Scuola nella massima sicurezza, grazie al vaccino. 

Secondo i dati diffusi dalla Asl Bari, l’85% dei ragazzi compresi nel gruppo 16-19 anni, esattamente 43.611 su circa 51mila che frequentano le scuole superiori o si sono appena maturati e in parte stanno per affrontare l’Università, ha già ricevuto la prima somministrazione di vaccino anti-Covid. Il picco è stato raggiunto nella città di Bari con il 90%: 10.695 giovanissimi vaccinati con prima dose su circa 11.900. Anche rispetto alla copertura completa, la campagna è molto avanti: più di sei ragazzi su 10, il 64%, sono stati immunizzati. E a Bari questa soglia cresce sino al 67%.

Risultati raggiunti in virtù del lavoro svolto dal Nucleo Operativo Aziendale Vaccini e dal Dipartimento di Prevenzione della ASL Bari che hanno impresso una doppia accelerazione alla campagna vaccinale, prima con l’avvio dell’accesso libero per gli under 19 in tutti gli hub, poi con la “chiamata attiva” organizzata in stretta collaborazione con le istituzioni scolastiche, particolarmente impegnate nel sensibilizzare la popolazione in età scolare.

Anche allargando l’analisi al target dei 12-19enni, del resto, i numeri parlano chiaro: il 78%, ossia 77.156 dei quasi 99mila giovanissimi, ha usufruito della prima somministrazione di vaccino anti-Covid e quasi la metà, il 47%, ha completato il ciclo di immunizzazione. 

L’obiettivo di mettere in sicurezza la Scuola, insomma, è davvero vicinissimo, anche nel confronto con le statistiche nazionali per lo stesso target: in Italia - dato aggiornato al 7 settembre - il 59,3% dei 12-19enni è stato vaccinato con una dose e il 38,5 con dose doppia o unica.

 

 

Commenti  

 
#4 Covvidi 2021-09-10 09:24
Nel leggere questi commenti si capisce molto bene il lavoro svolto dalle TV di inculcare nelle menti della gente l'idea di nn tollerare chi la pensa diversamente dalla versione che viene raccontata.Ma vorrei ricordare a questi esseri quasi viventi che fino a quando NONc'è un obbligo per tutti NOI siamo nel perimetro della LEGGE
 
 
#3 Anonima cassanese 2021-09-09 11:11
Braviii x il bene di tutti.
 
 
#2 mina 2021-09-09 09:13
per sognoosondesto. anche secondo me non vale la pena... si non vale la pena dare la libertà di espressione a quelli come te.
il vaccino non va reso obbligatorio ma va limitata la libertà di quelli come te. A cominciare dalla libertà di voto.
 
 
#1 sognoosondesto 2021-09-08 13:26
Volevo commentare ma poi mio sono detto che non ne vale la pena perché l'articolista è totalmente in malafede e prezzolato
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.