Venerdì 18 Settembre 2020
   
Text Size

La nostra concittadina Liliana Segre compie 90 anni

Liliana Segre gets Honorary Degree

Compie 90 anni oggi Liliana Segre, concittadina cassanese (almeno sulla carta, per ora) a cui il Consiglio Comunale ha riconosciuto la Cittadinanza Onoraria (leggi l'articolo).

Tante le attestazioni di affetto che in queste ore la senatrice a vita, sopravvissuta ai campi di sterminio nazista a oggi testimone vivente dell'odio fascista nei confronti degli ebrei di qualunque nazione, sta ricevendo.

Per approfondire la figura di Liliana Segre, clicca e leggi qui.

 

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 14.50

Anche l'Amministrazione Comunale di Cassano delle Murge ha voluto fare gli auguri alla senatrice Segre con il seguente messaggio.

 

Per i Cassanesi, il consiglio comunale dello scorso 16 luglio è stato un momento storico: la nostra comunità potrà fregiarsi di due cittadine illustri, Maria Falcone e Liliana Serge, attraverso il conferimento della cittadinanza onoraria. Donne speciali che attraverso i loro esempi di vita si fanno messaggi di legalità , fratellanza, giustizia, democrazia e libertà. Donne speciali perché fari di virtù e coraggio che siamo certi saranno quel valore aggiunto per la nostra Cassano. Ricordiamo anche oggi questo storico evento perché la nostra concittadina e senatrice della Repubblica, Liliana Serge, nella giornata odierna varcherà la soglia del suo importantissimo traguardo di 90 candeline. Il sindaco Maria Pia Di Medio, per l’occasione, ha inviato un messaggio di auguri alla Senatrice auspicandole ancora lunghi ed importanti obiettivi da raggiungere.

A lei auguriamo ancora tante comunità a cui raccontare la bellezza della libertà e della democrazia, della fratellanza e della giustizia. Ancora tanti giovani da incontrare e con cui condividere il suo passato di sofferenza e rinascita; dolore che ha portato a germogliare quella consapevolezza che la sua vita andava raccontata e mai dimenticata perché mai più accadano brutalità nel mondo in cui gli uomini odiano altri uomini, l’essere umano diviene centro della follia, la banalità del male trova humus nei deliri di onnipotenza. Lei che con la gentilezza è diventata la nonna degli italiani, in grado di aprire il cuore di ognuno a valor postivi e costituzionali.

A lei, cassanese di adozione, giungano i nostri più cari auguri di buon compleanno con l’auspicio di presto ospitarla nella sua nuova Città.

 

 

 

Commenti  

 
#21 Vincent Vega 2020-09-15 20:02
Volavola, la questione è semplice: non interessa? Non leggi o, almeno, non commenti. Commenti per dire “a me della Segre frega cippa”? Libero di farlo. Libero io di farmi una risata. Cerchi a tutti i costi i “ma” e i “però”? Mi fai pena. E, chiaramente, si vede che sei rancoroso e ti brucia. Di razzismo ed essere squilibrato non ho parlato. Ma, con l’ultimo commento, è chiaro quanto ti stia incartando mentre ti arrampichi sugli specchi.
 
 
#20 volavola 2020-09-15 17:40
Ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni ed io esprimo le mie come voi le vostre.Non per questo bisogna tacciare di ignoranza,razzismo,squilibratezza ecc.ecc.chi non la pensa come voi.Ho portato ad esempio ,in un commento precedente ,quello delle due facce di una medaglia e per chi non ci arriva tenterò di spiegarlo.Su di una faccia troviamo le brutture fasciste e naziste(lager) sull'altra quelle comuniste(gulag) con la sostanziale differenza che le prime vengono messe in evidenza mentre le seconde nel dimenticatoio.Detto ciò non vi dico di cambiare idea ma vi esorto a meditare.Un saluto.
 
 
#19 Vincent Vega 2020-09-14 10:57
Volavola, confermi: rabbia e rancore. Io ci aggiungo anche l’ignoranza. A te, poi, brucia proprio. Fate pena.
 
 
#18 volavola 2020-09-13 18:00
Sig.Vincent Vega,è vero in ogni famiglia c'è una storia,anche mio padre come quello di "X tutti" fu fatto prigioniero in Africa Orientale e spedito sino a fine guerra in California(diciamo che in senso lato fu più fortunato del suo).Il "ma" a cui lei si riferisce secondo me non è dovuto ad ignoranza,bensì,come ben dice a rabbia e rancore in quanto oggigiorno si cavalca l'onda del momento dimenticandoci di quanti hanno patito ,italiani e non,(o non sono ritornati dai propri cari) con le deportazioni russe.Bene dice Xtutti,ora siamo tutti patrioti e partigiani ed io aggiungo:"Una volta erano tutti nazisti e fascisti".Un saluto.
 
