Ricomincia lunedì la mensa scolastica

Mensa-Scuola04-1-2000x1200

Poco meno di un terzo delle famiglie degli alunni che normalmente usufruivano della mensa scolastica hanno confermato l'adesione per quest'anno al servizio.

Riapre lunedì 8 febbraio, infatti, dopo mesi di sospensione, la mensa scolastica dell'Istituto Comprensivo "Perotti-Ruffo" e ad usufruirne, secondo i dati in possesso del Comune di Cassano delle Murge, saranno poco più di cento ragazzi a fronte di un servizio che normalmente soddisfaceva 340 alunni.

"Sono in corso le ultime verifiche e prenotazioni - dicono dal Comune - ed è probabile che il numero definitivo sia più alto" ma non potrà variare poi di molto dato che diverse insegnanti e molte famiglie hanno più volte contestato l'avvio del servizio mensa che potrebbe contribuire ad aumengtare i rischio di contagio da Covid-19 anche se saranno adottati tutti i criteri di sicurezza dettati dai relativi protocolli.

Di fatto, però, a scuola entreranno fornitori e personale della ditta che prepara i pasti e la stessa gestione degli alunni che siederanno a tavola non sarà facile.

Stando, infatti, a quanto specificato nell'appalto, la preparazione dei pasti avviene presso il centro cottura di proprietà del comune presso la scuola dell’Infanzia di via Galietti emntre le scuole da servire sono, oltre alla stessa Scuola dell'Infanzia, anche la Scuola dell’infanzia statale, plesso “Regina Elena” e la Scuola Primaria plesso Via Convento (alcune sezionia tempo pieno) dove i pasti arrivano con mezzi attrezzati a cura della Associazione Tempornea fra Imprese composta dalla "Pastore srl" e "CDS onlus".

Ogni pasto costa, a base d'asta, 4,20 euro per una spesa complessiva (negli anni 2019/2022) di 458.141 euro oltre all'iva.