Martedì 13 Aprile 2021
   
Text Size

Tommaso Ciccarone "torna a casa" a capo dell'UTC

comune

Un probabilmente gradito “ritorno a casa” per Tommaso Ciccarone, che fino al prossimo 30 dicembre 2020, salvo proroghe, sarà a capo dell’Ufficio Tecnico Comunale (UTC) di Cassano delle Murge dopo la partenza dell’ing. Domenico Satalino traferitosi a Cerignola.

Dopo una parentesi, non certo finita bene, presso la Polizia Locale in qualità di Responsabile, al geom. Ciccarone l’Amministrazione Di Medio ha proposto di caricarsi sulle spalle uno dei settori più floridi ma anche più “rognosi” dell’intera macchina burocratica comunale che ha tante competenze e deve districarsi fra richieste degli amministratori, imprese, tecnici e cittadini.

Ma siamo certi che l’incarico non spaventa il neo-promosso capo dell’UTC che proprio all’ultimo piano del Municipio di piazza Moro ebbe il suo primo incarico da dipendente comunale.

Ciccarone si troverà a gestire, almeno fino a quando la Sindaca e la sua Giunta avranno individuato un nuovo Responsabile, un interessante parco-progetti lasciando in eredità da Satalino che sfiora la somma di 350mila euro fra incarichi professionali e appalti, considerando solo quelli già stanziati.

Il più imponente è quello da 400mila euro che riguarda la rifunzionalizzazione dell’ex “Garden Village”, sulla via per Mercadante e della relativa pista ciclabile lungo il tracciato dell’Acquedotto Pugliese. L’incarico per realizzare il progetto esecutivo del “complesso polifunzionale con finalità socio-educative e riqualificazione degli spazi esterni” è stato assegnato all’architetto Pasquale Tufariello che per poco più di 90mila euro cercherà di re-immaginare un impiego per l’area, nella speranza che non vengano fatti gli errori (e gli orrori) del quartiere “Sacro Cuore”, con l’ormai famosa pista ciclabile che gira….attorno ad un isolato!

Per il rifacimento di alcune strade (urbane ed extraurbane) ci sono, inoltre, 115mila euro: a dirigere i lavori ed effettuare la relazione finale sarà l’ing. Lorenzo Natale, professionista esterno al Comune. Altri 10mila euro, poi, serviranno per il rifacimento di tombini e caditoie in alcune strade del paese.

Al via anche la gara per ristrutturare (pur non essendo stato quasi mai utilizzato) il palazzotto di via Ruffo che ospitava le ex “Officine Culturali”: dalla Regione Puglia sono arrivati 97.804 euro per il progetto “Labojamo” e la direzione lavori in questo caso è stata affidata al geometra laureato Giovanni Quatraro con un compenso di poco più di 18mila euro.

La Pubblica Illuminazione, infine: dopo aver provato con il “project-financing”, andato a vuoto, l’Amministrazione Di Medio si è orientata verso l’appalto della Consip che a costi ragionevoli (tant’è che vi si sono rivolte tante Amministrazioni Locali) provvede al rifacimento delle linee, dei pali e dei corpi illuminanti: una soluzione che si spera efficace alle sempre più buie strade cassanesi. Per la progettazione definitiva della proposta da elaborare per Consip l’incarico è stato affidato all’ing. Michel Smaldino per un onorario di 19mila euro.

Al neo capo dell’UTC, dunque, il compito di seguire questi e altri lavori e incarichi per cercare di invertire la tendenza a circa 16 mesi dalle prossime elezioni amministrative comunali.

 

 

Commenti  

 
#14 pippuccio 2020-12-08 12:16
Comunque se non ho letto male gli atti sull'albo pretorio l'ing.Satalino, da molti bistrattato, i lavori per il rifacimento delle basole in piazza rossani eseguiti lo scorso anno li aveva seguiti a costo zero per il comune. euro 10.000 per controllare se l'impresa esegue bene la posa in opera delle basole francamente vi sembrano Giusti?NOn credo...
 
 
#13 muro 2020-12-03 19:18
Questi parlano di 18.000 20.000 euro piu' del lavoro di uu anno di un operaio,Poiche' sicuramente non lavoreranno tutto un anno UN 4-5.OOO EURO NON POTEVANO BASTARE PER UN PROGETTINO DEL C...O?
 