 
#17 Vincent Vega 2020-09-13 11:39
Xtutti: anche nella mia famiglia ci sono storie simili. E persone che se la passano male economicamente causa covid. Ció non esclude che si possa pensare alla Segre. La verità è che c’è sempre un “ma”. Un “ma” che nasconde rabbia, rancore e ignoranza.
 
 
#16 X tutti 2020-09-13 10:47
Nulla da eccepire sulla brutalità delle deportazioni. Volevo evidenziare che noi italiani siamo fatti così. Evidenziamo solo quello che ci piace. Sono arrabbiatissimo perché adesso tutti sono diventati patrioti e partigiani. Quel poveretto di mio padre a cui era appena nato un figlio viene spedito a fare la guerra nel nord Africa. Fatto subito prigioniero è stato 4 anni prigioniero della legione straniera. Andate a leggere a quali sofferenze furono sottoposti gli italiani. Pensate che quando furono rimpatriati mentre salivano la passerella un ufficiale siciliano colpiva ogni prigioniero con un calcio ed uno schiaffo. La storia della diarrea sulla nave può essere vista di Rai storia. Tornato da Bari a piedi impidocchiato e ammalato oltre ad essere dimenticato gli hanno pure negato 4 lire di pensione. Ragazzi non è stato un lager ma quasi. Quindi perché ad una tanti onori e ad altri poveri figli di mamma nemmeno un ricordo. Per favore pensiamo al corona virus e al lavoro che manca. Tanto bene a tutti.
 
 
#15 cittadina con memori 2020-09-13 06:23
ma questi che scrivono queste cose hanno un po di cervello? Questo del commento 8 e soprattutto quello del commento 9 che dicono cose così sceme e squilibrate sanno o no che Cassano ha avuto oltre 160 morti tra la prima e la seconda guerra mondiale? Scrive scioccamente il commento 9: dovrebbe interessarci per forza? Certo che dovrebbe interessarci! Mille volte!
Ma lo sa o no che Cassano, oltre a questi morti, ha una dozzina di famiglie che ebbero dei familiari (sopratutto ragazzi o uomini) internati nei campi di concentramento? Perchè scrive cose così volgari e insegna queste cose ai suoi figli? La storia di Liliana Segre dovrebbe leggerla e farla leggere ai suoi figli.
Ma che schifo di persone che abbiamo qui e di cose che scrivono!
 
 
#14 Marinaio 2020-09-12 19:49
Caro autore del commento 9, ma lo sai che il tuo commento è esattamente pari pari spiccicato uguale a quello che facevano molti italiani quando Mussolini nel 1938 emanava le leggi razziali per scimmiottare Hitler? Persino il re codardo Vittorio Emanuele III girò la testa dall'altra parte. E si vide dove finì l'Italia nel giro di pochi anni: le rovine morali e materiali e una sconfitta in una guerra mondiale.
Studia asino! E ci sarebbe da prendersela con chi non ti ha dato la buona educazione scolastica e familiare, giacché queste cose si imparano anche dai genitori. Vergogna!
 
 
#13 fforse il vero 2020-09-12 19:15
Avete pensato se si facesse un referendum sulla cittadinanza alla Segre quanti andrebbero a votare?
 
 
#12 fforse il vero 2020-09-12 19:11
per tutti i sapientoni il mio commento si collegava anche ad altri commenti.
 
 
#11 Concittadino d Segre 2020-09-12 09:33
X commento 9.
Lei ha scritto una idiozia di proporzioni immense peraltro anche in maiuscolo. Allora adesso risponda lei: A NOI CASSANESI DOVREBBE INTERESSARE PER FORZA SE UN GIORNO LEI (O SUO FIGLIO QUATTORDICENNE) FINISSE IN UN CAMPO DI CONCENTRAMENTO PER IL COLORE DELLA SUA PELLE O PER VIA DELLE SUE ORIGINI?

Dato che lei sembra che non si renda conto della gravità delle accuse che fa alla comunità ed alla libera stampa, le rispondo io qualunque sia la sua risposta: SI, NOI CI INTERESSEREMO, ANCHE SE A LEI NON INTERESSA DI CHI MUORE IN UN CAMPO DI CONCENTRAMENTO O IN MARE, NOI CI INTERESSEREMO DI LEI.

