Domenica 22 Settembre 2019
   
Text Size

Falsa partenza del nuovo servizio rifiuti. Le opposizioni protestano

servizio-igiene-urbana-aro-ba-4

La falsa partenza del nuovo servizio di raccolta differenziata dei rifiuti (l'entrata in vigore del nuovo calendario era prevista per il 21 marzo poi slittata a data da destinarsi), assieme alle problematiche nella consegna dei kit ai cittadini (anche qui: pare non sia previsto il sottolavello per l'umido ma non ci sono ancora certezze) e all'arrivo dei nuovi mezzi operarivi della ditta che è subentrata alla Tradeco, hanno spinto i cinque Consiglieri Comunali di minoranza a diffondere la nota che segue.

 

E' mai possibile che cittadini volenterosi e ligi alle disposizioni sulla raccolta differenziata permettono ai propri amministratori Di Medio e Briano di presentarsi in pompa magna a ritirare il Premio Cassano Comune Riciclone e ritrovarsi ogni anno con aumenti di tassazione?

Ah, scusate Briano li chiama ritocchi!

Ed è mai possibile presentare alla città il nuovo servizio solo qualche giorno fa con tanto di cartelli pubblicitari "La raccolta differenziata arriva a casa tua" senza che nè il Sindaco Di Medio nè l'Assessore all'Ambiente Briano dicano a questi signori delle Ditte appaltatrici e dell'ARO di togliere quei cartelli che offendono Cassano e i cassanesi?

Indispongono perché la raccolta differenziata nel nostro Comune è in atto da anni e queste ditte trovano terreno fertile nel raggiungimento degli obbiettivi di raccolta differenziata tanto da Di Medio e Briano avrebbero dovuto chiedere uno sconto contrattuale per il know how che trasferiamo.

In nessun Comune gestito da ASV compreso Bitonto si eccelle per livelli di raccolta differenziata.

Andrà a finire che ASV, senza alcun merito, pretenderà il 20% dei ricavi da raccolta differenziata per raggiungimento di obbiettivi che già Cassano ha raggiunto per merito dei cittadini.

Ed, ancora, è mai possibile che meno di una settimana fa presentano il nuovo servizio e oggi ci mandano a dire: "«a causa di problematiche tecniche della ditta ASV S.p.A. nell’approvvigionamento dei nuovi mezzi e nella distribuzione delle nuove attrezzature e materiali di comunicazione, come verificato con verbale della Direzione Esecuzione del Contratto di igiene urbana del 21/03/2019, il nuovo calendario di raccolta sarà rinviato e la nuova data verrà comunicata a seguito del completamento delle verifiche sull’entità della problematica da parte del Responsabile unico del procedimento e della Direzione Esecuzione del Contratto».

Quali sono le problematiche tecniche? L'ASV ha la capacità economica per comprare mezzi e attrezzature nuove? L'ASV ha solidità economico-finanziaria per svolgere il servizio? L'ASV ha l'autorizzazione e l'iscrizione all'Albo per la gestione del Centro Comunale di Raccolta?

Disagi agli utenti, sostituzione di tutti i bidoncini che invece si doveva cercare di riutilizzare, altri soldi dei cittadini buttati!

Il Sindaco Di Medio e l'Assessore Briano hanno il dovere di dettagliare analiticamente le difficoltà tecniche di ASV ai cittadini perchè il servizio è pagato al 100% dalla tassazione che grava sui cittadini stessi e non su di loro che percepiscono l'indennità di carica per fare i nostri interessi.

Ma il Sindaco Di Medio e l'Assessore Briano, quando noi dall'opposizione allertavamo che stavamo cadendo dalla padella alla brace, quali verifiche hanno fatto presso il Comune di Bitonto e presso gli altri Comuni ove opera ASV?

Staremo a vedere le caratteristiche del servizio fornito e soprattutto i “ritocchi” di cui parlano.

Come al solito, un muro di gomma.

 

  Linda Catucci

                                                                                              Davide Del Re

                                                                                              Rocco F. Lapadula

                                                                                              Teodoro Santorsola

                                                                                              Amedeo Venezia

 

 

Commenti  

 
#12 a Santeramo 2019-03-26 16:19
il sindaco propone:
"Nel 2019 a Santeramo in Colle, dopo aver avviato il servizio di raccolta porta a porta il 14 giugno 2018, proponiamo per le civili abitazioni (utenze domestiche)una riduzione media del 9% sulla base 2018; per le attività commerciali invece una riduzione media di 20%.

Ulteriori riduzioni sono previste per i cittadini che risiedono nelle contrade e per quanti comproveranno di implementare il compostaggio domestico.

Se, come spero, il Consiglio approverà la nostra proposta, daremo un segnale forte ai cittadini e alle imprese: differenziare i rifiuti conviene, per l’ambiente e per le nostre tasche!"
 