 
#12 Cicca 2020-12-03 18:33
Io non avrei accettato per dignità. Mese scorso non era buono perchè non aveva titoli, ora addirittura ricopre quello da ingegnere...ma state scherzando?
 
 
#11 Lucio 2020-12-03 16:32
Geometra non si faccia usare e buttare via questi sono folli...
 
 
#10 cassanese vero 2020-12-03 15:48
Ciccarone è uno dei pochi, se non l'unico, dipendente comunale che ci ha sempre messo la faccia e si è cimentato con tanti incarichi diversi, facendo sempre bene.
Diamogli piena responsabilità ed affidiamogli questo UT, il paese ne trarrà vantaggio.
 
 
#9 Una Bufala 2020-12-03 15:14
Un mese fa il Ciccarone venne destituito da Responsabile perché non aveva raggiunto gli obiettivi di PEG che la amministrazione le aveva affidato.
Un fatto gravissimo, mai accaduto a Cassano, che costituisce comunque un'onta a carico del geometra.
Oggi la Sindaca gli attribuisce un incarico addirittura superiore, come peso di responsabilità.
Ma allora mi verrebbe da chiedere, ma siamo sicuri di avere a che fare con dei sani di mente?
 
 
#8 figlio di U 2020-12-03 13:42
Finalmente le eccellenze del paese tornano a casa, teniamocele strette. Buon lavoro Tommaso.
 
 
#7 L’Osservatore Rumeno 2020-12-03 12:55
La Vostra Sindaca, già nostra connazionale, sta prestandosi infaticabilmente in quel marasma di paese che avete.
Cosa lo volete, il paese, nuovo ?
Avete fior di Vice Sindaco, di Assessore alle bilance, di Bretelloni tuttofare, gente buona per nostra patria rumena ed, invece, ve la godete voi.
Ingrati ! Proprio non sapete distinguere i buoni amministratori dalle cattive imitazioni !
Da Buca rest è tutto, perché a noi le strade piacciono così, con le buche !
 
 
#6 Goleador 2020-12-03 11:57
mah!
Tutti questi incarichi, manna per quei pochi che hanno la "fortuna" di essere SEMPRE nella rosa dei progettisti. Davvero seccante vedere sempre i soliti noti! Questo Comune puzza di vecchio, con nomi scontati e onorari nient'affatto scontati, anzi!
Ed intanto la città senza un maresciallo, senza un capo dei vigili, senza un ingegnere capo, senza un vero Sindaco e un vero vicesindaco, con un Consiglio comunale fatto di sprovveduti e improvvisatori, senza un reale gruppo dirigente, ...
Un paese che è destinato ad affondare per incuria generale, a partire dai suoi stessi cittadini.
 
 
#5 Inquilino 2020-12-03 09:34
Tenete conto di ristrutturare la facciata delle palazzine del comune in via Fermi 8 ci sono pezzi pericolanti e non oso immaginare se dovesse cadere addosso una persona o su una macchina che sono sempre parcheggiate dietro, e dopo varie segnalazioni fatte dai condomini non si muove niente lavori iniziati ma non terminati hanno fatto solo la punta di fronte alla villetta e poi niente
 
 
#4 Un cittadino 2020-12-03 08:21
Ma che pagliacciataaaa!!!
Amministrazione scellerataaaaa
 
 
#3 V.C. 2020-12-03 07:59
Il garden Village ?
e il polisportivo a quando ?
visto he sta cadendo a pezzi ?
 
 
#2 Ritiratevi 2020-12-02 21:20
quì qualcuno non sta bene con la testa...bah!
RITIRATEVIIIIIIIIII!
 
 
#1 Ma che bontà 2020-12-02 21:17
Diceva una vecchia canzone di Mina...ma che bontà, ma che bontà, cosa sarà mai questa cosina qua?
Questo è un altro atto scellerato che non ha ne testa e ne coda. Una amministrazione non solo allo sbando, ma priva di dignità.
Non so in quali condizioni arriveremo alla primavera del 2022, ma una cosa è certa: in 1 anno e mezzo che resta alla fine di questa tragedia greca, ne vedremo ancora di ca........cca.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.