Traliccio a S. Lucia, la vicenda alla Commissione per il paesaggio

mobile-telephone

Si riunirà lunedì la “Commissione intercomunale Locale per il Paesaggio e per l’Ambiente” dei Comuni di Santeramo in Colle e Cassano delle Murge e potrebbe già occuparsi della vicenda relativa al traliccio che una società telefonica francese vorrebbe montare nei pressi della Collina di Santa Lucia, a pochi metri dalla omonima chiesetta rupestre.

Sul tavolo dei componenti della Commissione, infatti, c'è una corposa relazione che il "Comitato Stop 5 G Cassano delle Murge" ha commissionato all'ing. Maria Antonella D'Amato, ingegnere di Grumo Appula per capire quale impatto potrebbe avere l'installazione della antenna radio-base sulla collina cassanese, una scelta - quella di verificare la compatibilità paesaggistica dell'impianto - emersa già nel corso del Consiglio Comunale del 31 luglio scorso quando il capogruppo di "Prima Vera Cassano", Teodoro Santorsola fece presente che non era da sottovalutare l'impatto paesaggistico dell'insediamento e che su quel punto si doveva lavorare per capire che danno poteva derivarne.

La conclusione dell'ing. D'Amato è netta: "L'intervento in progetto - scrive la professionista - altera pesantemente l'assetto paesaggistico dell'area in cui si prevede l'insediamento in netto contrasto con quanto previsto dal PPTR perchè vengono modificate le caratteristiche idrogeologiche del vesante della Collina e perchè il manufatto è collocato in posizione orograficamente rilevante".

Ora la parola passa alla Commissione che dovrà esprimersi in merito. 

Di seguito pubblichiamo la versione integrale della Relazione a beneficio di tutti i lettori.

 

Parere paesaggistico ind. d'amato from redattori