Martedì 09 Marzo 2021
   
Text Size

Nuovo DPCM dal 16 gennaio ecco divieti e concessioni

panorama

Fino al 5 marzo (a partire, secondo il DPCM in vigore, dal 16 gennaio ma stando a quanto riferito dal Ministro della salute Speranza dal 17 gennaio ovvero domenic) tutta la Puglia (dunque Cassano delle Murge compresa) si troverà in “zona arancione” (livello di rischio medio-alto) secondo le disposizioni previste dal nuovo Dpcm in riferimento all'emergenza sanitaria.

Che cosa si potrà e che cosa, invece, non si potrà fare in questi giorni?

Ecco di seguito i divieti:

  •          divieto di spostamento tra regioni diverse, salvo che per motivi di salute, esigenze lavorative o comprovate necessità. È sempre possibile rientrare presso il proprio domicilio, residenza o abitazione;
  •          divieto di ingresso e uscita in un comune diverso da quello di residenza salvo che per motivi di salute, esigenze lavorative, comprovate necessità, per rientrare nel proprio domicilio, assicurare la didattica in presenza o usufruire di servizi non presenti nel proprio comune

  divieto di circolazione dalle 22 alle 5, salvo che per motivi di salute, esigenze lavorative o comprovate necessità;

  divieto di apertura degli esercizi commerciali all'interno di centri commerciali e assimilabili nei giorni festivi e prefestivi, salvo farmacie, parafarmacie, generi alimentari, tabacchi, edicole;

  •          divieto di apertura per musei, cinema, teatri, centri sociali e ricreativi;
  •          divieto di apertura per sale giochi, sale scommesse, bingo e casinò anche all’interno di locali adibiti ad attività differente;
  •          divieto di apertura per parchi tematici e di divertimento, salve attività ricreative, ludiche ed educative;
  •          sospensione di eventi, congressi, spettacoli dal vivo, discoteche
  • Questo, invece, quanto è consentito:

    - Regolare attività per farmacie, parafarmacie, generi alimentari, tabacchi, edicole;

    - Per bar, ristoranti, pizzerie, paninoteche, ecc.  attività consentite solo con consegna a domicilio e, fino alle 22, asporto. Divieto di consumazione al tavolo, al banco o nelle adiacenze del locale;

    - Consentita l’attività motoria all’aperto presso centri sportivi e le attività riabilitative e terapeutiche;

    - Regolare attività dei servizi alla persona (barbieri, parrucchieri, estetisti);

    - Consentiti eventi sportivi riconosciuti dal Coni e dal Comitato italiano paraolimpico a porte chiuse;

    - Didattica a distanza al 100% per le scuole secondarie di secondo grado, fino al 17 gennaio (salvo diversa disposizione della Regione Puglia);

    - Per gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado è garantita l’attività didattica in presenza in luogo della didattica digitale integrata, per tutti gli alunni le cui famiglie la richiedano espressamente per i propri figli;

    - Didattica in presenza con uso obbligatorio della mascherina, salvo per bambini/e al di sotto dei 6 anni e con disabilità incompatibili con la mascherina;

    - Mezzi di trasporto locali e regionali al 50% della capienza.

    Per ogni ulteriore informazione è attivo il n.ro verde della Regione Puglia dedicato all’emergenza sanitaria:  800.713.931 (tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00).

     

     PRECISAZIONE

    Al momento i cui è stato scritto l'articolo il testo ufficiale di riferimento è il DPCM del 21/01/2021 ovvero il Decreto che abroga il precedente DPCM e la cui validità (si legga l'art. 14) parte dal 16/01/2021. Il testo della disposizione del Ministero della Salute - annunciato ma non ancora pubblicato - parla di Puglia in zona arancione. Infine, il testo precedente a questo porta la Puglia in zona gialla fino al 15/01/2021. 

    Commenti  

     
    #12 ##anonimo# 2021-01-17 16:32
    Si può andare in un altro comune a lavare la macchina? Sse e no i controlli dove stanno?
     
     
    #11 AcciaRino 2021-01-16 15:47
    Basta staccare la corrente dopo un accertamento di una pattuglia... Il caffè di fa a casa propria!
     
     
    #10 Barman 88 2021-01-16 14:47
    Tanto cosa cambia gli assembramenti dinanzi ai bar ci saranno sempre.
    I bar dovrebbero trasferire i loro contributi ai ristoranti.
     
     
    #9 AcciaRino 2021-01-16 08:33
    Fate finta che è zona rossa è state a casa al di fuori degli obblighi vari. Ê meglio per tutti. Sempre zona rossa per chi può!
    I commercianti i pizzaioli i cantanti i musicisti gli attori so o ormai come i caduti in trincea. Vú fá!
     
     
    #8 Anonimo 2021-01-16 08:28
    A rega uscite fuori come quei bravi onorevoli
     
     
    #7 michele.cassanese 2021-01-16 08:16
    Avete sbagliato, oggi siamo ancora in Zona Gialla!
     
     
    #6 Anonimo 2021-01-16 08:11
    È no quelli si chiamano "onorevoli"
     
     
    #5 Covidi 2021-01-16 08:04
    Se ti"assembri"per fare il caffè sei un irresponsabile se però ti "assemdri" per fare il vaccino sei un responsabile viva la coerenza
     
     
    #4 Ciccill 2021-01-15 23:39
    Al massimo dal 17 gennaio, sarebbe corretto correggere l’articolo
     
     
    #3 Sandro Angilecchia 2021-01-15 23:09
    Su governo.it è stato pubblicato il nuovo dpcm dove si evincono le nuove regole per le varie zone ma non è stato pubblicato ancora l’assegnazione dei colori delle varie regioni...quindi mi chiedo come possiate pubblicare ciò...e tra l’altro andando sul portale Puglia risultiamo dall’11 gennaio zona gialla...ma nessun accenno di zona arancione. 15 gennaio ore 23:09
     
     
    #2 Sandro Angilecchia 2021-01-15 23:03
    Mi dice su quale documento ufficiale siamo in zona arancione dal 16 gennaio? Sono curioso
     
     
    #1 kpaneb 2021-01-15 21:58
    Da sabato 16 gennaio 2020 a lunedì 15 febbraio 2023, tranne i galeotti che possono uscire per buona condotta
     

    Aggiungi commento

    rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

    ULTIMI COMMENTI

    LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

    l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

    Porta la Voce nel tuo paese

    Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.