Pensioni, quelle di giugno saranno pagate già dal 26 maggio

liquidità

Il pagamento delle pensioni giugno 2020 da parte di Poste Italiane inizierà il 26 maggio. È quanto comunica una nota del gruppo, che aveva preso un provvedimento analogo anche sulle pensioni del mese scorso.

La novità riguarda i titolari di uno dei seguenti strumenti:

  • Libretto di Risparmio;
  • Conto BancoPosta;
  • Postepay Evolution.
  • Poste Italiane precisa inoltre che i titolari di una carta Postamat, di una Carta Libretto o di una Postepay Evolution potranno prelevare i contanti dagli oltre 7mila bancomat Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello.

    PAGAMENTO PENSIONI GIUGNO 2020: IL CALENDARIO

    I pensionati che invece devono andare in un ufficio postale per ritirare i contanti devono tenere presente un’altra novità: un sistema di turni in ordine alfabetico che spalma il pagamento delle pensioni giugno 2020 dal 26 maggio al primo.

    Il calendario da rispettare è il seguente:

  • cognomi dalla A alla B: pagamento pensioni martedì 26 maggio;
  • cognomi dalla C alla D: pagamento pensioni mercoledì 27 maggio;
  • cognomi dalla E alla K: pagamento pensioni giovedì 28 maggio;
  • cognomi dalla L alla O: pagamento pensioni venerdì 29 maggio;
  • cognomi dalla P alla R: pagamento pensioni sabato mattina 30 maggio;
  • cognomi dalla S alla Z: pagamento pensioni lunedì primo giugno.
  • E' preferibile - spiegano dall'Ufficio Postale di Cassano delle Murge - che ci si rechi in Posta al pomeriggio, quando c'è minore affluenza. 

    PENSIONE GIUGNO 2020 CONSEGNATA A CASA AGLI OVER-75

    Il gruppo ricorda poi che, data la situazione eccezionale dovuta alla pandemia di coronavirus, chi ha più di 75 anni e incasserà la pensione giugno 2020 alle Poste potrà delegare al ritiro di Carabinieri, che gli porteranno il denaro a casa. Il servizio, naturalmente, è gratuito.

    “Le nuove modalità di pagamento delle pensioni hanno carattere precauzionale e sono state introdotte con l’obiettivo prioritario di garantire la tutela della salute dei lavoratori e dei clienti di Poste Italiane – si legge ancora nella nota del gruppo – Pertanto ciascuno è invitato ad indossare la mascherina protettiva, ad entrare in ufficio solo all’uscita dei clienti precedenti, a tenere la distanza di almeno un metro, sia in attesa all’esterno degli uffici che nelle sale aperte al pubblico”.