Eviti di controbattere a casaccio.

Piuttosto, ci pensi.
 
 
#10 Vincent Vega 2020-09-11 22:16
Volavola, tu non vali una scorreggia della signora in questione.
 
 
#9 fforse il vero 2020-09-11 20:04
Scusate sig Brunelli ma lei come giornalista dovrebbe essere neutro e scrivere l'articolo solamente.Se poi si schiera da una parte mi viene il dubbio che l'articolo da lei scritto E' DI PARTE,La vera democrazia e' anche esprimere un parere contrario e non come le pecore tutte in una direzione.MI DOVREBBE INTERESSARE PER FORZA SE LA SIGNORA HA O NON HA LA CITTADINANZA CASSANESE???

RISPONDE G. BRUNELLI

Mi spiace contraddirla ma i giornalisti non sono (nè dovrebbero esserlo, secondo me) neutrali bensì obiettivi ovvero considerare le diverse posizioni in campo, senza faziosità. Ma questo non significa che il giornalista non possa avere una propria idea ed esprimerla.
Nel merito: certo che può non interessarla ma nessuno può parlare a nome di TUTTI i cassanesi...
 
 
#8 volavola 2020-09-11 17:38
A comm.7"sanleo"e altri,è indubbio che le atrocità ,le persecuzione vadano aborrite però la Storia,studio del passato tramite l'uso di fonti, documenti, testimonianze e racconti che possano trasmettere il sapere,non deve essere manipolata ovvero usata a nostro piacimento.Per noi è facile oggigiorno commentare e dare giudizi senza tener conto. del periodo e contesto dell'accadimento e poi se una medaglia ha due facce perchè farne vedere sempre una soltanto? Questa è manipolazione della storia.Per la redazione,poi mi taccio,se voi avete dati certi me li date così in futuro eviterò di sparare a casaccio.Grazie. Un saluto.

LA REDAZIONE

http://www.senato.it/Leg18/1075?voce_sommario=61
 
 
#7 sanleo 2020-09-11 10:39
Prima di parlare a casaccio della SEGRE sciacquatevi la bocca e studiate la storia
 
 
#6 Beppe73 2020-09-11 10:24
che pena che fa questo volavola del commento 2.
Disprezzo totale per chi ha pagato un prezzo così alto (a 14 anni in un campo di concentramento) e a cui questo volavola pensa di poter dare lezioni di vita. Che pena che fa
 
 
#5 volavola 2020-09-11 07:33
Spett.le redazione, è sufficiente andare su internet per sapere quanto guadagna e le agevolazioni varie che competono ad un senatore a vita euro più euro meno tralasciando il TFR che spetta agli eredi in sua morte. Un saluto.


LA REDAZIONE

Ecco, appunto: quindi eviti di sparare cifre a casaccio. E scelga meglio le fonti da cui ricava le notizie. Internet è un oceano, fatto anche di falsi.
 
 
#4 Pierrot 2020-09-11 07:32
Vergognosi i commenti 2 e 3. Siete l'espressione più becera della fiera delle banalità. La signora Segre è un simbolo, quale testimonianza REALE e VIVENTE, della violenza di uomini su altri uomini. E mentre i primi perpretravano violenza e morte i loro concittadini assistevano inerti e compiaciuti, come se la cosa non li riguardasse. Appunto, pensavano a "tutti gli altri problemi che abbiamo" (come il commento 3) ed in particolare alla "pensione" (come il commento 2). È triste avere voi come concittadini, anzi è ripugnante.

Auguri signora Segre, ci scusi se anche a Cassano nel 2020 ci sono persone così. Ma ci sono molte altre che sono liete di averla come concittadina.
 
 
#3 Un cittadino 2020-09-10 19:32
Ma la sig.ra Segre lo sa che è Nostra concittadina? E poi, con rispetto parlando, ma con tutti i problemi che ha il paese si pensa alla Segre???
Poveri Noi
 
 
#2 volavola 2020-09-10 16:35
Non vorrei essere considerato blasfemo ma a buona parte dei cassanesi non interessa più di tanto che la signora in oggetto stia per diventare(o sia già)cittadina onoraria e che compia 90 anni.Forse sarebbero interessati molto di più a sapere come si vive ++++MODERATO+++ mentre c'è chi non vedrà neanche la pensione e a malapena lavorando riesce a sbarcare il lunario.Troppo facile parlare di libertà,democrazia,valori,bla ..bla.. bla..,con la panza piena.Un saluto.

LA REDAZIONE

Parli per sè, non per i cassanesi. E non divulghi cifre a casaccio.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.