Covid-19, si "raffredda" la curva dei contagi a Cassano

Immagine1

Comincia a stabilizzarsi la curva dei contagiati da Covid-19 a Cassano, secondo i dati riportati dalla Prefettura di Bari e gentilmente concessici dall’Amministrazione Di Medio.

Nei due grafici che riportiamo si nota bene l’andamento del numero di coloro che sono stati dichiarati positivi a seguito di tampone che fa impennare la curva a partire da metà ottobre, dopo un periodo nel quale l’epidemia sembrava essere più contenuta.

Ma da fine ottobre e fino al 19 novembre scorso la curva si impenna, arrivando a toccare ben 142 contagiati, un numero non piccolo se rapportato alla popolazione residente, che ha fatto prendere alla Sindaca decisioni drastiche, ad esempio chiudendo parchi e piazze nonché i parco-giochi e vietando ogni tipo di assembramento.

Immagine1

 

Comincia a stabilizzarsi la curva dei contagiati da Covid-19 a Cassano, secondo i dati riportati dalla Prefettura di Bari e gentilmente concessici dall’Amministrazione Di Medio.

Da qualche giorno, però, la curva sta flettendo e salvo sorprese potrebbe cominciare a scendere già nei prossimi giorni.

Nell’altro grafico (vedi sopra) si evince il numero dei guariti (quelli in arancione) o almeno di presunta guarigione perché – spiega il vice-Sindaco Angelo Giustino che ha elaborato i dati “in alcuni casi i nomi si trascinano pur avendo superato abbondantemente  il periodo di quarantena obbligatoria e, probabilmente, potrebbero aver avuto il nulla osta Asl finalizzato all'interruzione di quarantena”.

I casi di ospedalizzazione fra i positivi sono stati estremamente bassi: da 2 a 3 e quasi tutti si sono già risolti con il ritorno a casa.

Nessuna vittima, infine e al momento, per Covid-19 a Cassano, almeno direttamente mentre è noto che un anziano uomo, risultato positivo al virus, avrebbe posto fine alla sua vita legando questo scelta al suo stato di salute.

 

 

Immagine2