Martedì 24 Novembre 2020
   
Text Size

Non si farà più il traliccio a Santa Lucia

WhatsApp Image 2019-07-28 at 12.10.03 (1)

Non sarà più installato sulla Collina di Santa Lucia il traliccio per supportare nuovi impianti di telefonia e trasmissione dati, come da richiesta della multinazionale "Iliad" al Comune di Cassano delle Murge.

Lo ha rivelato ieri sera l'Assessore all'Ambiente Carmelo Briano nel corso della presentazione del Rapporto che la società "Polab" ha realizzato per conto del Comune quale censimento degli impianti sul terrirodio di Cassano.

La vicenda, come si ricorderà, esplose nell'estate scorsa quando alcuni residenti della zona avviarono una petizione per dire "no" al traliccio nel bel mezzo delle case e per di più su una proprietà privata. Oltre ad avversare la presenza del traliccio, i residenti - che intanto si costituirono nel Comitato "Stop 5 G a Cassano" - mettevano in guardia proprio sull'uso di questa nuova tecnologia, in attesa di evidenze scientifiche certe sulla non nocività.

L'Assessore Briano, che fra l'altro ha la sua residenza proprio nella zona, a pochi metri dal sito prescelto dalla multinazionale, si impegnò sin da subito per scongiurare l'installazione della struttura con una serie di atti che impegnarono la Giunta prima e il Consiglio Comunale poi nel dichiarare il "no" al 5G nel nostro territorio, culminato con una Ordinanza che la Sindaca Maria Pia Di Medio.

La nuova antenna sarà collocata, dunque, in un altro sito ovvero sul traliccio che si trova sulla Panoramica che già ospita impianti di telefonia ma soprattutto ripetitori tv. Soluzione contestata da alcuni cittadini presenti in sala secondo cui "quel traliccio è abusivo e illegale, perchè vìola la Legge egionale in materia di installazioni nell'ambito urbano" anche se per quasi 35 anni nessuno se ne occupa.

L

 

 

 

 

Commenti  

 
#12 PRO5G 2020-09-27 07:51
Un settore quello delle antenne abbandonato a se stesso. Un territorio vandalizzato, complice la conformazione orografica che lo rende molto appetibile ai vari gestori sia della telefonia che della radiotelevisione, da una selva di antenne disseminate ovunque. Un ambito che per l'impatto sulla salute pubblica dovrebbe essere fortemente attenzionato da una pubblica amministrazione che non dispone di un regolamento, non si è dotata di un catasto delle antenne, non effettua rilievi per verificare l'intensità delle emissioni, ma si preoccupa, invece, di autorizzare nuove installazioni e, in maniera scandalosa, si presta a squallide logiche privatistiche per salvaguardare le assurde richieste di chi rifiuta l'installazione di un impianto vicino casa.
 
 
#11 Pink Panther 2020-09-26 22:00
Questa vicenda mette in evidenza quanto di più squallido possa accadere in una comunità. Da un lato uno sparuto gruppo di signorotti, i componenti del comitato stop 5g, che con scaltrezza, in nome della difesa del territorio e dell'ambiente, hanno carpito il consenso di migliaia di cittadini per ottenere un privilegio personale a danno di altri cittadini, dall'altra parte pezzi delle istituzioni al loro servizio. Credo che non basti esprimere il proprio sdegno e dissenso solo con messaggi che, molto probabilmente, non saranno nemmeno letti dai relativi indolenti destinatari. Se vogliamo porre fine alla prepotenza di questa gentaglia, se vogliamo porre fine a questi soprusi, bisogna coalizzarsi e passare ai fatti con denunce agli organi competenti.
 
 
#10 Psyco Killer 2020-09-26 14:22
Sugnor Briano Lei dov'era quando la sua sindaca e Lei compreso volevate far costruire un vascone da 5000 metri cubi in mezzo alle abitazioni dei cittadini ? Perchè non si dissocio' e si impegno' per scongiurare la costruzione di quel mostro ? Le ricordo che anche in quel occasione ci fu il parere negativo della Regione Puglia. Forse adesso non ci sono -MODERATO- della Comunità Europea ?
Si deve solo vergognare,di sedere sulla poltrona, Lei e tutta la maggioranza . I cittadini non dimenticano.
 
 
#9 Cittadino 2020-09-26 12:44
Mangia mangia volponi vi siete rivelati e ziuccio vi manovra.
 
 
#8 E bravi 2020-09-26 07:30
Ma questo assessore lavora per tutti i cittadini o solo per quelli del suo rione? Non poteva esserci conclusione peggiore, far spostare il traliccio vicino ad altri cittadini è di un egoismo unico. Ora raccogliamo le firme e chiediamo di farlo mettere da un altra parte.
 
 
#7 deluso 2020-09-26 07:16
Complimenti i cittadini della Panoramica sono di serie C. Pur di farla sul territorio cassanese mettete in contrasto i cittadini. Scusate, lo sapete che il traliccio sulla Panoramica è in sito urbano con tutti residenti? O meglio intascare il fitto? Ci vedremo quando la Asl segnalerà gli aumenti delle malattie croniche collegate. L'assessore che sventa l'ubicazione del traliccio in casa sua ma non per la cittadina, dovrebbe vergognarsi e tanto. Complimenti per questa allegra amministrazione.
 
 
#6 Punto g 2020-09-25 17:54
Adesso voi del comitato stop 5g spiegate agli oltre 1000 firmatari della petizione a cosa sono servite le loro firme, e lei assessore(?) Briano, spieghi al suo elettorato qual'e' lo scopo del suo mandato, oltre a quello della monnezza sparsa per tutto il territorio, ed essere stato il fautore dello spostamento dell'antenna da sotto il suo culo,sulla panoramica. E lei signora sindaca che ha permesso che questa vicenda squallida si adempisse, si ricordi che i cittadini della panoramica non sono inferiori a quelli della Collina Santa Lucia. Che vergogna!!!
 
 
#5 Bryan 2020-09-25 12:26
E poi dicono che non si occupa dei cittadini :lol: :lol:
 
 
#4 Sciatavinne 2020-09-25 10:06
E voi sareste quelli di XTE?
Voi siete quelli di XNOI!
Sciatavinnnnnnnne
 
 
#3 Residente a Cassano 2020-09-25 09:35
Adesso occorrerà reperire un sito sufficientemente lontano dalla residenza del Sindaco, di tutti gli Assessori, dei Funzionari del Comune, dei loro congiunti fino al settimo gradi di parentela.
E intanto piace a tutti usare lo smartphone, no?
 
 
#2 residente 2020-09-25 08:52
Hai capito Briano, se lo toglie lui per darlo ad altri. Complimenti!
 
 
#1 Luigi S. 2020-09-25 08:04
Insomma, se non è zuppa è pan bagnato. Poveri residenti della zona panoramica. Quelle abitazioni erano già abbandonate per il motivo radiazioni da parte di quello scempio di antenna. Adesso diventerà zona fantasma. Un peccato con quel bellissimo panorama.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.