 
#11 francesco c. 2019-03-26 10:42
Che casino, ho perso un sacco di tempo per ritirare i contenitori inutilmente. Briano sempre peggio, spero non ci siano sorprese sulla della tassa rifiuti, ci manca solo quella.
 
 
#10 Bino 2019-03-26 10:14
Infatti è tutto un magna magna e non anno il coraggio a dimettersi quelli stanno già pensando a come candidarsi nuovamente ma non sanno che si raccoglie ciò che si semina
 
 
#9 Sante 2019-03-26 01:49
Una dietro l'altra.....che aspettate a dimettervi?
 
 
#8 Arrabbiato 2019-03-25 17:20
Veramente vergognoso e' tutto peggiorato con la nuova azienda dovevano inserire a titolo definitivo gli stagionali per un servizio migliore ma cosi' non e' stato se avete una dignita' dimetteti tutti
 
 
#7 Vito 3 2019-03-25 16:16
Si fa per migliorare il servizio invece è sempre peggio se no aumenta il personale sarà sempre così
 
 
#6 Uomo 2019-03-25 15:25
Ma perché l'amministrazione non fa rispettare il capitolato ? Prima lapprovano e poi non fanno rispettare il contratto boo
 
 
#5 Operaio 2019-03-25 14:09
Un assessore prima delle votazioni promise che tutti gli stagionali sarebbero passati effettivi questo non è avvenuto anzi sono tutti fuori qui mi puzza qualcosa c'è sotto
 
 
#4 giornalismo 2019-03-25 12:14
...non mi è chiara una cosa: da diverso tempo su questo sito di informazione, si leggono in continuazione articoli che riportano testualmente "note" prodotte dai gruppi politici di opposizione. io mi chiedo quindi se questo sia, come credo, un sito di informazione oppure l'addetto stampa dell'opposizione. perchè tali note, e sono veramente tante, per essere notizia dovrebbero quanto meno riportare una dichiarazione in merito dell'altra parte chiamata in causa ed, eventualmente, una chiusura interpretativa della redazione. riportare tal quale le comunicazioni dell'ufficio stampa della minoranza "riceviamo e pubblichiamo" non credo sia fare informazione o giornalismo, perché il contraddittorio in questo caso non esiste, quindi passa un messaggio, giusto o sbagliato che sia, per di più senza alcun approfondimento sui fatti ad opera della Redazione....insomma io credo che questo sito, che comunque è seguito da tantissimi cittadini e che produce numerosi
contenuti d'informazione, per dovere di imparzialità verso chi lo segue, non dovrebbe fungere da bacheca per il volantinaggio di chicchesia...giusto invece che informi anche quando tali informazioni sono scomode per chi amministra, ma sempre con completezza, senza pretendere di creare una situazione di "botta e risposta" che non dovrebbe avere luogo su un giornale ma, al limite, su un blog o un forum.

LA REDAZIONE

La ringraziamo per l'attenzione e per i quesiti che pone. Teniamo a precisare alcuni aspetti, libero poi ognuno di condividerli o meno.

1. I comunicati che pubblichiamo (noi come altre testate locali) non sono di "chicchesia" ma di una parte politica (le minoranze) che rappresentano circa il 70% della popolazione votante cassanese, dunque non proprio "bruscolini".

2. Nessuno vieta alla maggioranza e/o all'amministrazione di rispondere ai dubbi sollevati dalle minoranze o di proporre altri argomenti su cui informare la cittadinanza e porte l'attenzione: abbiamo sempre, anche in questo caso, pubblicato le note della Sindaca e degli Assessori che chiedono la pubblicazione.

3. Ci sembra che le minoranze (quelle dentro e quelle fuori del Consiglio Comunale) pongano temi, nei loro scritti, di stretto interesse dei cittadini, della vita quotidiana, dell'andamento sociale della comunità. Che dunque meritano attenzione.

4. Non è vero che questo giornale non approfondisce alcuni temi con un proprio sguardo: dieci anni di attività e migliaia di articoli sono lì, in archivio consultabile da tutti, pronti a testimoniarlo.
 
 
#3 Cit 2019-03-25 07:53
Dissero che avrebbero inserito i vecchi stagionali nella nuova gestione tutte chiacchiere preelettorali +++
 
 
#2 Patetico 2019-03-25 00:41
Scusate signori della minoranza, ma aderire all'ARO e al nuovo servizio non è una scelta, è un obbligo.. Che poi siano tutte ditte fasulle, questo andrebbe chiarito con chi gli ha permesso di vincere la gara d'appalto.
 
 
#1 michele.cassanese 2019-03-24 23:22
Un disastro totale! Che Dio ci aiuti!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.