Venerdì 23 Agosto 2019
   
Text Size

Rifiuti per strada: la Regione finanzia 15 Comuni (non Cassano)

rifiuti abbandonati

Quindici Comuni in tutta la Puglia e tre nel Barese, fra i quali non c’è Cassano, riceveranno un finanziamento extra dalla Giunta Regionale Pugliese ei 15 milioni di euro per la bonifica dei rifiuti abbandonati per strada. Lo comunica l'assessore regionale all'Ambiente, Gianni Stea, precisando che il provvedimento mette a disposizione di comuni e Asi (Aree di sviluppo industriale) di Puglia le somme per far fronte a 53 richieste che riguardano complessivamente 187 siti, intervenendo in quelle situazione di estrema necessità

I comuni ammessi al finanziamento suddivisi per provincia sono: Bari (Adelfia, Valenzano, Modugno), Lecce (Lecce e zona Asi di Lecce, Neviano, Ruffano, Andrano, Nociglia, Cutrofiano, Trepuzzi), Foggia (Stornara e Cerignola), Taranto (Statte e Castellaneta), Brindisi (Brindisi e zona Asi di Brindisi).

“Con questo provvedimento abbiamo fatto qualcosa di molto importante per la nostra regione, per la conservazione della sua bellezza ma soprattutto per scongiurare ogni rischio per la salute dei cittadini” dice soddisfatto Stea commentando la delibera per interventi finalizzati all’eliminazione del degrado ambientale e del rischio sanitario in aree pubbliche e private interessate dalla presenza di grosse quantità di rifiuti, alcuni anche pericolosi, abbandonati abusivamente.

“I pugliesi tutti pagano 15 milioni di euro solo per 15 Comuni e due Asi (Brindisi e Lecce) come se il fenomeno fosse limitato solo a questi. La Puglia è tutta sporca e non vedo perché con i soldi di tutti i pugliesi non si debba intervenire su tutto il territorio regionale e non solo su alcuni comuni che diventano privilegiati e favoriti. Con questo caldo arrivare all’ultima estate della Giunta Emiliano ed assistere ancora a provvedimenti spot e ad personam francamente lo trovo offensivo per tutto il popolo di Puglia”, ha dichiarato invece il presidente del gruppo regionale di Direzione Italia, Ignazio Zullo.

 

Commenti  

 
#4 Piripicchio 2019-07-11 11:11
Briano quando vai via chiudi la porta
 
 
#3 Agostino 1 2019-07-11 05:48
È certo! Perché c'è disservizio da parte della ditta e non rispetta il numero dei netturbini necessari per coprire l'intera area di Cassano non si può avere 2 netturbini è chiaro che la regione non ci dà il sostegno economico
 
 
#2 a casa 2019-07-10 20:50
Lionetti-Dimedio
5 anni di scellerata gestione
credo che possono bastare
a casa tutti e cassano potrà ripartire
 
 
#1 funky 57 2019-07-10 18:01
Questo perchè in comune si dorme.....e come tutte le strutture andate in malora o in via di trasferimento......:-(....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.